Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

FRASCATI – LIBRI IN OSTERIA: ALDO MORO INSEGNANTE E POLITICO APERTO AL DIALOGO

FRASCATI – LIBRI IN OSTERIA: ALDO MORO INSEGNANTE E POLITICO APERTO AL DIALOGO
Settembre 23
09:05 2022

 

Due studenti, Giorgio Balzoni e Fiammetta Rossi: pare di vederli seduti nell’aula universitaria mentre il professor Aldo Moro insegna Istituzioni di diritto e procedura penale, presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Un uomo e un politico che, ricorda anche sua moglie Noretta – Eleonora Chiavarelli, amava l’insegnamento e per il quale era una gioia stare tra “i bambini, ragazzi e giovani per costruire con loro una società più umana in cui ognuno potesse essere se stesso”.

Credeva negli studenti, nella forza dell’istruzione, nella ricerca con i giovani di una strategia per migliorare quella società che negli anni ’70 del secolo scorso è stata scenario di violenza, proteste, attentati di chi avrebbe voluto rivoluzionare il mondo.

Giorgio e Fiammetta a Frascati, nell’Osteria dell’Olmo di Remigio Sognatesori, sono seduti con Emanuela Bruni ideatrice  con Alberto e Francesco Collacchi della Libreria Ubik, dell’evento Libri in Osteria e insieme ricordano lo statista ucciso dalle BR il 9 maggio del 1978: nei loro occhi, più che nelle loro parole, pare materializzarsi quel professore, guida ed esempio; un Insegnante con la maiuscola che non si limitava alle lezioni formali sulla cattedra, ma li accoglieva, li ascoltava, era senza barriere. E raccontano gli autori,  giornalisti e scrittori,  del loro professore; sono testimoni diretti: pare di vederli studenti  mentre lei di sinistra, lui democristiano si accorgono che la loro amicizia  è diventata qualcosa di più profondo e questa metamorfosi è colta anche da chi, sulla cattedra sembra impegnato in altro.

Sarà proprio lui, il professor Moro, a offrirsi come loro testimone di nozze, un gesto che la dice lunga sulla sua attenzione, sulla sua disponibilità verso le giovani generazioni che stanno attraversando momenti di rottura con i vecchi ordinamenti e reclamano il diritto di esserci, vivere da protagonisti un cambiamento sociale che esca da schemi rigidi e possa aprirsi al mondo guardando al futuro.

Un mondo giovanile che vive cambiamenti epocali, che diventa sempre più protagonista di rivoluzionari movimenti di pensiero, che guarda alla libertà, alla pace…

Una radio con le cassette, il regalo di nozze del loro testimone: un dono che va oltre ogni apparenza, che guarda all’essenzialità… un pensiero, appunto.

Frutto di ricerca e di documentazione raccolta negli anni, dopo l’assassinio dello statista, il libro – Aldo Moro e le Brigate Rosse in Parlamento ed. Lastaria – è un ulteriore lavoro che va a seguire il precedente libro di Giorgio Balzoni – Aldo Moro il professore ed. Lastaria -, dal quale è stato tratto il film interpretato da Sergio Castellitto.

I due autori si danno vicendevolmente la parola e raccontano le uscite che Moro organizzava con i suoi studenti in carceri criminali, luoghi istituzionali: sul campo cercava di essere docente e maestro, alternando, insegnamento e politica.

Viveva il cattolicesimo come compartecipazione con l’altro, introducendo il concetto di diritti acquisiti nel momento in cui si nasce. Proprio questa era la chiave che apriva al dialogo, anche con i terroristi, con le BR alle quali voleva dar voce senza la violenza delle armi, sicuro che avrebbe trovato il modo di raggiungere l’obiettivo senza compromesso che riteneva non arrivasse in pieno alla meta. Aldo Moro era un decisionista cortese, ribadiscono gli autori, che trovava nello scambio delle idee, nella comunicazione e nell’ascolto il vero strumento di cambiamento e rinnovamento.

Come Ministro degli Esteri portò avanti una politica di cambiamento senza violenza – non da tutti condivisa – e che lo vide accusato di viltà.  Eppure, ricordano gli autori, la sua opera di mediazione è stata presa d’esempio anche dalla Gran Bretagna con l’IRA e dalla Spagna con l’ETA…  i brigatisti avrebbero potuto fare politica?  Moro credeva nel dialogo, avrebbe forse trovato il modo di trarre tra opposti la giusta stabilità…

Precursore troppo ardito per i suoi tempi?  Le lettere che ha lasciato, oggetto di studio e ricerca, ancora oggi lasciano spazio a dubbi e contraddittori che solo la storia riuscirà a equilibrare.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”