Notizie in Controluce

FRASCATI Viabilità, segnaletica e lavori di fantasia

 Ultime Notizie

FRASCATI Viabilità, segnaletica e lavori di fantasia

dicembre 07
17:59 2017

Passati da un pezzo i cento giorni della nuova amministrazione di Frascati ed aspettando il termine dell’anno (‘amministrativo’) per un giudizio più puntuale sui lavori e sulle linee più impegnative a cui il Comune dovrà dare soluzione con, in primis, il quasi impossibile risanamento del bilancio, si può intanto fare una brevissima riflessione su alcuni non grandiosi interventi messi in atto in questi primi mesi e che risultano di più immediata visibilità per la popolazione, perché fanno parte del tran tran quotidiano.
Ed allora è parso positivo che finalmente pattuglie della polizia urbana, stiano cercando di mettere un po’ d’ordine nella caotica viabilità urbana (anche se dopo una settimana intensa, ci è sembrato di vedere un certo rallentamento). Per fare qualche esempio, non basta intervenire solo en passant, sulla via Letizia Bonaparte (che porta alla Stazione) e poi magari ripassarvi il…giorno dopo. Soprattutto nel tratto iniziale della strada, pur se si trovano in evidenza i segnali di divieto di fermata e di sosta, normalmente vengono ignorati e quindi sulla via vi parcheggiano – gratuitamente – anche grosse cilindrate costringendo altri automobilisti e i numerosi pedoni di passaggio, a portarsi al centro della strada con rischi e pericoli costanti. E nei giorni festivi la via diventa un lungo parcheggio gratuito, alla faccia di chi poco distante il parcheggio lo paga! E che dire della confluenza tra le vie Alberico II, Via Conti di Tuscolo e…palestra comunale, dove il caos del ‘parcheggiamento fai da te’ (dossi compresi) regna sempre sovrano e con i pedoni costretti a passare in mezzo alla via che, tra l’altro, è anche ‘provinciale’ e quindi trafficatissima? E tuttavia si dà a vedere che un minimo di intervento parzialissimo si sia adottato, disegnando linee segnaletiche per la sosta (gratuita) di alcune automobili. E questo sarebbe anche un piccolo buon lavoro, ma si dà il caso che le strisce siano state disegnate senza prima ricoprire le buche del manto stradale! Ed ancora, sempre da quelle parti, al termine di questa ‘delimitazione’ di sosta, non si è proprio pensato di ridisegnare poco più in là, la segnaletica dell’attraversamento pedonale e lo ‘stop’ di via Alberico II, una segnaletica che attende il rifacimento dai tempi di…Posa! Spostandoci su un altro fronte, si sa che con la cattiva stagione può accadere che le cosiddette ‘bombe d’acqua’ e non solo, creino forti disagi, ma che dire degli ulteriori disagi che si provano, ad esempio, in viale Cecconi, dove da alcuni grossi condomini, a destra e a sinistra, i fiumi di acqua piovana – non avendo provveduto i privati con fogne e tombini – si riversano a torrente non solo al centro del viale ma anche sui marciapiedi! Ma forse questi sono regali avuti da precedenti amministrazioni. In quanto al ‘decoro’ cittadino, occorrerebbe ad esempio intervenire con urgenza sul muro che costeggia quella che negli anni ’50 era una delle più belle vie di Frascati, cioè Via Catone (o del Tuscolo), prima che il detto muro residuo frani del tutto, magari su qualche automobilista di passaggio. E così non basta solo continuare a menar vanto della ristrutturazione di una parte delle cosiddette ‘Mura del Valadier’, se poi l’ulteriore prosecuzione delle mura (e delle successive via Del Grande e borgo S. Rocco) sono abbellite da estemporanei ciuffi di erbacce; (per toglierle speriamo non si aspetti di proseguire gli altri, forse utopici, grandi lavori di restauro o ristrutturazione). Infine, ma solo per adesso: perché non si riesce a trovare un ‘selciarolo’ (come un tempo si chiamavano), capace di rimettere a posto un ‘sampietrino’ che salta o una lastra divelta (come ad esempio in Viale Regina Margherita dove la pavimentazione è di recente sistemazione!), e non rimpiazzandoli con allegre toppe nere di asfalto! Almeno quelle di Arlecchino erano colorate. Sempre sul decoro cittadino – e proseguendo sulle ‘piccole’ cose – perché non si ordina ai periodici organizzatori (pubblici e privati) di manifestazioni varie, di rimuovere gli adesivi da strade e piazze, una volta terminato l’evento? Ci sono pubblicità (in Passeggiata, Piazza San Pietro ecc,) i cui eventi datano a…qualche anno fa. Ancora: se si vuol davvero valorizzare il ‘centro storico’ (ma non solo quello), perché continuare a collocare orribili cartelli e insegne di negozi e botteghe che stridono con l’estetica…antica? Sono ‘piccole cose’, ma se non si comincia da qui…
E poiché ormai gli assessori, e gli addetti responsabili loro ‘sottoposti’, sono stati ormai tutti designati, non resta che sperare che si impegnino al più presto ad adempiere ai doveri del loro ruolo (anche di controllo!).

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930