Notizie in Controluce

FUTURO DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE

 Ultime Notizie

FUTURO DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE

FUTURO DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE
Luglio 31
19:14 2020

FUTURO DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE: CAMBIAMO AGRICOLTURA INCONTRA M5S

Oggi la Coalizione Cambiamo Agricoltura, rappresentata dalle maggiori associazioni nazionali di protezione ambientale e dell’agricoltura biologica, ha incontrato alcuni parlamentari del M5S, sia nazionali che europei, per parlare del futuro della Politica Agricola Comune, sia a livello europeo, sia delle ricadute a livello nazionale. Presenti all’incontro le europarlamentari Eleonora Evi e Daniela Rondinelli e il Presidente della Commissione Agricoltura della Camera Filippo Gallinella.

Nei prossimi mesi si deciderà quanto la Politica Agricola Comune sarà effettivamente finalizzata a preservare la biodiversità, producendo cibo di qualità con ridotti impatti ambientali e climatici. La Coalizione CambiamoAgricoltura ha invitato alcuni esponenti del M5S per discutere di temi strategici per l’orientamento delle politiche agricole dei prossimi anni sia un EU che nel nostro Paese.

L’incontro si è concentrato sul potenziamento del sostegno all’agricoltura biologica, sui sistemi di finanziamento degli eco-schemi, sulla nuova condizionalità e le sfide per la zootecnia (sostegno alle attività pascolative, benessere animale, etichettatura), oltre al processo di stesura del Piano Strategico Nazionale nel nostro Paese in relazione alle strategie europee Farm to Fork e Biodiversità.

I rappresentanti della Coalizione #CambiamoAgricoltura hanno sottolineato ai parlamentari M5S che “i prossimi saranno mesi decisivi affinchè la riforma della Politica Agricola Comune assicuri un futuro agli agricoltori, ai cittadini e al pianeta con criteri e investimenti più verdi. Ci auguriamo che il M5S confermi le sue posizioni a favore di una transizione ecologica della nostra agricoltura, assicurando un maggiore sostegno al biologico, investimenti che tutelano la biodiversità e la transizione a un sistema zootecnico meno impattante sull’ambiente e più rispettoso del benessere animale, nonché un impegno affinché la redazione del Piano Strategico Nazionale sia davvero all’insegna della trasparenza e della partecipazione di tutti i portatori di interesse e della società civile“.

Roma, 31 luglio 2020

 

 

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento