Notizie in Controluce

GIORNO DELLA MEMORIA, A GROTTAFERRATA

 Ultime Notizie

GIORNO DELLA MEMORIA, A GROTTAFERRATA

GIORNO DELLA MEMORIA, A GROTTAFERRATA
25 Gennaio
15:47 2020

GIORNO DELLA MEMORIA, A GROTTAFERRATA SI RICORDANO LA MUSICA DELLA SHOAH E GLI OLOCAUSTI DIMENTICATI    
Il sindaco Andreotti: “Doveroso e sempre attuale portare avanti un ricordo

che tenga acceso nelle menti di tutti il no deciso a ogni forma di discriminazione”

___________________________________________________________________________________________________________________________________

In occasione del Giorno della Memoria 2020 l’Amministrazione comunale di Grottaferrata ha concesso il proprio patrocinio all’iniziativa “I colori della vergogna” a cura dell’Associazione Culturale “Il cantiere delle Idee”.

Tema dell’evento in programma quest’anno domenica 26 gennaio alle ore 16,45 presso il teatro della scuola Falcone (ex Sacro Cuore) sarà La Musica della Shoah.

Si legge nella nota a cura degli organizzatori:

Quest’anno affrontiamo due argomenti:

  • La musica nella Shoah

La musica composta nei campi di concentramento è una pagina ancora poco conosciuta della Seconda Guerra Mondiale e della Shoah.

Nei campi furono deportati grandissimi musicisti e compositori, che continuarono a suonare e comporre, a volte di nascosto, a volte con il beneplacito delle SS. I nazisti utilizzarono le orchestre per il proprio intrattenimento ma anche per mantenere l’ordine e la calma durante gli appelli, gli arrivi dei treni, persino nel percorso verso le camere a gas, ma per tanti uomini e donne, privati di tutto, la musica fu innanzitutto un atto di resistenza alla morte, una via per sopravvivere.

Tratterà questo poco conosciuto ma importante argomento Maria Teresa Rinaldi, Curatrice de “I Colori della Vergogna” dal 2006.

  • La deportazione e lo sterminio degli zingari

Tra il 1939 e il 1945 vennero uccisi oltre 500.000 zingari, vittime del nazionalsocialismo. La storia della deportazione e dello sterminio degli zingari è una storia dimenticata: ancora oggi la documentazione è frammentaria e lacunosa.

Interverrà Giorgio Giannini, autore del Libro “Vittime dimenticate”. Partecipa il Coro “Crypters” diretto da Massimo Laurelli.  Letture a cura di Ritta Gatti. Progetto grafico di Lucilia Adriani.

“Grottaferrata partecipa con commozione e convinzione alle giornate di riflessione e commemorazione che due leggi dello Stato stabiliscono come date simbolo e fondamento di una memoria condivisa” dichiara il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti.

“In particolar modo nell’ultimo anno, anche fuori dalla canonica finestra che opportunamente le istituzioni di ogni livello aprono attorno al 27 gennaio, il nostro Comune è stato orgogliosamente protagonista della marcia di Milano insieme alla senatrice Lilliana Segre, alla quale Grottaferrata nello scorso mese di novembre ha preso parte orgogliosamente proprio per affermare il valore cardine che deve radicarsi sempre di più dell’uguaglianza, dei diritti umani, della ferma condanna di ogni discriminazione. Un tema che oggi, a dispetto degli oltre ottant’anni trascorsi dall’orribile1938, comunemente ricordato come l’anno delle leggi razziali in Italia, continua ad essere drammaticamente attuale e necessario di continue spinte perché, a partire dalle parole, dall’utilizzo dei social, dagli atteggiamenti che si tengono nella società, l’odio, il razzismo, la fobia di ogni diversità non abbiano più ragione di esistersi né di diffondersi in alcun modo. Le istituzioni italiane e tra esse il nostro Comune di Grottaferrata oggi più che mai dunque, in occasione del Giorno della Memoria si candida ad essere ponte tra tutte le donne e gli uomini del mondo che cercano conforto, abbracci e speranza e un muro resistente, l’unico muro che ci piace e crediamo possibile, contro l’odio in qualsiasi forma esso si manifesti”.

 

 

 

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento