Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Gli ultimi ASSOLI venerdì 26 maggio in Sala Casella per la Filarmonica Romana

Maggio 24
16:08 2023

Il clarinetto di Mark La Regina e il violino di Ginevra Bassetti

esplorano il repertorio del XX e XXI secolo per strumento solo con diverse prime esecuzioni assolute.

 Ultima giornata di concerti per la rassegna “Assoli” dell’Accademia Filarmonica Romana in Sala Casella venerdì 26 maggio (via Flaminia 118), affidata al clarinetto di Mark La Regina (ore 19.30) e al violino di Ginevra Bassetti (ore 20.30).

Il programma di Mark La Regina, attualmente primo clarinetto basso presso la Banda dell’Esercito Italiano, si apre con Capriccio n. 1 del clarinettista e compositore croato Ante Grgin, breve pezzo fra richiami jazz e ritmi balcanici, e prosegue con Lied per clarinetto solo (1983) di Luciano Berio, che pur non inserendosi nel Sequenze per singolo strumento, ne sonda tutte le capacità espressive e il timbro. È del 1983 anche Monolog per clarinetto basso del coreano Isang Yun, pezzo di grande intensità dedicato al celebre clarinettista olandese Harry Sparnaay. Il programma si completa con Hommage è R. Strauss del clarinettista e compositore ungherese Béla Kovacs e della novità in prima assoluta Passeggiate romane opera dello stesso La Regina.

Alle 20.30 gli “assoli” di violino di Ginevra Bassetti, romana, classe 1997, anche lei laurea presso il Conservatorio della sua città, e ora allieva di Lukas Hagen con cui si sta perfezionando al­l’Accademia di Musica di Pinerolo. Si è esibita in rassegne musicali e stagioni concertistiche (Festival dei Due Mondi di Spoleto, GoG-Giovine Orchestra Genovese, Musica Insieme Bologna, Unione Musicale di Torino, Jeunesses Musica­les Deutschland e altre) ed è fondatrice e membro del Trio Hèrmes. Ginevra apre il programma con la musica del compositore ungherese György Kurtág, con alcuni dei suoi Signs, Games and Messages, aforismi musicali, occasioni di sperimentazione e ricerca di sorprendente intensità. Completano il programma T’filah, preghiera per violino solo della compositrice russo-americana Lera Auerbach, in ricordo della tragedia dell’Olocausto, e Contro­danza, in prima esecuzione, di Roberta Vacca. «Una melodia, quasi improvvisata – queste le parole della compositrice – con piccoli interventi so­nori collaterali che sottolineano l’urgenza performativa di una sola persona che è “una e multipla” di sé stessa e che ricerca, senza pause, l’unisono col canto (finale) all’interno di sovrappo­sizioni sonore in cui il ritmo incalzante del corpo sonoro spinge sempre in avanti il tempo di una “danza immobile”».

 

Biglietti: Biglietto unico per entrambi i concerti della Sala Casella a 12€, acquistabile esclusivamente presso il botteghino della Sala Casella a partire dalle ore 18.30, prenotazione promozione@filarmonicaromana.org

Info: filarmonicaromana.org, tel. 342 9550100, promozione@filarmonicaromana.org

SALA CASELLA

venerdì 26 maggio

ASSOLI

ore 19.30

Il clarinetto

Mark La Regina clarinetto

 Ante Grgin Capriccio n. 1

Luciano Berio Lied per clarinetto solo

Mark La Regina Passeggiate romane *

Isang Yun Monolog per clarinetto basso

Béla Kovacs Hommage à R. Strauss

 

ore 20.30

Il violino

Ginevra Bassetti  violino

 

György Kurtág  6 pezzi da Signs, Games and Messages (1989-1998)

Fabio Vacchi   Respiri (2004)

Roberta Vacca   Controdanza (2022) *

Lera Auerbach   T’filah (Preghiera) op. 33 (1996)

 

* prima esecuzione assoluta

 

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Registro ISSN

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Giugno 2023
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”