Notizie in Controluce

Grande successo per lo spettacolo “Qualcosa in comune”

 Ultime Notizie
  • Pomezia, bandiere a mezz’asta in ricordo di Willy Monteiro Duarte Pomezia, bandiere a mezz’asta in ricordo di Willy Monteiro Duarte nel giorno dei suoi funerali. Il cordoglio dell’Amministrazione comunale   Il Comune di Pomezia aderisce all’iniziativa lanciata da Anci Lazio....
  • A ROCCA DI PAPA LE SCUOLE RIAPRONO IL 14 SETTEMBRE Come già assicurato in più occasioni, confermo la riapertura delle scuole comunali di Rocca di Papa per lunedì prossimo, 14 settembre. Le polemiche alimentate in queste ultime settimane di campagna...
  • Festival ArteScienza: dal 15 settembre gli appuntamenti al Goethe-Institut Rom Accelerazione||Decelerazione Roma, 8 settembre – 4 ottobre, 4 dicembre 2020   Dal 15 settembre il Festival ArteScienza al Goethe-Institut Rom. Fino al 25 settembre tutti i giorni, concerti/installazione con gli...
  • Gabbarini: “A Genzano le scuole riaprono con tante incertezze Gabbarini: “A Genzano le scuole riaprono con tante incertezze. In ritardo lo scuolabus ai Landi”  “A dispetto di quello che sta avvenendo in molti Comuni anche dei Castelli Romani, dove...
  • Cena con Delitto Rock Una cena avvolta nel mistero. Arriva domani la Cena con Delitto Rock. 12 Settembre RedRock via del Casale Santarelli 123 Ingresso gratuito   Una serata tinta di giallo, avvolta nel...
  • La campanella suona ancora!  Pochi semplici suggerimenti rivolti ai genitori per sostenere i propri figli nella ripresa delle attività scolastiche   Dopo mesi di prolungata sospensione delle attività scolastiche in presenza, la scuola riapre...

Grande successo per lo spettacolo “Qualcosa in comune”

Grande successo per lo spettacolo “Qualcosa in comune”
Dicembre 13
12:20 2019

Grande successo per lo spettacolo “Qualcosa in comune”, con Milena MICONI, Nadia RINALDI  e Sofia GRAIANI, in scena al Teatro Tirso de Molina fino al 15 Dicembre.

Traspare chiaramente anche sul palco l’amicizia fra Nadia Rinaldi e Milena Miconi, che tornano insieme sul palco con “Qualcosa in comune” fino al 15 dicembre, per rappresentare i problemi che alcune donne si trovano ad affrontare giornalmente, come quello del tradimento. In questa commedia, scritta e diretta da Mauro Graiani, prodotto da Francesco Bellomo, che vede sul palco anche la giovanissima Sofia Graiani (figlia della Miconi), le due grandi amiche interpretano infatti due donne che scopriranno casualmente di essere innamorate dello stesso uomo. Mentre ridiamo ci troviamo però a riflettere allo stesso tempo su vari eventi drammatici in cui l’evento femminile è, purtroppo, sempre più frequentemente coinvolto.

 

Per dare voce alla gravità di questi casi, le due attrici, che oltre a condividere un’amicizia, condividono anche l’essere mamma, hanno pensato di far in modo che il teatro diventasse un punto di raccolta di latte in polvere e pannolini per Salvamamme, l’associazione che fornisce sostegno umano e psicologico alle mamme e ai bambini meno fortunati.

 

Tantissimi gli amici ed i colleghi seduti sulle poltrone rosse a vedere lo spettacolo e soprattutto a contribuire a questa iniziativa solidale: Carolina Ray, con l’amico conduttore Marco di Buono, Jane Alexander, Adriana Volpe, Stefano Pantano e la moglie Lucia Fattori.

 

Conquistati dalla naturalezza e la veridicità delle attrici anche altri ospiti tra cui: Vittorio Cecchi Gori, Roberta Garcia, Fanny Cadeo, Luca Capuano, Jgor Barbazza, Raffaello Balzo, Alex Partexano.

 

Applauditissime le tre attrici dalla platea gremita in cui c’erano anche Roselyne Mirialachi, Simone Ripa, Elisabetta Viaggi, Lino Bon, Karin Proia con il marito Raffaele Buranelli, Alberto Mandolesi, Antonietta Divizia, Mara Keplero, Franco Oppini che bacia Ada Alberti ed Emilio Sturla Furnò.

 

Moltissime soddisfazioni per le due attrici che riescono con questo spettacolo, dalle note dolci-amare, a sensibilizzare il pubblico e a farlo pensare attraverso il sorriso, una delle forze più grandi che ci siano.

 

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento