Notizie in Controluce

I premi finali di Albano Estate

 Ultime Notizie

I premi finali di Albano Estate

06 Settembre
16:55 2010

Per il teatro incetta di premi per Una volta nella vita presentato dalla compagnia I sani da legare. A loro il Premio Città di Albano Laziale per il miglior lavoro teatrale. Questa la motivazione della giuria: un cast omogeneo e spumeggiante nel quale ciascun componente, in ogni momento dell’azione teatrale, ha dimostrato affiatamento e coralità offendo al pubblico, in modo goliardico, uno spettacolo assai difficile e delicato dal punto di vista tecnico-ritmico, mirato a divertire per divertirsi.
La compagnia si è aggiudicata anche il premio come miglior attore non protagonista con Leonardo Alimonti in Achille, quello come miglior attrice protagonista con Barbara Seghetti nel ruolo dell’angelo e per la miglior regia, sotto la guida di Gianni Uda.

Due i premi per lo spettacolo Metti una sera… Campanile, come miglior attrice non protagonista con Betty Bianchini e per il miglior gradimento di pubblico. Altrettanti sono andati alla commedia Un caso fortunato per l’interpretazione di Enrico Cappelli come miglior attore protagonista e per l’allestimento scenico. Premio simpatia assegnato invece alla compagnia degli Scoordinati per Suicidio Collettivo, che si è aggiudicato anche il riconoscimento come miglior attrice caratterista con Martina Cardillo.

Tre i vincitori del concorso canoro Sarai Grande. Primo classificato Luca Mariotti, seconda Marta Nicolace e terzo Riccardo Fratarcangeli. Non è mancato però un riconoscimento anche a Mirko Birnoni per la miglior interpretazione e alla giovane Luna che ha ricevuto il consenso del pubblico, chiamato ed esprimersi con un messaggio telefonico.

«Siamo convinti che questo sia solo il primo passo – afferma l’assessore allo Spettacolo Vincenzo Santoro – verso l’istituzionalizzazione di un premio che consenta ai giovani talenti di farsi avanti ed avere la possibilità di esibirsi su di un palco importante, mettendo alla prova carattere e personalità. Questi ragazzi sono stati grandiosi, e hanno le carte in regola per poter fare molto nel loro campo di appartenenza. Speriamo, come amministrazione, di aver contribuito a spingerli un pizzico più in alto».

Premi Teatro:
PREMIO SIMPATIA
alla compagnia gli Scoordinati per la commedia Suicidio Collettivo
Motivazione: una compagnia giovane che con molto impegno e coraggio si è cimentata in un difficile lavoro teatrale di Peppino de Filippo. Il risultato è stato uno spettacolo divertente che è riuscito ad ammiccare al pubblico senza mai avere cadute di stile.

MIGLIOR ATTRICE CARATTERISTA
Martina Cardillo, per l’ interpretazione della cameriera in Suicidio collettivo
Motivazione: un’interpretazione dolce e disincantata, piena di sottile ironia, in un ruolo secondario che diventa protagonista in un finale a sorpresa. Il risultato è una divertente prova di attrice che ha conquistato il pubblico.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Betty Bianchini, per la sua interpretazione in Metti una sera….Campanile
Motivazione: per la sua capacità di caratterizzare più personaggi, anche maschili, dando ad ognuno il senso voluto dall’autore nella logica intrinseca del lavoro teatrale. Davvero encomiabile la sua padronanza della scena.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Leonardo Alimonti, per l’interpretazione di Achille in Una volta nella vita
Motivazione: un’ interpretazione che evidenzia l’arguzia e la brillante conduzione di un gioco sottile e perverso, nel quale l’attore sfodera brillanti capacità mimiche, favorite dall’interpretazione parallela dei coprotagonisti di Una volta nella vita: una commedia davvero esilarante.

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Barbara Seghetti, per l’ interpretazione dell’angelo in Una volta nella vita
Motivazione: un personaggio quasi inaspettato che emerge e si impone in modo incisivo ed a sorpresa sul finale della commedia, che con la sua verve naturale riesce ad attirare l’attenzione degli spettatori, conquistandoli con l’innata e contagiosa simpatia.

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Enrico Cappelli, per la sua interpretazione in Un caso fortunato
Motivazione: ha interpretato con personalità, gestualità comica e simpatia il ruolo assegnatogli, calandosi ottimamente nel personaggio, tanto da rendere partecipi gli spettatori con gradevoli battute e sfumature aderenti al copione stesso e con un effetto semplice ed efficace.

PREMIO MIGLIOR SCENOGRAFIA
Alla compagnia Il Teatrone, per l’allestimento scenico della commedia Un caso fortunato
Motivazione: per aver saputo creare un’ottima cornice scenica che non lascia nulla al caso, dal colore delle pareti allo stile del mobilio, alla cura dei costumi, con cambi di scena geniali in un contesto difficile che non prevedeva, negli intervalli tra i vari atti, la chiusura del sipario.

PREMIO MIGLIOR REGIA
Gianni Uda, per il lavoro teatrale Una volta nella vita
Motivazione: ha saputo mettere in scena con maestria un lavoro teatrale giocato solo sulle capacità dei protagonisti, rendendolo fruibile al pubblico con inventiva e con la fluidità del movimento scenico. Ottima l’idea degli attori sempre in scena che ha supportato il minimalismo scenografico. Buono il ritmo teatrale e ben diretti tutti gli attori, grazie anche al suo ruolo di attore-regista.

MIGLIOR GRADIMENTO DEL PUBBLICO
Alla commedia Metti una sera….Campanile presentata dalla compagnia Cento storie
Motivazione: lo spettacolo articolato in più sketch e l’alternanza dei ruoli tra le tre attrici, ha suscitato grande simpatia e ilarità. Raccogliendo il gradimento del numeroso pubblico presente.

MIGLIOR LAVORO TEATRALE
Una volta nella vita, presentato dalla compagnia I sani da legare
Motivazione: un cast omogeneo e spumeggiante nel quale ciascun componente, in ogni momento dell’azione teatrale, ha dimostrato affiatamento e coralità offendo al pubblico, in modo goliardico, uno spettacolo assai difficile e delicato dal punto di vista tecnico-ritmico, mirato a divertire per divertirsi.

Premi Sarai Grande:
1° classificato, Luca Mariotti
2° classificato MARTA NICOLACE
3° classificato RICCARDO FRATARCANGELI
Migliore interpretazione MIRKO BRINONI

 

Articoli Simili