Notizie in Controluce

Il 2015 porta via artisti all’arte

 Ultime Notizie
  •  IL TRENO PER SCOPRIRE PAESAGGI E RISPETTARE IL PIANETA Riceviamo dal un nostro lettore e volentieri pubblichiamo Ho realizzato una pagina su Facebook   “IL TRENO PER SCOPRIRE PAESAGGI E RISPETTARE IL PIANETA” con l’obbiettivo di rivalutare il treno e...
  • DIRITTO AL RESPIRO Si è tenuto a Colonna, in data 10/01/2020, presso la sala Elsa Morante, dalle ore 17:00, la conferenza “DIRITTO AL RESPIRO. Conferenza pubblica sulle emissioni odorigene”. Organizzata da Associazione Aria...
  • Velletri – L’ ATTUALE STENDARDO DI S. ANTONIO ABATE COMPIE VENT’ANNI Ci avviciniamo alla tradizione Festa in onore di S. Antonio Abate, fermiamoci a parlare del celebre stendardo e della sua storia. Vessillo dell’Università dei Carrettieri e Mulattieri fondata nel 1624,...
  • Piano di gestione del daino nel Parco nazionale del Circeo Piano di gestione del daino nel Parco nazionale del Circeo Legambiente “Nessuna strumentalizzazione di una vicenda delicata e di importanza strategica per gli equilibri ecologici dell’area protetta” Il tema della...
  • POSTE ITALIANE SOSTIENE LE CELEBRAZIONI PER I 700 ANNI DI DANTE ALIGHIERI  Il Gruppo guidato dall’ad Del Fante offrirà il suo contributo in ricordo del sommo poeta alle iniziative previste nel 2021 in 70 Comuni italiani, in coerenza con gli impegni per...
  • CENTO FELLINI LUCIA MIRISOLA – RUGGERO MASTROIANNI – FEDERICO FELLINI Il prossimo 20 Gennaio, si compiranno i cento anni dalla nascita di Federico Fellini e il Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola...

Il 2015 porta via artisti all’arte

26 Novembre
18:07 2015

Lontano dalle polemiche o dalle cronache sanguinose che hanno già macchiato l’inizio di questo 2015, si constata la perdita di alcuni artisti e intellettuali importanti per la nostra cultura come Pino Daniele per la musica, il maestro Francesco Rosi per il cinema impegnato e d’inchiesta, gli internazionali fumettisti satirici Charb, Cabu, Tignous e Wolinski.

Pino Daniele, chitarrista autodidatta, è arrivato a suonare assieme ai suoi miti Pat Metheny ed Eric Clapton, oltre che con altri musicisti di fama mondiale, imprimendo alla tradizione musicale partenopea e alla capacità di paroliere il ritmo mediterraneo che ritroviamo in molti dei suoi dischi e che ha influenzato molte band ispirate al suo sound, e prima a quello di Napoli Centrale, dell’amico James Senese. La scomparsa prematura di Daniele segna un vuoto nella musica italiana e fra i simboli positivi che dalla città di Napoli si spandono per tutta la penisola.
Dello scomparso Rosi, anch’egli di natali napoletani, oltre Le mani sulla città ricordiamo film come Salvatore Giuliano, Il caso Mattei e I magliari. In questi due ultimi titoli si individuano, grazie anche alle straordinarie prove d’attori di Gian Maria Volonté e Alberto Sordi, le declinazioni, agli antipodi s’intende, di un carattere tutto italiano accomunate solo da una forte dose di creatività.
Degli amati e forse anche contestati fumettisti satirici Charb, Cabu, Tignous e Wolinski (tutti nomi d’arte tranne quello vero di Wolinski) caduti durante la prima riunione redazionale dell’anno, alcuni noti ai lettori di Internazionale, rivista settimanale di geopolitica, cosa dire? Forse qualcosa attorno alla satira e più specificamente sull’umorismo, sul ridere di sé, comportamento o smorfia che distingue l’uomo dalla sua parte animale: ogni argomento, anche il più grave, diviene insostenibile senza poterlo volgere al riso; in particolare la satira ce lo ricorda e sarà difficile trovare una satira politicamente corretta che non diventi subito di ispirazione per altra satira. Difficile ‘regolamentare’ la libertà d’espressione senza che qualcuno ne resti imbavagliato.
Come se non bastasse se n’è volata via anche un’icona del cinema italiano come Anita Ekberg, della quale si ricorda l’immagine felliniana del bagno nella Fontana di Trevi, al pari della altera e solare bellezza bionda. Proprio lei con il suo «Marcello, come here!» torna a ricordarci, quasi a chiusura di un paio di brutte settimane, che ‘la dolce vita’, semmai è esistita, è stata un momento, un attimo da cogliere e conservare tra i pochi ricordi leggeri, quasi felici… di intere esistenze.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento