Notizie in Controluce

IL 44,7% DEGLI ABITANTI DEL LAZIO HA UN FINANZIAMENTO IN CORSO

 Ultime Notizie

IL 44,7% DEGLI ABITANTI DEL LAZIO HA UN FINANZIAMENTO IN CORSO

Settembre 14
11:08 2020

IL 44,7% DEGLI ABITANTI DEL LAZIO HA UN FINANZIAMENTO IN CORSO E NEL I SEMESTRE DEL 2020 HANNO RIMBORSATO OGNI MESE RATE PER UN IMPORTO PARI A 309 EURO.

 

Nel portafoglio delle famiglie, oltre il 48% dei contratti attivi riguarda un prestito finalizzato mentre l’incidenza dei mutui è inferiore alla media nazionale.

 

Lo studio di Mister Credit – CRIF fotografa i principali indicatori relativi all’utilizzo del credito rateale da parte dei consumatori del Lazio.

Bologna, 14 settembre 2020 – In un contesto di progressivo recupero delle richieste di mutui e prestiti da parte delle famiglie, tornate stabilmente sui livelli pre emergenza Covid-19, Mister Credit – l’area di CRIF che si occupa dello sviluppo di soluzioni e strumenti educational per i consumatori – ha consolidato l’aggiornamento relativo al I semestre 2020 della Mappa del Credito, lo studio sull’utilizzo dei finanziamenti rateali da parte degli italiani.

Dall’analisi dei dati disponibili in EURISC, il sistema di informazioni creditizie gestito da CRIF, emerge che il 41,3% della popolazione maggiorenne residente in Italia risulta avere almeno un contratto di credito rateale attivo (+4,8% rispetto alla precedente rilevazione). Il progressivo allargamento della platea di consumatori che hanno scelto di far ricorso a un finanziamento per sostenere i propri progetti di spesa è favorito da condizioni di offerta ancora favorevoli unite ad una elevata sostenibilità del debito, con il tasso di default del credito al dettaglio considerato nel suo complesso stabile all’1,6%.

A livello pro-capite, la rata media rimborsa ogni mese è pari a 333 euro (-3,2% rispetto ad un anno fa) mentre l’esposizione residua – intesa come somma degli importi pro-capite ancora da rimborsare in futuro per estinguere i contratti in essere – è pari a 32.253 euro (anch’essa in calo del -2,5%). Per altro questi valori sono fortemente condizionati dalla componente dei mutui per l’acquisto di abitazioni, che rappresentano il 21,4% sul totale dei finanziamenti attivi.

La Mappa del Credito NEL LAZIO

Entrando nel dettaglio regionale, dallo studio emerge che nel Lazio il 44,7% della popolazione maggiorenne ha un rapporto di finanziamento in corso. L’accentuazione maggiore si registra a Roma, con il 48,0%, davanti a Latina, con il 45,9%, e a Viterbo, con il 44,7%. La propensione minore dei cittadini a far ricorso al credito per sostenere i propri progetti di spesa si registra, invece, a Rieti, con il 41,4%.

L’incidenza dei mutui all’interno del portafoglio delle famiglie è più bassa rispetto alla media nazionale, con un peso pari al 18,0% sul totale, dato che colloca la regione al 14° posto assoluto della graduatoria nazionale, guidata dal Friuli Venezia-Giulia. I prestiti personali, invece, rappresentano il 33,2% del totale dei contratti di credito attivi mentre i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi spiegano il restante 48,7%.

A livello provinciale, Roma guida la classifica regionale per quanto riguarda l’incidenza dei mutui, con una quota del 23,2%, Latina si distingue per un maggiore utilizzo dei prestiti finalizzati, con il 53,0%, dato che la colloca al 7° posto a livello nazionale, mentre Rieti vanta il primato relativamente ai prestiti personali, con una quota pari al 37,3% sul totale dei contratti di credito attivi.

PROVINCE % mutui % prestiti personali % prestiti finalizzati
VITERBO 20,2% 33,1% 46,7%
RIETI 16,8% 37,3% 45,9%
ROMA 23,2% 28,7% 48,1%
LATINA 16,1% 30,9% 53,0%
FROSINONE 13,8% 36,2% 50,0%
LAZIO 18,0% 33,2% 48,7%
TOTALE ITALIA 21,4% 32,4% 46,2%

Fonte: la Mappa del Credito – Mister Credit-CRIF

L’importo della rata media mensile pro-capite

Dallo studio realizzato da MisterCredit emerge che le regioni in cui i cittadini hanno sostenuto la rata mensile più elevata sono state il Trentino-Alto Adige, con 432 euro, il Veneto e la Lombardia, entrambe con 377 euro. Il Lazio si colloca al 12° posto assoluto, con una rata mensile pari a 309 euro, al di sotto della media nazionale.

Entrando nel dettaglio provinciale spicca Roma che, con una rata media mensile pari a 370 euro, si posiziona al 23° posto assoluto nella graduatoria nazionale. Seguono Viterbo con 312 euro e Latina, con 297 euro.

PROVINCE RATA MEDIA MENSILE
VITERBO  €   312
RIETI  €   281
ROMA  €   370
LATINA  €   297
FROSINONE  €   284
LAZIO €   309
TOTALE ITALIA  €   333

Fonte: la Mappa del Credito – Mister Credit-CRIF

 

 

L’ammontare residuo ancora da rimborsare

Analogamente a quanto evidenziato a proposito della rata media mensile, relativamente all’ammontare residuo per estinguere i finanziamenti attivi troviamo il Trentino-Alto Adige al primo posto del ranking nazionale, con 43.546 euro pro capite, mentre il Lazio, con 30.950 euro, si colloca all’11° posto.

La provincia laziale in cui l’esposizione residua risulta essere più elevata è Roma, con 45.297 euro (al 3° posto assoluto nel ranking nazionale capeggiato da Bolzano con 52.168 euro), in virtù del peso significativo della componente mutui collegato ad abitazioni di valore sovente superiore alla media. Quella che risulta meno esposta è Frosinone, con un 23.749 euro.

PROVINCE AMMONTARE RESIDUO 
VITERBO  €  30.271
RIETI  €  27.179
ROMA  €  45.267
LATINA  €  28.285
FROSINONE  €  23.749
LAZIO €   30.950
TOTALE ITALIA €   32.253

Fonte: la Mappa del Credito – Mister Credit-CRIF

“Dall’ultimo aggiornamento della Mappa del Credito è possibile trarre una fotografia estremamente puntuale e dettagliata della propensione delle famiglie a fare ricorso al credito per finanziare l’acquisto di un’abitazione o per sostenere i propri consumi – illustra Beatrice Rubini, Direttore della linea Mister Credit di CRIF -.  La dinamica in atto nella prima metà dell’anno è stata profondamente condizionata dal diffondersi della pandemia, con i consumatori che hanno adottato un atteggiamento prudente e posto grande attenzione alla sostenibilità degli impegni assunti, optando per rate mensili non troppo pesanti rispetto al reddito disponibile e piani di rimborso più lunghi. Questo ha consentito di tenere sotto controllo la regolarità del rimborso dei finanziamenti, agevolata anche dalla moratoria varata dal Governo per la sospensione del pagamento delle rate di chi si fosse trovato in difficoltà a causa della pandemia”.

 

 

 

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento