Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

IL CONDONO DELLE CARTELLE ESATTORIALI AD ALBANO LAZIALE E UNA DEMOCRAZIA ZOPPA

IL CONDONO DELLE CARTELLE ESATTORIALI AD ALBANO LAZIALE E UNA DEMOCRAZIA ZOPPA
Gennaio 15
17:11 2023

 

La Legge di bilancio 2023 prevede lo stralcio delle cosiddette mini-cartelle, l’annullamento delle cartelle esattoriali fino a 1.000 euro tra gli anni 2000 e 2015. Una scelta, ha spiegato il governo, per un “approccio diverso” verso i contribuenti, per “instaurare un rapporto con il fisco non più conflittuale”. Ma anche, e soprattutto, per smaltire il magazzino crediti dell’Agenzia delle Entrate che conta 19 milioni di italiani con debiti pendenti per un totale di 1.132 miliardi di euro di crediti definiti inesigibili. Siamo alla dodicesima sanatoria fiscale.

Tra questi crediti, un’ampia parte è costituita da multe non pagate. Viene riscosso appena il 45% delle sanzioni per il mancato rispetto del Codice della Strada. Il 90% dei crediti dei Comuni deriva da multe e imposte comunali; quelli sotto i 1.000 euro sono proprio dovuti alle violazioni stradali che si confermano una buona fonte di introiti per le amministrazioni locali, sempre alle prese con problemi di bilancio. Ma la maggior parte dei Comuni, soprattutto nel Mezzogiorno, fatica a riscuotere quanto dovuto. A Napoli nel 2021, è stato pagato solo il 15,9% delle sanzioni arrivate. A Roma il 35,2%. A Milano si arriva al 55%.

La Legge di bilancio 2023 dà dunque la possibilità ai singoli Comuni di decidere sui propri crediti. Le multe stradali fino a 1.000 euro e fino al 2015 saranno cancellate solo se le singole amministrazioni daranno l’approvazione, in caso contrario continueranno il loro percorso per la riscossione.

Intanto i Comuni sono al lavoro per calcolare se e quanto costerebbe alle casse «rinunciare» ai propri crediti. Il Comune di Roma Capitale non sembra intenzionato a fare alcuno sconto: alle casse comunali arriverebbe a costare 240 milioni di euro. Stesso orientamento anche a Milano, dove in realtà la riscossione va spedita, ma il Comune già nel 2019 decise di non aderire alla “pace fiscale” per “garantire l’equità nei confronti di quei cittadini, la maggioranza, che hanno pagato per tempo i tributi e le sanzioni”.

Da un rapido calcolo risulta che, se i debitori avessero messo da parte un soldino di un euro per poco più di tre anni (visto che le cartelle riguardano un periodo di cinque anni) potrebbero agevolmente pagare il dovuto, come hanno fatto tutti coloro che hanno assolto il proprio dovere fiscale. Sta ora all’amministrazione comunale di Albano operare una scelta tutta politica, ed anche etica: scegliere se premiare i renitenti-evasori o applicare i principi costituzionali di fedeltà fiscale dando al contempo un po’ di ossigeno all’asfittico bilancio comunale che, pare, non consente nemmeno di eseguire le necessarie riparazioni come quella della ringhiera divelta e abbandonata di Villa Doria illustrata nella foto.

Ad Albano Laziale i cittadini si aspettano dunque di sapere se l’amministrazione comunale deciderà di richiedere le somme dovute ma non pagate, di quale cifra si tratta, in quali tempi ritiene di poter riscuotere i crediti, o se deciderà di rinunciarvi. E i tempi sono stretti: la decisione va presa entro il 31 gennaio 2023.

La domanda, che dovrebbe essere posta almeno dalla minoranza in consiglio comunale che notoriamente non brilla nel suo ruolo di opposizione, è rivolta in particolare all’assessore al bilancio che, però, ad Albano Laziale non c’è.

Da che parte starà l’amministrazione comunale che deciderà, in solitaria, su questa tenzone tra evasori, sostenuti da un governo “bottegaro” che persevera con i condoni fiscali, ed i cittadini che fanno il proprio dovere e pagano le multe? La risposta, corredata dall’approfondito documento di analisi della complessa tematica sicuramente in avanzata fase di elaborazione, e che sarà senza dubbio reso disponibile sul sito del Comune, dovrà giungere tra due settimane.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Gennaio 2023
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”