Notizie in Controluce

IL MONDO DI LUIGI MAGNI conservato dalla città di Velletri

 Ultime Notizie

IL MONDO DI LUIGI MAGNI conservato dalla città di Velletri

IL MONDO DI LUIGI MAGNI conservato dalla città di Velletri
Settembre 22
09:18 2020

A Velletri presso il Polo Espositivo “Juana Romani” dell’Istituto Cesare Battisti si conserva la memoria di Luigi Magni e Lucia Mirisola

IL MONDO DI LUIGI MAGNI conservato dalla città di Velletri

La signora Lucia Mirisola, moglie e scenografa – costumista del regista romano LUIGI MAGNI, per volontà testamentaria ha disposto che tutto il materiale raccolto in oltre mezzo secolo di carriera dal marito e da lei come scenografa e costumista, dopo essere stato catalogato e inventariato fosse affidato dall’erede Avvocato Leila Benhar ad una istituzione che si assumesse il compito di conservarlo e renderlo fruibile alle future generazioni. L’ Avvocato Benhar e l’associazione “Luigi e Lucia Magni” con Massimo Castellani in prima persona hanno scelto per adempiere alle volontà della signora Magni, il museo inaugurato a Velletri nel 2018 anche perché Velletri grazie alla sensibilità dell’amministrazione comunale è stata la prima città in Italia a dedicare una strada al maestro romano, quando la giunta capitolina nicchiava e prendeva tempo per deliberare di dedicare un luogo pubblico a colui che Roma l’ha cantata nei suoi film. Dalla casa e dallo studio di Via del Babuino sono arrivati a Velletri materiali che saranno il fiore all’occhiello della città. Si tratta di oggetti di scena gelosamente conservati dalla Mirisola , premi tra questi i cinque David di Donatello vinti dalla coppia, tre sono del regista e due della signora, i tre nastri d’argento della Mirisola. Sceneggiature originali comprese dei manoscritti di film come Nell’Anno del Signore – In nome del Papa Re, giusto per citarne alcuni. Le foto di scena, la documentazione dei sopraluoghi che unita a quella per i costumi e le scenografie ci permette di ricostruire nei dettagli la storia di ogni film e del periodo storico in cui sono ambientati. Sono conservate a Velletri anche le biblioteche della coppia che sono la testimonianza della profonda ricerca storica che precedeva la stesura delle sceneggiature e la realizzazione dei costumi. Tutto questo permette al visitatore di entrare toccandolo con mano nel mondo di questa coppia che a scritto pagine fondamentali della storia del cinema storico italiano. I fondi sono gelosamente custoditi dalla Fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola presso il Polo Espositivo Juana Romani dell’ Istituto d’Istruzione Superiore Cesare Battisti rendendo la prestigiosa istituzione scolastica veliterna lo scrigno ideale che conserva cotanta memoria. Tutto questo è perfettamente in linea con le disposizioni della Signora Lucia che dicono di divulgare la memoria anche attraverso progetti scolastici e tra i giovani. Il Cesare Battisti di Velletri ha questa fortuna quella di essere tra le mura della struttura che è stata sede dell’Istituto d’Arte e del Liceo Artistico Juana Romani fino al 2014 ed oggi affidata dal dirigente scolastico Eugenio Dibennardo al Circolo Artistico La Pallade Veliterna, fiero custode della storia di Roma attraverso il mondo di Gigi Magni. Molta gente uscendo dalle sale espositive ha detto sembra di uscire da casa Magni. Obbiettivo questo raggiunto grazie alla lungimiranza del Dirigente Dibennardo dell’ Assessore (oggi Sindaco) Orlando Pocci – degli ex Assessori Luca Masi e Marcello Pontecorvi che hanno creduto nel progetto iniziato in occasione della Festa dell’Uva del 2017 e proseguito in questi anni facendo di Velletri e del Polo Juana Romani una realtà ormai conosciuta e apprezzata nel mondo artistico romano e nell’ambiente del vero cinema italiano, tanto da essere visitata in questo ultimo periodo da personalità come Maria Paola Trovajoli – Francesca e Federica Mastroianni – Ermina Ferrari Manfredi – Massimo Wertmuller – Flavio Bucci – Lorenzo Baraldi e Gianna Gissi.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento