Notizie in Controluce

IL POTERE DELLA BUROCRAZIA. FOTOCOPIE E DIFESA DELL’AMBIENTE E DEI CITTADINI

 Ultime Notizie

IL POTERE DELLA BUROCRAZIA. FOTOCOPIE E DIFESA DELL’AMBIENTE E DEI CITTADINI

IL POTERE DELLA BUROCRAZIA.  FOTOCOPIE E DIFESA DELL’AMBIENTE E DEI CITTADINI
Ottobre 26
21:06 2020

La parola burocrazia è un termine proveniente dal francese, secondo alcuni databile all’anno 1759 e inventato dall’economista Vincent de Gournay, ibrido di francese bureau ufficio, e greco kratos potere: il potere degli uffici. In democrazia (démos e kratos) il potere è del popolo, ma talvolta il cittadino si trova a essere soggetto a quello degli uffici, del funzionario dietro alla scrivania, dunque della burocrazia.

Questo articolo si sofferma su alcune inaccettabili manifestazioni di potere della burocrazia che cozzano con il buon senso, con il rispetto dell’ambiente, con costi impropri e con i diritti dei cittadini in uno stato democratico.

Il punto di partenza è l’uso improprio delle fotocopie.

Nel corso degli anni è progressivamente invalsa negli uffici l’abitudine di inserire nella famosa “cartella della pratica” di cui è responsabile il funzionario svariati documenti, anche inutili, che possano dimostrare che la pratica è stata ben istruita, in vista di possibili controlli. Dunque “una fotocopia in più non fa mai male”. Secondo questo insano principio, vengono prodotte ogni anno milioni di fotocopie inutili e in spregio alla legge fondamentale che prevede, tra l’altro, che una amministrazione non può chiedere al cittadino documenti in possesso di altre amministrazioni (legge 212 del 2000, art 6, comma 4). In questo modo si tagliano alberi, si produce toner che inquina, si intasano gli archivi in cui si deposita la polvere su inutili documenti. Tutto questo è uno spreco pagato dai cittadini.

Un esempio è costituito dalla richiesta, da parte dell’Ufficio tributi del Comune di Albano Laziale, della fotocopia dei contratti concordati per la riduzione dell’aliquota IMU, laddove tali documenti erano disponibili presso l’Agenzia delle entrate. Nel 2017, dopo la presentazione di un’interpellanza in consiglio comunale, tale pratica è stata sospesa.

Ovviamente in molti casi la fotocopia è uno strumento necessario per il buon andamento dell’amministrazione e quindi il punto è verificare quando è veramente necessario ricorrere a tale soluzione.

Fin qui si è trattato del buon senso, del rispetto dell’ambiente e dei costi impropri.

Ma capita anche che la burocrazia richieda impropriamente al cittadino di produrre lui stesso le fotocopie. A un contribuente è stato negato all’Ufficio delle entrate di Albano Laziale il diritto di registrare un contratto in quanto non aveva la fotocopia del documento di identità. Come se, quando un cittadino fermato per un controllo di polizia, debba non soltanto mostrare la carta di identità ma anche la sua fotocopia – cosa che ovviamente non avviene: la legge su questo punto è chiara, l’agente trascrive i dati. L’illiceità della richiesta è stata fatta oggetto di una comunicazione alla direzione generale dell’Agenzia delle entrate ma, dopo oltre un mese, tutto è come prima. Da un punto di vista giuridico siamo di fronte a un caso di rifiuto di un pubblico ufficiale di un atto del suo ufficio (codice penale, art. 328). Va ricordato che fino a qualche tempo fa la fotocopia veniva fatta dal funzionario dell’ufficio. Si può supporre che vi sia stato un cambiamento di strategia: riduzione dei costi di gestione dell’ufficio scaricati sul contribuente che spesso non è al corrente della procedura e dei suoi diritti, e che si vede costretto a vagare per la città in cerca di una cartoleria.

Siamo di fronte dunque a un fenomeno di portata nazionale.

Tornando alla definizione di burocrazia, il dizionario riporta che “nell’uso della parola, è in genere implicita un’allusione negativa”, ma non va dimenticato che la burocrazia è uno degli assi portanti delle società avanzate che può e deve essere criticata per le sue inefficienze, ma non demonizzata. Sta alle organizzazioni pubbliche italiane, peraltro spesso di notevole e talvolta elevata qualità, con funzionari che, specialmente in questo periodo di Covid, sono impegnati con dedizione e impegno a svolgere il proprio delicato compito, guadagnarsi giorno per giorno la stima dei cittadini.

Articoli Simili

1 Commento

  1. Marcus
    Marcus Ottobre 27, 08:59

    Per richiedere il buono bici occorre scaricare la fattura elettronica alla agenzia delle entrate per rimandarlo scanzonata alla agenzia delle entrate!!!

    Reply to this comment

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Slideshow

Edizioni Controluce