Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Il Potlach a Velletri: la vita è una festa

Il Potlach a Velletri: la vita è una festa
Marzo 20
21:02 2014

1521557 10203499795486127 1484078133 nPer la rassegna SCENA CONTEMPORANEA Domenica scorsa è andato in scena il Potlach all’Artemisio di Velletri. Un viaggio attraverso l’avanspettacolo e il periodo della rivista, della commedia italiana, toccando i celeberrimi film di Fellini, un vero atto d’amore verso il Maestro romagnolo di nascita ma conosciuto in tutto il mondo.

20140316 184154ridottaVedere una compagnia , come il Potlach, che ha concluso da poco la sua tournée in Cina, arrivare a Velletri e lavorare sodo per un montaggio che ha richiesto una giornata intera è veramente soddisfacente. La compagnia si è messa a disposizione del teatro e della città, come anche in passato è successo, proprio perché sono persone che credono fermamente nel lavoro che fanno – alcuni di loro da più di sei lustri. L’obiettivo da noi sempre condiviso è il confronto, proprio per dare opportunità – soprattutto ai giovani – di conoscere realtà diverse e confrontarsi con loro. Sappiamo anche che nonostante le apparenti dimensioni territoriali ed anagrafiche, Velletri (e più in generale i Castelli Romani, come anche le province sud-laziali) soffra di un certo autoreferenzialismo dovuto all’isolamento geografico e culturale.

20140316 190812ridottaChi sarebbe fruitore di spettacoli e cultura poi, nella classe medio-borghese, che dovrebbe rappresentare uno dei target di pubblico dell’Artemisio in una sorta di responsabile snobbismo preferisce andare a Roma piuttosto, nell’illusoria convinzione che la qualità sia garantita dal luogo forse. Oltre a tutti i cori di osanna sulla riapertura del Teatro, prima di tutto l’utenza veliterna è chiamata a sostenere il Teatro nel tempo e non per eventi puntuativi o legati a particolari rapporti di affettività o parentela. Volonté, a cui non a caso l’Artemisio è intitolato, era un uomo di spettacolo prima di tutto, innamorato del Teatro e da lui traiamo l’insegnamento per far sopravvivere questa avventura, che dura da 5000 anni e che resterà dopo di noi singoli individui che siamo soltanto di passaggio.
Tornando al Potlach durante lo spettacolo si è passati dalla famosa gag “Avete visto a Carlo?” trasformata in tormentone comico e fisico alle note maliconiche del trombone del Clown Bianco che chiede al pubblico presente “Sono stanco, posso andar via?”. Scende la neve silenziosa e poi la ripetuta raffica di vento – a noi ormai nota – spazza via le carte da palco e i pensieri dalla mente, ci disorienta come il nonno felliniano che si perde nella nebbia, ma ci ricorda che la vita è una festa.
Prossimi appuntamenti di Marzo da non perdere Domenica 23 Marzo alle ore 18,00, in pomeridiana , per SCENA CONTEMPORANEA la compagnia di danza cie twain phisical dance theatre presenta “Lei e Tancredi” tratto dalla Gerusalemme Liberta del Tasso, quindi sabato 29 marzo ore 21,00 il Teatro della Luce e dell’Ombra porterà in scena un trittico shakespeariano “Otello ultimo atto”.

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”