Notizie in Controluce

Il Programma Europa Creativa e le opportunità europee nel settore cultura

 Ultime Notizie

Il Programma Europa Creativa e le opportunità europee nel settore cultura

Il Programma Europa Creativa e le opportunità europee nel settore cultura
Settembre 18
11:23 2018

Europa Creativa (Creative Europe) è uno tra i programmi che l’Unione Europea mette a disposizione per tutti gli organismi pubblici e privati, le istituzioni, le associazioni e le imprese attive nei settori culturali e creativi.

L’obiettivo è quello di promuovere e salvaguardare il patrimonio culturale europeo, nonché rafforzare la competitività dei settori culturali e creativi.

In particolare il programma mira a:

 – sostenere la capacità dei settori culturali e creativi europei di operare a livello transnazionale e internazionale;

– promuovere la circolazione transnazionale delle opere e la mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi, soprattutto degli artisti, nonché raggiungere un nuovo e più ampio pubblico, con particolare riguardo ai bambini, ai giovani, alle persone disabili e ai gruppi sottorappresentati;

– rafforzare in modo sostenibile la capacità finanziaria delle PMI e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni dei settori culturali e creativi;

– sostenere la cooperazione politica transnazionale al fine di favorire lo sviluppo delle politiche, l’innovazione, l’audience development (sviluppo del pubblico) e nuovi modelli di business nei settori culturali e creativi.

Europa Creativa si struttura in due sottoprogrammi settoriali ed uno specifico programma transettoriale.

I sottoprogrammi settoriali sono dedicati uno al settore culturale e creativo (Sottoprogramma Cultura) e l’altro al settore dell’audiovisivo (Sottoprogramma Media). Entrambi finanziano progetti mirati a rafforzare le capacità del settore di operare a livello transnazionale ed a promuovere la circolazione e la mobilità transnazionale.

  • Il sottoprogramma Cultura finanzia:

– I progetti di cooperazione transnazionale che coinvolgono organizzazioni culturali e creative di differenti Paesi, per realizzare attività settoriali o transettoriali;

– Le attività realizzate da reti europee di organizzazioni culturali e creative di differenti Paesi;

– Le attività promosse da organizzazioni a vocazione europea per favorire lo sviluppo di talenti emergenti, la mobilità transnazionale degli operatori e la circolazione delle opere;

– I progetti di traduzione letteraria;

– Le azioni specifiche volte a dare maggiore visibilità e favorire la conoscenza della ricchezza e della diversità delle culture europee, nonché a stimolare il dialogo interculturale e la comprensione reciproca.

  • Il sottoprogramma Media finanzia:

– La formazione per l’acquisizione e l’aggiornamento delle competenze dei professionisti del settore, la condivisione di conoscenze e la creazione di reti, inclusa l’integrazione delle tecnologie digitali;

– Lo sviluppo di opere audiovisive europee, in particolare film e opere televisive (fiction, documentari, animazione), nonché opere interattive (videogiochi e contenuti multimediali), dotate di maggiore potenziale di circolazione transfrontaliera;

– Le attività volte a favorire le coproduzioni europee ed internazionali di opere audiovisive, anche televisive;

– Le attività che aiutino i partner delle coproduzioni europee e internazionali a incontrarsi e/o che forniscano sostegno indiretto alle opere coprodotte da fondi di coproduzione internazionali;

– Le misure volte a facilitare l`accesso alle manifestazioni commerciali e ai mercati professionali dell’audiovisivo, nonché l`uso di strumenti di business online sia all`interno che all`esterno dell`UE;

– Il sostegno alla distribuzione di film europei non nazionali, sia attraverso le sale cinematografiche che su altre piattaforme, e alle attività di vendita internazionale, in particolare la sottotitolazione, il doppiaggio e l’audiodescrizione delle opere audiovisive;

– I progetti di cooperazione internazionale volti a facilitare la circolazione dei film europei nel mondo e di film internazionali nell’UE su tutte le piattaforme;

– Il sostegno a una rete europea di sale cinematografiche con una programmazione significativa di film europei non nazionali;

– Le iniziative volte a presentare e promuovere la diversità delle opere audiovisive europee, tra cui festival e altri eventi promozionali;

– Le attività volte a promuovere l‘alfabetizzazione cinematografica e ad accrescere la conoscenza e l’interesse del pubblico sulle opere audiovisive europee, compreso il patrimonio cinematografico, soprattutto fra i giovani;

– Le azioni innovative che sperimentano nuovi modelli e strumenti di business in settori che potrebbero essere influenzati dall’introduzione e dall’uso delle tecnologie digitali.

Oltre ai due sottoprogammi settoriali, Europa Creativa offre un ulteriore possibilità attraverso il programma transettoriale che comprende uno strumento di garanzia per i settori culturali e creativi, gestito dal Fondo Europeo per gli investimenti e volto a facilitare l’accesso ai finanziamenti da parte delle PMI e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni, fornendo garanzie agli intermediari finanziari nazionali. 

Il programma Europa creativa sarà attivo fino al 31 dicembre del 2020. Per poter partecipare è necessario far riferimento alle call for proposal (inviti a presentare proposte) che vengono aperte generalmente due volte l’anno per ciascun settore.

Al momento risulta aperto un solo bando destinato alle società di distribuzione cinematografica per il sostegno automatico alla distribuzione dei film non nazionali. Il termine per le presentazioni delle domande è fissato per l’8 novembre 2018. Per maggiori informazioni sul bando si rimanda al sito ufficiale del programma.

Per tutte le altre call for proposal bisognerà aspettare il prossimo autunno.

Per maggiori informazioni sul programma Europa Creativa si può consultare il sito ufficiale italiano.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento