Notizie in Controluce

Il radon – gas radioattivo- sbarca nelle sesta commissione regionale “Ambiente”

 Ultime Notizie
  • Pomezia, bandiere a mezz’asta in ricordo di Willy Monteiro Duarte Pomezia, bandiere a mezz’asta in ricordo di Willy Monteiro Duarte nel giorno dei suoi funerali. Il cordoglio dell’Amministrazione comunale   Il Comune di Pomezia aderisce all’iniziativa lanciata da Anci Lazio....
  • A ROCCA DI PAPA LE SCUOLE RIAPRONO IL 14 SETTEMBRE Come già assicurato in più occasioni, confermo la riapertura delle scuole comunali di Rocca di Papa per lunedì prossimo, 14 settembre. Le polemiche alimentate in queste ultime settimane di campagna...
  • Festival ArteScienza: dal 15 settembre gli appuntamenti al Goethe-Institut Rom Accelerazione||Decelerazione Roma, 8 settembre – 4 ottobre, 4 dicembre 2020   Dal 15 settembre il Festival ArteScienza al Goethe-Institut Rom. Fino al 25 settembre tutti i giorni, concerti/installazione con gli...
  • Gabbarini: “A Genzano le scuole riaprono con tante incertezze Gabbarini: “A Genzano le scuole riaprono con tante incertezze. In ritardo lo scuolabus ai Landi”  “A dispetto di quello che sta avvenendo in molti Comuni anche dei Castelli Romani, dove...
  • Cena con Delitto Rock Una cena avvolta nel mistero. Arriva domani la Cena con Delitto Rock. 12 Settembre RedRock via del Casale Santarelli 123 Ingresso gratuito   Una serata tinta di giallo, avvolta nel...
  • La campanella suona ancora!  Pochi semplici suggerimenti rivolti ai genitori per sostenere i propri figli nella ripresa delle attività scolastiche   Dopo mesi di prolungata sospensione delle attività scolastiche in presenza, la scuola riapre...

Il radon – gas radioattivo- sbarca nelle sesta commissione regionale “Ambiente”

Aprile 19
08:42 2014

Dopo la pubblicazione nel dicembre scorso delle concentrazioni di attività del Radon da parte dell’Arpa Lazio ed ISPRA, abbiamo sollecitato un intervento della sesta commissione regionale dell’Ambiente affinché si adoperasse nei confronti dell’assessore regionale all’ambiente per dare piena attuazione alla L.R. n. 14/2005.
Questa legge, anche sulla base delle misurazioni di concentrazione di attività in tutti i comuni del Lazio, prevedeva di far approvare dal Consiglio regionale, dopo l’approfondimento nella sesta Commissione il Piano regionale di prevenzione e riduzione dei rischi connessi all’esposizione al gas Radon.
Le direttive del piano, specie per le aree ad alta concentrazione di Radon, avrebbero vincolato i comuni sia a modificare i loro piani regolatori, sia ad inserire nei rispettivi regolamenti edilizi le modalità, gli accorgimenti tecnici ed i criteri per la predisposizione dei progetti di recupero e di risanamento degli edifici a rischio, oltre alle prescrizioni costruttive ed agli accorgimenti tecnici da osservare nelle nuove edificazioni.
Dal punto di vista sanitario era previsto in successione uno studio epidemiologico della popolazione.
Con sincera sorpresa e gratitudine il presidente della sesta commissione, on.
Enrico Panunzi (P.D.),in data 9 aprile ha invitato la nostra associazione ad una audizione sull’argomento Radon nella sede del Consiglio.
Abbiamo relazionato sulla richiesta di intervento chiedendo:
a) accelerazione nell’approvazione del Piano utilizzando e migliorando le linee guida gi approvate da altre Regioni;
b) una nota da inviare ai Sindaci nel segnalare il problema della radioattività naturale che nel Lazio assume un valore media maggiore a quelli delle altre Regioni;
c) sulla base dell’anomalia del territorio marinese – che presenta un valore medio di concentrazione di appena 66 Bq/mc, mentre il monitoraggio dei locali comunali (scuole e sede comunale) effettuato tra il 2006 ed il 2007 ha evidenziato un inquinamento diffuso in almeno sette plessi scolastici e nella sede comunale la previsione di contribuire all’effettuazione di monitoraggi a maglia stretta sui loro territori per la tutela delle popolazioni (si ricorda che sui sindaci già grava l’incombenza di effettuare il monitoraggio nei locali di proprietà comunale);
d) informazione alle popolazioni e formazione per imprese e professionisti.
Hanno partecipato i dirigenti dell’assessorato all’ambiente e dell’ Arpa Lazio i quali hanno relazionato sulle iniziative in corso i primi ed il termine delle elaborazioni dei dati i secondi.
Il consigliere regionale Valentina Corrado (M5S) che ha: ricordato l’emendamento presentato al bilancio per il rifinanziamento della legge; auspicato la celere approvazione dei criteri per poterli erogare oltre all’adeguamento della norma per includere i nuovi indirizzi espressi dalla direttiva Euratom che ha ridotto a 300 Bq/mc il limite per intervenire sia negli ambienti di vita che di lavoro.
Da parte sua il consigliere Fabrizio Santori (Gruppo misto) ha sottolineato l’odg presentato in consiglio ed approvato all’unanimità per recuperare il grave ritardo ed arrivare a risultati concreti.
Per ultimo il consigliere Cristiana Avenali (Per il Lazio) ha auspicato l’utilizzo immediato dei valori di concentrazione rilevati per la programmazione dei successivi interventi.
Il presidente Panunzi ha chiuso concluso i lavori della commissione con l’impegno di coinvolgere la commissione sanità in quanto competente nella prevenzione e tutela della salute umana, e con la proposta di obbligare la presenza, negli atti di compra-vendita degli immobili, della certificazione da cui si possa rilevare il valore della concentrazione di attività del Radon.
Questa la sintesi della mattinata, cercheremo di seguirne l evoluzione.
Vorrei a questo punto richiamare la circolare del SISP della nostra usl Roma H che vincola il Sindaco a prendere atto degli obblighi che, sia la norma nazionale che la direttiva Euratom impongono. Le soluzioni tecniche ci sono e per poter essere applicate o meno è necessario passare attraverso la misurazione.
Informare, informare ed informare.
il portavoce: corrado colizza

www.associazionegruppodipresenza.sitiwebs.com gruppopresenzamgg@hotmail.it

Condividi

Articoli Simili