Notizie in Controluce

IL RICORDO DI GIUDITTA TAVANI ARQUATI

 Ultime Notizie

IL RICORDO DI GIUDITTA TAVANI ARQUATI

IL RICORDO DI GIUDITTA TAVANI ARQUATI
Ottobre 03
14:27 2020

Domenica 25 Ottobre a Trastevere

IL RICORDO DI GIUDITTA TAVANI ARQUATI

Tra i relatori insieme al Sindaco di Roma Virginia Raggi, il presidente della Fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola Alessandro Filippi

Su invito della prestigiosa Associazione Giuditta Tavani Arquati e del discendente della patriota Andrea Parboni Tarquati il presidente della fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola sarà tra i relatori insieme al Sindaco di Roma Virginia Raggi, Domenica 25 Ottobre alle ore 16.00 a Trastevere per la commemorazione in Via della Lungaretta della strage perpetrata dagli Zuavi Pontifici al Lanificio Ajani dove cadde anche Giuditta Tavani Arquati, la patriota trucidata incinta del suo tredicesimo figlio e con un altro in braccio. Episodio citato da Magni ne In nome del Papa Re, in seguito del quale Colombo da Priverno decide di dimettersi dal suo incarico di giudice della Sacra Consulta perché stanco di vedere sangue sparso in nome di Cristo. Questa è un po’ l’essenza di tutta la produzione di Magni quella di condannare la Chiesa del terrore, quella che con la Croce in mano ha staccato teste e acceso roghi. Quella che andremo commemorare domenica 25 Ottobre è una delle pagine più nere degli anni che hanno preceduto la breccia di Porta Pia causata dalla repressione violenta delle truppe pontificie (con Garibaldi che dopo aver preso Monte Rotondo puntava su Roma) di ogni tentativo di cospirazione contro il potere costituito del Papa. Questa strage causò la rappresaglia dei rivoluzionari Monti e Tognetti che piazzarono una bomba sotto la caserma Serristori seminando il terrore e sterminando interi plotoni di zuavi. Sono questi i fatti storici che hanno da ossatura a In nome del Papa Re dove Magni li racconta con la sua romanità pulita e ironica anche nei momenti più bui della storia. Sono argomenti che fanno pensare all’attentato di Via Rasella e alla strage delle Fosse Ardeatine che sono stati scatenati dagli stessi motivi. Sull’argomento anche se in modo diverso è tornato anche Luca Manfredi con il suo “l’Ultimo Papa Re” con protagonista Gigi Proietti. Come Fondazione Museo Luigi Magni e Lucia Mirisola siamo grati al presidente della Tavani Arquati Aurelio Vita e al discendente Andrea Tarboni Tarquati che ci permettono di intervenire e ricordare attraverso un breve profilo storico la Roma di Magni, ma anche quella Roma che ancora oggi affascina per la sua storia legata ai vicoli del cuore del centro storico testimoni di fatti – fattacci e fattarelli che sono oggi la cultura e la tradizione di un popolo, quello che dopo aver conosciuto la pagina nera del potere temporale ha lottato per la libertà

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento