Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Il Treja: un fiume che non scorre verso il mare Una storia di acque e vulcani

Il Treja: un fiume che non scorre verso il mare Una storia di acque e vulcani
Luglio 27
18:00 2015

8750-Fiume-Treja---foto-MarNella Valle del Treja, nella stretta forra lungo la quale scorre il fiume omonimo, affluente di destra del Tevere, il fiume scorre in direzione opposta al mare, già qui si apre un interrogativo, che si aggiunge all’aura di mistero nella quale da sempre sono immersi questi luoghi. Fino a 600.000 anni fa erano una piana alluvionale nella quale scorreva il Tevere. In seguito all’attività

degli apparati vulcanici Sabatino e Vicano (quelli che hanno dato origine ai laghi di Bracciano e Vico) tutta l’area si è innalzata di almeno un centinaio di metri. Il Tevere fu così deviato dai materiali depositati dai vulcani, trovando una nuova strada a est del Monte Soratte.
Il suo antico percorso, il paleoalveo, venne inciso dalle acque del Treja, che vi scorre in direzione opposta alla originaria direzione del Tevere. Una direzione, da ovest a nord-est, che è opposta al mare. Una condizione assai rara, che si è realizzata per le particolarità orografiche dei luoghi.
Le sorgenti del Treja sono localizzate presso il monte del Lagusiello, nelle vicinanze del lago di Bracciano. All’inizio del suo percorso il Treja è noto come fosso del Pavone. Qualche chilometro più a valle, alle sue acque si uniscono quelle di numerosi altri ruscelli. Dalle cascate di Monte Gelato assume il nome di Treja.
Il fiume Treja, o Tregia, o Triglia, deve il suo nome e la sua origine alla confluenza di tre fossi: il Pavone, il Maggiorana e il fosso della Sarnacchiola e, dopo un percorso di circa 30 chilometri confluisce nel Tevere, a nord del monte Soratte. Il complesso costituito dal Treja e dai suoi affluenti era il centro meridionale dell’Ager faliscus, abitato in epoca pre-romana da una popolazione, i Falisci, soggetti all’influenza etrusca.
Il Treja e soprattutto le cascate di Monte Gelato sono state spesso utilizzati come set cinematografici in molti film, a partire dagli anni ’60. Luoghi che per la loro naturalità sono conosciuti e apprezzati da molti escursionisti, fotografi e appassionati.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Gennaio 2023
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”