Notizie in Controluce

Innovazione: brevetto ENEA per cemento eco-sostenibile ad alto isolamento termico

 Ultime Notizie
  • Antartide: al via la 35a spedizione italiana con 250 partecipanti e 45 progetti di ricerca Roma, 23 ottobre 2019 – Ha preso il via la 35a spedizione scientifica italiana in Antartide con l’apertura della stazione italiana “Mario Zucchelli” (MZS) sul promontorio di Baia Terra Nova....
  • OPEN DAY CASTELLI ROMANI E MONTI PRENESTINI 2019 Entusiasmo, partecipazione, condivisione. Queste le parole chiave dell’Open Day Castelli Romani e Prenestini 2019. Un evento – frutto della collaborazione dei principali enti di promozione territoriale – nato per promuovere...
  • La comunità di Giulianello accoglie Don Alfonso Fieni L’attuale guida della parrocchia di Rocca Massima-Boschetto ha iniziato il suo ministero pastorale anche presso la parrocchia di San Giovanni Battista È iniziato il ministero pastorale di Don Alfonso Fieni...
  • CIAMPINO: LAVORI PER L’UFFICIO POSTALE DI VIALE KENNEDY Fino al termine degli interventi prolungamento dell’orario fino alle 19.05 per l’ufficio postale di via Bologna.  Previsti anche uno sportello dedicato e una sala consulenza Roma, 21 ottobre 2019 –...
  • E’ stata una Sala Consiliare partecipe e commossa quella che, lo scorso 19 ottobre, nel Palazzo Colonna sede del Comune di Marino, ha assistito alla presentazione del libro di Fabrizio...
  • ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA:           AL LICEO FOSCOLO CONVEGNO SUGLI ASPETTI INEDITI DELL’OPERA Appuntamento giovedì 24 ottobre riservato agli studenti. Attesa per l’intervento del fotografo...

Innovazione: brevetto ENEA per cemento eco-sostenibile ad alto isolamento termico

Innovazione: brevetto ENEA per cemento eco-sostenibile ad alto isolamento termico
novembre 21
12:47 2017

I ricercatori della divisione “Bioenergie” e del laboratorio “Biosicurezza” dell’ENEA hanno brevettato un innovativo processo basato sull’uso di lievito di birra e acqua ossigenata che consente di ottenere una tipologia di bio-cemento con elevate proprietà di isolamento termico e acustico e di resistenza al fuoco. Il processo BAAC (Bio Aerated Autoclavated Concrete) è nato nei laboratori dei Centri ricerche ENEA di Trisaia, in Basilicata, specializzato nella chimica verde e le bioenergie, e di Casaccia, alle porte di Roma e consente di ridurre i costi di produzione e di ottenere un prodotto a maggiore sostenibilità rispetto ai tradizionali cementi “cellulari” aerati attualmente in commercio. Nel processo brevettato dall’ENEA, infatti, la polvere di alluminio – un agente aerante molto infiammabile che richiede stringenti misure di sicurezza degli impianti – viene sostituita da lievito di birra miscelato con acqua ossigenata che consente di ottenere un prodotto tecnicamente molto leggero per la grande quantità di bolle d’aria al suo interno, lasciando però inalterate le caratteristiche meccaniche e fisiche del materiale cementizio. I vantaggi economici e di sostenibilità ambientale derivano dall’abbattimento delle spese energetiche e dei costi indiretti connessi alla gestione dell’impianto ai fini della sicurezza e dalla riduzione del numero dei componenti “addizionali” come la calce e il gesso.
“Questa innovazione di processo è ancora di nicchia, ma presenta grandi potenzialità; infatti, le nostre attività di sperimentazione hanno suscitato l’interesse dei soggetti coinvolti nella filiera produttiva del cemento cellulare che hanno voluto contribuire fornendoci gratuitamente le materie prime”, spiega Piero De Fazio della Divisione “Bioenergie, Bioraffinerie e Chimica Verde” presso il Centro Ricerche ENEA della Trisaia. “La formulazione di questa innovativa versione del cemento aerato autoclavato è stata possibile anche grazie alla collaborazione tra le competenze di chimica verde dei ricercatori di Trisaia e quelle dei sistemi in vitro ed in vivo dei ricercatori di Casaccia”, sottolinea Giorgio Leter del Laboratorio “Biosicurezza e Stima del rischio” presso il Centro Ricerche ENEA della Casaccia.
La Divisione ENEA “Bioenergie, Bioraffinerie e Chimica Verde” svolge attività di avanguardia per lo sviluppo di processi fermentativi a scopo energetico, operando a supporto dell’industria nazionale per le esigenze di innovazione tecnologica, dimostrazione e qualificazione di processi, tecnologie e componenti.
Nel laboratorio ENEA “Biosicurezza e Stima del rischio” vengono svolte attività di ricerca e innovazione nel settore delle biotecnologie e della tossicologia dei materiali, con applicazioni per lo sviluppo industriale.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento