Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Kavakos torna direttore

Kavakos torna direttore
Novembre 23
23:04 2015

Stagione Sinfonica
Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Sabato 5 dicembre ore 18 – Lunedì 7 ore 20,30 – Martedì 8 ore 19,30

È uno dei più virtuosi violinisti della scena internazionale e da qualche anno si dedica, con brillanti esiti, anche alla direzione d’Orchestra. È Leonidas Kavakos – nome molto frequente nelle Stagioni dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia – che sabato 5 dicembre sale sul podio per dirigere, oltre all’Orchestra di Santa Cecilia, una delle sue più celebri Prime Parti dell’Orchestra ceciliana, Alessio Allegrini cornista di acclarata fama, già primo corno delle Orchestre dirette da Claudio Abbado (Orchestra Festival di Lucerna, Orchestra Mozart) del Teatro alla Scala con Riccardo Muti e solista nelle più prestigiose compagini internazionali.

Dopo la Sinfonia n. 83 “La poule di Joseph Haydn, Kavakos dirigerà Allegrini nel celeberrimo Concerto per corno n. 4 K 495 di Wolfgang Amadeus Mozart, celebre pagina per la spiccata cantabilità delle linee melodiche e per l’equilibrio della forma, dove lo strumento risplende in tutte le potenziali risorse sonore e di colore.

Conclude il concerto (che si replica lunedì 7 ore 20.30 e martedì 8 ore 19.30) la Sinfonia n. 7 di Antonín Dvořák eseguita per la prima volta a Londra il 22 aprile 1885 sotto la direzione dell’autore. La Sinfonia, in re minore, che vede la luce tra la fine del 1884 e la metà marzo del 1885 reca le sue maggiori tensioni nel primo movimento, costruito in forma-sonata classica e con una sezione di sviluppo molto articolata. Il secondo tempo si costruisce su una cantabilità distesa, mentre lo Scherzo, dall’andamento danzante,  presenta un Trio in forma canonica. Il Finale dal carattere eroico, racchiude due temi vigorosi che si alternano e si fondono tra loro.

Leonidas Kavakos è unanimemente ritenuto artista di raro talento ed è apprezzato in tutto il mondo per il suo virtuosismo, la sua ineguagliabile musicalità e completezza. Nato ad Atene in una famiglia di musicisti, ha ricevuto le prime lezioni di violino proprio dai suoi genitori. Ha poi studiato presso il Conservatorio Ellenico di Atene con Stelios Kafantaris, uno dei tre fondamentali maestri della sua vita insieme a Josef Gingold e Ferenc Rados. La consacrazione a livello internazionale è arrivata quando, non ancora ventunenne, ha vinto tre importanti riconoscimenti dedicati alla musica per violino. Nel 1985 ha vinto il ‘Concorso Sibelius’ e poi il ‘Premio Paganini’ tre anni dopo. Tali successi gli hanno spianato la strada verso nuove opportunità: è stato protagonista della prima registrazione nella storia della versione originale del Concerto per violino di Sibelius (1903/4), che si è aggiudicata un ‘Gramophone Award’; ha inoltre avuto l’onore di suonare sul celeberrimo violino ‘Il Cannone’ Guarneri del Gesù appartenuto a Paganini. La straordinaria carriera di Leonidas Kavakos lo ha portato a stringere collaborazioni con le orchestre più prestigiose e i direttori d’orchestra più importanti del mondo quali la Filarmonica di Berlino/Sir Simon Rattle, l’Orchestra del Concertgebouw/Mariss Jansons, l’Orchestra Sinfonica di Londra/Valery Gergiev e l’Orchestra della Gewandhaus di Lipsia/Riccardo Chailly. La stagione 2012/2013 lo ha visto protagonista di residenze con l’Orchestra Sinfonica di Londra e con la Filarmonica di Berlino, si è inoltre esibito con Mariss Jansons e l’Orchestra del Concertgebouw in occasione dei Concerti del Giubileo (125 anni di fondazione della celebre sala concertistica) interpretando il Secondo Concerto per violino di Bartók, precedentemente presentato in prima esecuzione proprio dall’orchestra olandese. Inoltre negli Stati Uniti si esibisce regolarmente con la Filarmonica di New York, la Sinfonica di Chicago, la Sinfonica di Boston, la Philadelphia Orchestra e la Filarmonica di Los Angeles. La stagione 2013/2014 per Leonidas Kavakos segna il debutto con la Filarmonica di Vienna/Riccardo Chailly. Leonidas Kavakos ha mantenuto forti legami con la sua patria. Per quindici anni ha curato gli eventi di musica da camera della Megaron Concert Hall che ha ospitato molti dei suoi amici artisti tra cui Rostropovich, Heinrich Schiff, Emanuel Ax, Nikolai Lugansky, Yuja Wang e Gautier Capuçon. Leonidas Kavakos è molto impegnato come solista ma ha anche ampliato e diversificato i suoi orizzonti musicali diventando un apprezzato direttore d’orchestra. Ha infatti diretto orchestre prestigiose quali la Filarmonica di Rotterdam, la Sinfonica di Vienna, l’Orchestra Sinfonica Tedesca di Berlino, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra del Festival di Budapest, la Chamber Orchestra of Europe, la Filarmonica di Stoccolma e le Orchestre Sinfoniche di Goteborg e della Radio Finlandese. Negli Stati Uniti ha diretto le Orchestre Sinfoniche di Boston, Atlanta e St Louis. Gli appuntamenti principali dell’attuale stagione includono nuove esibizioni con l’Orchestra Sinfonica di Boston, l’Orchestra del Festival di Budapest, l’Orchestra Sinfonica di Goteborg e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino oltre ai prestigiosi debutti con l’Orchestra Sinfonica di Londra e l’Orchestre Philharmonique de Radio France. Successivamente all’apprezzatissima registrazione dedicata a Sibelius nei primi anni ’90, Leonidas Kavakos ha registrato i 24 Capricci di Paganini per l’etichetta discografica Dynamic, le Sonate per violino solo di Ysaÿe per BIS, le Sonate di Enescu e Ravel insieme al pianista Péter Nagy per ECM e un’incisione di opere di Bach e Stravinsky. Più di recente ha registrato dal vivo i cinque Concerti per violino e la Sinfonia N. 39 di Mozart con la Camerata Salzburg per Sony Classical. Nel 2009 il Concerto per violino di Mendelssohn realizzato per Sony ha vinto un Premio ECHO Klassik come ‘Miglior Registrazione di un Concerto’. A partire dal 2012 Leonidas Kavakos registra in esclusiva con Decca. La sua prima incisione per tale etichetta discografica, vincitrice del Premio ECHO Klassik nella categoria ‘Strumentista dell’Anno’, ha incluso l’integrale delle Sonate per violino di Beethoven realizzate insieme a Enrico Pace. In contemporanea con la pubblicazione del CD, il violinista greco ha portato in tournée le opere di Beethoven in numerose città europee tra cui Londra e Vienna con Emanuel Ax, Amsterdam, Milano (dove lui ed Enrico Pace sono stati insigniti del prestigioso Premio Abbiati) e al Festival di Salisburgo con Enrico Pace, dove le esibizioni sono state videoregistrate per la Radio Bavarese. Inoltre, durante la stagione attuale, i due musicisti eseguiranno le opere di Beethoven alla Carnegie Hall di New York e in Estremo Oriente. La seconda registrazione per Decca, pubblicata nell’ottobre del 2013, ha incluso il Concerto per violino di Brahms con l’Orchestra della Gewandhaus di Lipsia e Riccardo Chailly. Più avanti nella stagione Leonidas Kavakos registrerà le Sonate per violino di Brahms con la pianista Yuja Wang. I due daranno vita a una serie di esibizioni dedicate a Brahms nelle principali città europee.  La trasmissione del valore educativo della musica e delle tradizioni stilistiche sono elementi fondamentali per il violinista greco che, dal 2012, è responsabile di una masterclass per violino e musica da camera ad Atene, attirando l’interesse di violinisti ed ensemble di tutto il mondo.  Oltre all’interesse sconfinato e all’incessante impegno rivolti ai diversi stili musicali, Leonidas Kavakos ha una grande passione per l’arte della liuteria, da lui considerata un profondo mistero e un segreto tutt’oggi non ancora svelato. Il musicista greco suona uno Stradivari ‘Abergavenny’ del 1724 ma possiede dei violini moderni realizzati da Florian Leonhard, Peter Greiner, Eero Haahti e David Bague e archetti di François Xavier Tourte, Dominique Peccatte, Jean Pierre Marie Persois e Joseph Henry.

Primo Corno Solista dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, all’età di 23 anni, Alessio Allegrini  viene scelto da Riccardo Muti come Primo Corno Solista presso il Teatro Alla Scala di Milano. E’ stato Primo Corno ospite in prestigiose orchestre internazionali tra le quali: i Berliner Philarmoniker, Bayerischer Rundfunk Orchester, la Lucerne Festival Orchestra, l’Orchestra Mozart, la Mahler Chamber Orchestra. Vincitore di importanti riconoscimenti e premi internazionali, tra i quali il Prague Spring Competition e il concorso A.R.D. di Monaco di Baviera, ha eseguito concerti solistici sotto la direzione di illustri maestri quali  Abbado, Muti, Chung, Tate e Pappano. La sua intensa attività cameristica lo ha visto al fianco di musicisti di eccezione come Salvatore Accardo, Ian Bostridge  e lo stesso Antonio Pappano, con il quale ha recentemente eseguito la prima europea del Concerto per corno di Eliott Carter, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Come docente viene spesso invitato a tenere Masters Class in autorevoli Accademie ed Università europee, tra cui la Royal Accademy of Music, il Royal College, la Guildhall School di Londra, il Conservatorio di Birmingham, nonché prestigiose Università dell’America Latina e del Giappone. Il suo impegno nel sociale lo vede presente in varie parti del mondo a sostegno di  progetti che mirano al miglioramento delle società attraverso l’educazione musicale: offre il suo contributo all’Orchestra Juvenil “Simòn Bolivar” in Venezuela; è Presidente dell’Associazione culturale Eleuthera nell’ambito della quale è nata la Human Rights Orchestra; collabora inoltre con il sociologo Shizuo Matsumoto in un progetto di scambio fra la cultura giapponese e italiana, con Ramzi Aberdwan, musicista palestinese che ha vissuto le brutalità della prima Intifada e con Emergency. Nel 2006 ha ricevuto in Italia, dalla Fondazione Exodus di Don Mazzi, il “Premio Nazionale la casa delle Arti” per aver saputo coniugare impegno professionale e stile di vita. Ha inciso l’integrale dei concerti di Mozart per corno e orchestra in un’incisione live con l’Orchestra Mozart, diretta Claudio Abbado.

Stagione Sinfonica
Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Sabato 5 dicembre ore 18 – Lunedì 7 ore 20,30 – Martedì 8 ore 19,30
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Leonidas Kavakos Direttore
Alessio Allegrini Corno

Haydn Sinfonia n. 83 “La poule”
Mozart Concerto per corno n. 4 K 495
Dvořák Sinfonia n. 7

Scritto da Antonio Di Bartolo

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Agosto: 2021
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”