Notizie in Controluce

“La libertà e il cavallo”, mostra al Polo Culturale di Rocca Priora

 Ultime Notizie

“La libertà e il cavallo”, mostra al Polo Culturale di Rocca Priora

“La libertà e il cavallo”, mostra al Polo Culturale di Rocca Priora
28 Gennaio
14:48 2020

“La libertà e il cavallo”, mostra al Polo Culturale di Rocca Priora

prorogata fino al 9 febbraio 2020

 

A Rocca Priora la mostra sull’arte equestre sarà visitabile al Polo Culturale Monsignor Giacci fino al prossimo 9 febbraio. Uno spaccato di creatività e culture diverse che raccontano uno stesso soggetto: il cavallo.

 

L’esposizione, realizzata dalla Fondazione Horse Museum in collaborazione con il comune di Rocca Priora e il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani, ha portato nelle sale della Biblioteca Luigi Porcari il cavallo e al senso di libertà che questo animale da sempre esprime. Al visitatore il “compito” di intraprendere un viaggio nel mondo equestre attraverso culture, materiali e oggetti artistici o di uso ludico e quotidiano provenienti da tutto il mondo.

 

Nella mostra, sono difatti, esposte alcune delle opere della collezione di Maria Vittori e Claudia Bettiol, il cuore da cui è nata l’idea della Fondazione Horse Museum, impegnata nella promozione di un modello educativo per i giovani e giovanissimi atleti che si avvicinano agli sport equestri. A queste si affiancano anche le realizzazioni firmate dagli artisti Roberto Scardella, Karin Lindström, Dario Zezza, Leonardo Caboni, Elettra Casali e Alessia Tino e dal fotografo Massimo Argenziano, che hanno letto e reinterpretato il secolare rapporto tra uomo e cavallo.

 

Un rapporto che oggi entra anche a pino titolo nel presente e nel futuro prossimo di Rocca Priora, grazie anche al corso di laurea appena istituito in discipline equestri dell’Università del Foro Italico e con la recente assegnazione dei mondiali di Completo e di Attacchi del 2022 proprio al vicino centro equestre del Vivaro.

 

 

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento