Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

La Madonnella

Maggio 31
23:00 2009

La madonnèlla è ‘n animalìttu róssu come ‘na mosca, ma è come ‘na mezza palletta róscia ppundicchiàta de niru. Quilli che parlu bè la chiamu coccinella. Ma la Madonnella che vi vòjo fa vedé io è tutta n’ara cósa.
Se vui piéte la Via de li Sassi e ve ne jate abbàlle pe’ le vigne, a ‘n cértu momìndu rrivéte a la fondàna de le Cannetàcce e sùbbitu dopu basta che llonghéte ‘n àttimu l’occhji che ve la trovéte denanzi.
Quello che vedéte mó però non è quello che sarèste vistu quache anno fa, ma pe’ sapì come só ite le cóse só dovùtu tribbulà e chiede a quilli più ròssi de mi (quà vvòta puru a quilli più ciuchi). Fattu sta che a forza de chiede e de girà só trovate le perzone giuste che m’hau reccondàtu tuttu quello che sapénu.
Dunque la cchiesòla era più che aru ‘na specie de casetta ropèrta che servéa pe’ reparasse da lo piòve. De faccia ci stéa ‘na specie d’ardarìnu co’ ‘na Madonna ppiccàta sópre che servéa a reccomannàsse quanno le cóse nó jénu pròpio bè. Atturnu a la piazzòla fòri dalla cchiésa (questa me l’hau reccondata calla calla) li ciociàri ce jénu a vénne li cici, li facioli e quaccos’aru da magnà che se trovea a quillu periodu. Questo te fa capì bè che atturnu a la cchiesòla ce passéa parecchia jènde.
Co’ lu témbu però le cóse só cambiate: la cchiesòla è stata trascurata ‘gni giorno de più e così lu tittu s’è sfonnatu (e niciunu ha penzatu a reggiustàllu). Pianu pianu li muri se só spallati e quaddunu s’era rrobbatu lu quadru de la Madonna e la croce de férru che stea sopre a lu tittu. Paréa pròpio che pe’ quella pòra cchiesòla era rrivata la fine, ma… li miraculi la Madonna no’ li fa piu?
Passu l’anni e rrivémo così a lu prengìpiu dell’anni 80. Perzóne de bòna volontà, ma più che aru devote a la Madonna decidu de resistemà la cchiesòla. Così quaddunu caccia ‘n pó de sòrdi e quaddun’aru ce mette lu lavore. Così co’ póchi misi se reggiusta tuttu e amen.
Ma quilli che só rennesciti a fa lu miracolu bisognerà puru menduàlli o no?
Comincémo co’ ‘n forestéru: Pasquale De Rosa che era ‘n dirigente del SISDE. Pó ci sténu Calisto Felici (lu geometra), Franco Mastrofini (Pezzòla) e Rodolfo Graziani (Cassettina). Appressu lu pittore Arduino Transerici (Fracassini) ha refattu lu quadru de la Madonna e pó nzéme a lu fratellu Amerigo e a Alessandro Pilorci (Banghìttu) hau fenìtu de sistemà lo dendro. ‘Na ferrata pe’ porta così ‘n se pózzu più fa danni….e la cchiesòla e devendàta più bella de prima pure perché svariate perzone pénzu a tenì polìtu e a mette quà mazzu de fiori frischi. Anni fa Don Narciso (che tandu ce manga) pe’ due o tre anni de seguito durante lu mese de settembre è rennescìtu a trascinàsse a pédi mezzu paese fino a lòco abbàlle pe’ pregà la Madonna e reccomannàsse pe’ fa ‘na bòna velignatura.
E questo è tuttu.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”