Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

 La musica al plurale A cinquant’anni dalla morte di Stravinsky

 La musica al plurale  A cinquant’anni dalla morte di Stravinsky
Dicembre 10
15:39 2021

Il debutto di BRuCH Ensemble, formazione tedesca tutta al femminile, al 58° Festival di Nuova Consonanza

con un concerto di prime assolute e italiane l’11 dicembre.

 Domenica 12 la novità di La storia del ragazzo di e con Giovanni Maria Briganti e i Solisti di Roma Tre Orchestra.   

Un libero adattamento dell’Histoire du soldat di Stravinsky ambientata nei nostri giorni.

 

Al Mattatoio-La Pelanda

Weekend all’insegna della musica del Festival di Nuova Consonanza con due concerti al Mattatoio-La Pelanda, e la presentazione di novità editoriali e discografiche.

Sabato 11 dicembre (ore 21), debutta al Festival l’ensemble tedesco BRuCH che raccoglie quattro giovani musiciste – Marie Heeschen soprano, Sally Beck flauto, Ella Rohwer violoncello, Claudia Chan pianoforte – che si sono incontrate alla Hochschule für Musik und Tanz di Colonia dando vita nel 2013 a questa insolita formazione dedita esclusivamente alla nuova musica. Nel programma, interamente composto da musiche di recentissima scrittura, emerge il filo rosso del rapporto tra la musica e la narrazione. In molti casi, la combinazione di parole e musica comporta il moltiplicarsi di possibilità espressive, intrecciandosi con tutti gli ulteriori contributi alla narrazione derivanti dalla performance. Due le prime assolute: di Feliz Macahis (nag lalang man ta salunay) e di Davide Remigio che introducendo al suo nuovo lavoro La dolce Mila racconta: “Da tempo volevo comporre un lavoro che raccontasse la storia di una giovane ragazza che si incammina in un labirinto sconosciuto di possibilità e nella quale riesce sempre ad uscirne fuori con il suo intuito e con la sua caparbietà. Quattro strumenti musicali per quattro note che determinano il colore sia timbrico che armonico della composizione, creando un intreccio di scelte musicali e azioni teatrali che la giovane propone e si lascia dietro di sé trasformandole temporalmente in variazioni di possibilità che a volte che si annullano”. Alle due prime assolute si affiancano tre esecuzioni in prima italiana: one mo ment di Dariya Maminova, Visage de l’écho di Julien Jamet e Wie ein Stück Fett (Redux) di Matthias Krüger.

Ad anticipare il concerto, alle ore 18.30 la presentazione del libro Conversazioni con Petrassi di Luca Lombardi, con una postfazione di Antonio Rostagno (NeoClassica 2021).

A Igor Stravinsky, figura ispiratrice dell’edizione di quest’anno la n. 58 del Festival, è dedicata la novità, domenica 12 dicembre (ore 21), di La storia del ragazzo di cui Giovanni Maria Briganti è autore e attore, un nuovo libero adattamento dell’Histoire du soldat ambientata nei nostri giorni. Sul palco, insieme a Briganti, proveniente dall’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, con una carriera che lo vede alternarsi fra cinema, teatro e radio, troviamo i Solisti della Roma Tre Orchestra: Cristina Papini violino, Alice Cortegiani clarinetto, Francesco Micozzi pianoforte. L’intento è di attualizzare il lavoro di Stravinsky e Ramuz. che scrissero l’opera in un’epoca nella quale era appena finito il primo grande conflitto mondiale ed entro pochi anni ne sarebbe esploso un secondo, di portata ancora più complessa e terrificante. “Ma oggi? – si chiede Giovanni Maria Briganti – Il tema della guerra, nella società dei nostri giorni, in Occidente, è ancora così caratterizzante? in quale personaggio d’oggi potrebbe essersi ‘trasformato’ il soldato? Tali questioni sono state alla base della costruzione del nuovo libretto che, sempre sulle musiche di Stravinsky, hanno portato alla trasposizione e all’evoluzione della figura del ‘soldato’ in quella di uno ‘studente’. Questi, di ritorno da un periodo di studio all’estero, incontra colui che, sotto mentite spoglie (il Diavolo, appunto), vuole farlo deviare dalla sua naturale inclinazione, dai suoi affetti, dal suo talento, tentandolo attraverso le sue melliflue provocazioni e riuscendo infine a sottrargli l’anima. Per questo La storia del soldato diventa La storia del ragazzo che sulla scia di quanto già conosciamo affronterà nuove tentazioni e si batterà in nuove avventure che sono proprie della nostra società contemporanea…” .La serata sarà preceduta dalla presentazione del CD Ennio Morricone Piano Music di Roberto Prosseda (EMA Vinci, 2021) con la partecipazione dello stesso pianista e Sandro Cappelletto.

Il 58° Festival di Nuova Consonanza è realizzato con il contributo del Ministero della Cultura – Direzione generale Spettacolo e Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali, della Regione Lazio con il Fondo Unico 2021 sullo Spettacolo dal Vivo. Il Festival, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020 – 2021 –2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

 Il Festival è realizzato in collaborazione con Accademia Filarmonica Romana, Accademia Materiaviva di Roma, Associazione InCanto, Azienda Speciale Palaexpo – Il Mattatoio di Roma, Conservatorio Musica G.B Pergolesi di Fermo, Cultural Endowment of Estonia, Divisione Culturale dell’Ufficio di Rappresentanza di Taipei in Italia, Edizione Suvini Zerboni,  Europäische Akademie für Musik und Darstellende Kunst – Palazzo Ricci di Montepulciano (SI), Kunststiftung Nordrhein-Westfalen, Fondazione Roma Tre – Teatro Palladium,  Teatro di Roma, Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani.

 La musica al plurale

A cinquant’anni dalla morte di Stravinsky

Biglietti: da 15 a 8 euro
Ingresso gratuito per gli incontri e le presentazioni di libri e cd

Info Nuova Consonanza, tel: 06 3700323 / www.nuovaconsonanza.it
fb- ins Youtube

sabato 11 dicembre Mattatoio – La Pelanda

ore 18.30 presentazione del libro Conversazioni con Petrassi di Luca Lombardi, postfazione di Antonio Rostagno (NeoClassica 2021). Intervengono Susanna Pasticci, Simone Caputo e Luca Lombardi. Intervento musicale di Roberto Prosseda.

ore 21 concerto

BRuCH ensemble

Davide Remigio (1963)          La dolce Mila* (2020) per soprano, flauto, violoncello e pianoforte
testo del compositore

Dariya Maminova (1988)       one mo ment** (2021) per voce, flauto, violoncello e pianoforte

                                               testo di Robert Lax

Julien Jamet (1979)               Visage de l’écho** (2015) per voce, flauto, violoncello e pianoforte 

Feliz Macahis (1987)             nag lalang man ta salunay* (2020) per voce, flauto, violoncello e pianoforte (testo tradizionale filippino)

Matthias Krüger (1987)          Wie ein Stück Fett (Redux)** (2015/16) per soprano, flauto contralto (anche ottavino), violoncello preparato, pianoforte preparato

BRuCH ensemble

 con il contributo della tedesca Kunststiftung Nordrhein-Westfalen e in collaborazione con la Europäische Akademie für Musik und Darstellende Kunst – Palazzo Ricci di Montepulciano (SI)

 –  – – – – – – – – – – – – –  – – – – – – – – – – – —  – – – – – – – – – – – —  – – – – – – – – – – – —  – – – – – – – – – – – –

domenica 12 dicembre – Mattatoio – La Pelanda

ore 18.30 presentazione del cd Ennio Morricone Piano Music di Roberto Prosseda (Decca Records 2021). Intervengono: Antonio Bido, Sandro Cappelletto, Marco Morricone

ore 21 spettacolo

La storia del ragazzo*

libretto di Giovanni Maria Briganti 

libero adattamento dal libretto L’Histoire du soldat di Charles-Ferdinand Ramuz 

musica di Igor Stravinsky 

Giovanni Maria Briganti attore
Solisti della Roma Tre Orchestra

 

  Mail priva di virus. www.avg.com

 

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Novembre 2022
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”