Notizie in Controluce

La scuola di Calcata

 Ultime Notizie
  • 7 settembre 2020: nasce SCR, il “Sistema Castelli Romani” Il Consorzio dei Comuni dei Castelli Romani coordinerà le politiche culturali e di promozione del territorio   I Sindaci di 16 Comuni del territorio hanno approvato definitivamente il nuovo Statuto...
  • MARINO, APPELLO DI GABRIELLA DE FELICE MARINO, APPELLO DI GABRIELLA DE FELICE: “SERVE DIALOGO AUTENTICO TRA COMMERCIANTI E COMUNE PER EVITARE EPISODI CHE METTONO AL REPENTAGLIO IL RILANCIO DI UN SETTORE VITALE PER IL CENTRO STORICO”...
  • WILLY, GROTTAFERRATA ADERISCE ALL’INIZIATIVA ANCI LAZIO WILLY, GROTTAFERRATA ADERISCE ALL’INIZIATIVA ANCI LAZIO: BANDIERE A MEZZ’ASTA IL GIORNO DEL FUNERALE DEL RAGAZZO Il sindaco Andreotti rilancia:”Tutti i comuni si costituiscano parte civile ad adiuvandum per manifestare la reazione...
  • Pomezia – Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Sono partiti questa mattina i lavori di ristrutturazione del muro di recinzione che circonda il perimetro della scuola primaria...
  • PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra FONDAZIONE PISTOIA MUSEI annuncia PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra a cura di Alessandra Acocella, Annamaria Iacuzzi, Caterina Toschi 19 settembre 2020 – 22 agosto 2021 ingresso su prenotazione:...
  • LA FISICA DEI RAGAZZI Per una fortunata coincidenza, giovedì 3 settembre, nel Blog del “Fatto Quotidiano” è apparso un appello di Jacopo Fo titolato “Allo studente non far sapere che la fisica è stupefacente...

La scuola di Calcata

Maggio 21
17:08 2010

Il fatto gli é che la scuola di Calcata -come affermano i genitori degli alunni- se non debitamente difesa e tutelata, cammina troppo spesso in bilico tra le varie soppressioni di classi e rischia ora persino la chiusura totale. Perciò anch’io, in triplice veste, sottoscrivo l’appello che segue. Indirizzandolo anche al Ministro Mariastella Gelmini.

 

Paolo D’Arpini, nonno, Presidente del Circolo vegetariano VV.TT. e portavoce di European Consumers Tuscia.

 

http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/05/21/a-calcata-ce-una-scuola-lettera-aperta-al-ministro-mariastella-gelmini-e-al-dirigente-scolastico-alfonso-francocci/

…………

 

Lettera aperta al dirigente scolastico dott ALFONSO FRANCOCCI

 

Il decreto che disciplina il sistema scolastico nazionale prevede un numero minimo di 15 alunni per ogni classe. Il provveditorato di Viterbo ha ammesso però, classi fino a un minimo di 11 alunni.

 

Non sono state autorizzate classi al di sotto di questo minimo stabilito. Infatti in ben 9 comuni della provincia di Viterbo sono state annullate classi elementari mentre ad altri 4 sono state annullate classi delle medie. Tra i 9 rientra Calcata, comune fortemente penalizzato con l’assetto deciso alla chiusura delle iscrizioni ad Aprile.

 

La configurazione per l’anno 2010-2011 a Calcata è stata così stabilita:

 

 

8 alunni in prima (CLASSE ELIMINATA)

 

5 alunni in seconda accorpata agli 11 alunni in terza (PLURICLASSE)

 

11 alunni in quarta

 

11 alunni in quinta

 

Quindi rimarrebbe una scuola con appena 3 classi.

 

 

Configurazione per l’anno 2010-2011 a Faleria

 

11 in prima

 

11 in seconda

 

22 in terza

 

15 in quarta

 

16 in quinta

 

Tutte le classi attive.

 

Tutto accettabile (la legge è legge) SE non fosse che al momento delle iscrizioni a febbraio, alcuni genitori optarono per la scuola di Faleria solo in virtù del fatto che questa scuola prospettava (con l’inganno o ingenuamente, non sta a noi giudicare) il tempo pieno con la mensa: capacità questa che la scuola di Faleria NON è assolutamente in grado di offrire. Questi genitori, scoperto la realtà dei fatti, si sono prodigati a re-iscrivere (ad organico già distribuito) i loro figli presso la scuola di Calcata, a questo aggiungiamo l’iscrizione di 2 nuovi bambini. si è venuto così a stabilire un nuovo assetto di studenti per quanto riguarda la prima classe. Allo stato attuale quindi la classe prima di Calcata, con il ritorno sicuro di tre bambini e il supero quindi dello sbarramento dei dieci, conta ora con ben 11 elementi, condizione questa che permette, secondo le disposizioni del provveditorato di Viterbo, la possibilità di far rientrare la suddetta classe a pieno titolo, a discapito della classe prima di Faleria da cui qualcuno si è allontanato.

 

Una delegazione di genitori e maestri ha riferito quanto sopra in data 20/05/2010 al dott. Mauro Arena dirigente dell’ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio XIV Ambito territoriale per la provincia di Viterbo, il cui compito è quello di stabilire l’organico degli insegnanti in base ai dati forniti dai comuni; il quale, riconoscendo la legittimità delle pretese della scuola di Calcata, ha precisato che la decisione sull’assetto dell’organico delle scuole di Faleria e Calcata è di esclusiva pertinenza degli enti locali e del dirigente scolastico. Il dott. Arena ha auspicato, necessariamente, un incontro tra i rappresentanti dei rispettivi comuni e il dirigente scolastico dott. Alfonso Francocci a cui “spetta la competenza decisionale” per arrivare all’accordo di giusta equità che consideri la ricollocazione degli 8 + 3 (e forse più) alunni ora iscritti alla classe 1a di Calcata, ripristinandola a pieno titolo, e stabilendo invece, una pluriclasse tra 1a e 2a della scuola di Faleria, non superando quest’ultima lo sbarramento minimo. L’ufficio Scolastico Regionale potrà cosi prendere atto, senza nulla aggiungere alle risorse disponibili, del nuovo assetto provvedendo così a una nuova distribuzione dell’organico.

 

Non entriamo nel merito alle fallaci e apparenti manipolate informazioni; o alla inopportuna mancanza di trasparenza sulle indicazioni che di diritto ai genitori dovevano essere date a suo tempo.

 

Chiediamo solo una giusta ed equa applicazione della legge, alla luce delle nuove esposte contingenze.

 

Distinti Saluti

Comitato genitori scuola di Calcata

 

e Direttivo di European Consumers Tuscia

 

……………

 

Volantino poetico distribuito pubblicamente:

 

A Calcata c’è una scuola

 

Si, c’è una scuola!

Che c’è di particolare mi direte voi? Beh di particolare c’è che… è una scuola che funziona! E funziona bene!

C’è una scuola con ottimi insegnanti, aperti e pronti ad ascoltare e discutere sulle esigenze dei bambini e dei genitori.

 

C’è una scuola con un’eccellente mensa, (gratis per gli alunni della prima) dove le cose fresche, quando possibile, comperate in giornata al mercatino della piazza, vengono cotte espressamente al momento ed in maniera sana e gustosa (i fritti messi al bando); dove esiste un comitato composto da genitori che controllano, mangiano saltuariamente a sorpresa e senza preavviso, e si informano periodicamente degli ingredienti usati. Una mensa che favorisce la socialità e condivisione di momenti quotidiani.

C’è una scuola in cui la distribuzione dell’orario offre il sabato libero, utilizzabile per imparare cose che la scuola non ha modo di sviluppare o come agognato e meritato giorno di festa: gioia immensa per i bambini!

 

C’è una scuola con un pulmino, gratis per i bimbi della prima, che trasporta gli studenti anche ai paesi vicini.

C’è una scuola dove non è raro incontrare il Sindaco gironzolare vigile e partecipare, quando necessario, anche alle riunioni interclasse. Una scuola accogliente e in fase di rimodernamento, con un ambiente rilassato, giardino e una grande palestra coperta.

 

C’è una scuola davanti ad una grande piazza, grandissima per i bambini, curata e con giochi, dove il traffico automobilistico, quasi inesistente, è compensato da tanti marciapiedi ben fatti.

A CALCATA C’E’ UNA SCUOLA!

 

Articoli sulla scuola di Calcata:

 

Condividi

Articoli Simili