Notizie in Controluce

Le acque del territorio rientrano nella soglia di tranquillità

 Ultime Notizie

Le acque del territorio rientrano nella soglia di tranquillità

Novembre 24
14:23 2010

«Il limite di 20 mcg/l – hanno fatto sapere in una nota dell’Acea Ato2 di pochi giorni fa – è rispettato sin da ora nel Comune di Albano Laziale grazie agli interventi ad oggi realizzati». La popolazione interessata al superamento del limite, infatti, risulta essere pari a zero.

Gli interventi realizzati in questi mesi sono stati numerosi. Ultimo in ordine di tempo la bretella di collegamento tra la centrale idrica di Santa Palomba, dove c’è l’acqua di Roma, e il serbatoio di viale Spagna che ha definitivamente portato a soluzione il problema dell’approvvigionamento dell’acqua nella zona di Cecchina. Questo ha permesso un miglioramento non solo della quantità ma anche della qualità dell’acqua pubblica.

Le altre opere realizzate, o in fase di realizzazione, prevedono oltretutto la sostituzione di vecchi pozzi, per abbassare ulteriormente la presenza di agenti inquinanti nell’acqua.

Comunicato Acea Ato2 del 23/11/2010

Acea ATO2, incontro con i Sindaci e le ASL dei Comuni di: Castel Gandolfo, Ariccia, Albano, Genzano, Ciampino, Lariano, Castelnuovo di Porto, Lanuvio, Velletri, Tolfa e Trevignano.

Acea Ato2, d’accordo con l’Autorità di Ambito Lazio Centrale n.2, informa di aver organizzato nei prossimi giorni un incontro con i Sindaci e le ASL di tutti i Comuni interessati (Castel Gandolfo, Ariccia, Albano, Genzano, Ciampino, Lariano, Castel Nuovo di Porto, Lanuvio, Velletri, Tolfa e Trevignano) per dare seguito alle indicazioni della nota della Regione Lazio del 18 novembre 2010.
La nota in questione ha per oggetto le decisioni della Commissione Europea, in corso di notifica all’Italia, inerenti i limiti derogabili della potabilità dell’acqua.
Acea Ato2 precisa che fin dall’acquisizione del servizio idrico integrato nei comuni interessati, ha sempre attuato ogni possibile azione per ridurre progressivamente i valori dei parametri non conformi fino al rientro nei limiti di legge.
In particolare, su larga scala, sono stati eseguiti lavori per il riassetto dell’intero sistema di approvvigionamento dei Comuni serviti dall’Acquedotto Simbrivio, realizzando congiuntamente i collegamenti di alcuni Comuni interessati dalla deroga con l’Acquedotto Marcio. Inoltre Acea Ato2 ha realizzato, localmente, numerose condotte idriche di collegamento per consentire l’abbattimento delle concentrazioni tramite miscelazione con acqua di migliore qualità e ha attivato numerosi impianti di potabilizzazione.
Allo stato attuale di avanzamento degli interventi, il valore dell’arsenico nell’acqua è contenuto nei 20 microgrammi per litro in tutti i Comuni citati, tranne per parte del Comune di Velletri.
Il completo rientro nei 10 microgrammi per litro del parametro arsenico, valore limite fissato dal Decreto legislativo 31/2001, avverrà progressivamente entro l’anno 2012, in linea con il piano degli interventi associato alle richieste di deroga inoltrate alla Regione Lazio.

Condividi

Articoli Simili