Notizie in Controluce

Le sorprese di un insolito Vangelo

 Ultime Notizie
  • 7 settembre 2020: nasce SCR, il “Sistema Castelli Romani” Il Consorzio dei Comuni dei Castelli Romani coordinerà le politiche culturali e di promozione del territorio   I Sindaci di 16 Comuni del territorio hanno approvato definitivamente il nuovo Statuto...
  • MARINO, APPELLO DI GABRIELLA DE FELICE MARINO, APPELLO DI GABRIELLA DE FELICE: “SERVE DIALOGO AUTENTICO TRA COMMERCIANTI E COMUNE PER EVITARE EPISODI CHE METTONO AL REPENTAGLIO IL RILANCIO DI UN SETTORE VITALE PER IL CENTRO STORICO”...
  • WILLY, GROTTAFERRATA ADERISCE ALL’INIZIATIVA ANCI LAZIO WILLY, GROTTAFERRATA ADERISCE ALL’INIZIATIVA ANCI LAZIO: BANDIERE A MEZZ’ASTA IL GIORNO DEL FUNERALE DEL RAGAZZO Il sindaco Andreotti rilancia:”Tutti i comuni si costituiscano parte civile ad adiuvandum per manifestare la reazione...
  • Pomezia – Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Sono partiti questa mattina i lavori di ristrutturazione del muro di recinzione che circonda il perimetro della scuola primaria...
  • PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra FONDAZIONE PISTOIA MUSEI annuncia PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra a cura di Alessandra Acocella, Annamaria Iacuzzi, Caterina Toschi 19 settembre 2020 – 22 agosto 2021 ingresso su prenotazione:...
  • LA FISICA DEI RAGAZZI Per una fortunata coincidenza, giovedì 3 settembre, nel Blog del “Fatto Quotidiano” è apparso un appello di Jacopo Fo titolato “Allo studente non far sapere che la fisica è stupefacente...

Le sorprese di un insolito Vangelo

Le sorprese di un insolito Vangelo
Settembre 29
08:44 2013

Fotogramma da 'Il vangelo secondo Matteo' di P.P.PasoliniLa presentazione del Vangelo Esseno della Pace crea sempre delle sorprese. Averlo presentato il 16 di luglio nella sede di “Controluce” con il concorso del Comune di Monte Compatri, di fronte a numerose persone silenziose e attente, è già questo un fatto particolare e sorprendente, trattandosi di un incontro sulla Scrittura Sacra, anche se insolita.

Dopo la rappresentazione, chi chiedeva spiegazioni su questo vangelo apocrifo, era invitato a ritornare due ore dopo l’avvenuta lettura scenica; alle 21,30. Altra sorpresa è stata il constatare che la sera diverse persone, alcune delle quali studiose, competenti e molte provenienti da località vicine, erano di nuovo presenti ad ascoltare come questo vangelo fosse stato scoperto nel lontano 1923 presso l’Archivio Segreto Vaticano da un eminente studioso: Edmond Bordeaux Szekely. A seguito di alcune indicazioni dell’allora competentissimo bibliotecario Monsignor Angelo Mercati, questo Vangelo della Pace, scritto in aramaico (la lingua parlata da Gesù), era balzato alla ribalta quando nel 1947 venivano scoperti casualmente da un pastore, nelle grotte di Qumran, gli antichissimi Rotoli del Mar Morto nascosti dagli Esseni (primo secolo a.C. – primo secolo d. C.). Traducendoli, infatti, si erano trovati alcuni brani e concetti molto simili a quelli presenti in questo strano vangelo. L’evento riportò così alla luce, in particolare ai Ricercatori di Verità, la sorgente ebraica e nascosta dell’Antica Fratellanza Essena e il percorso intrapreso da Szekely, partendo da San Gerolamo, chiamato a Roma nel 382 d. C. da Papa Dàmaso Primo (fondatore della biblioteca Vaticana) al fine di riportare alle vere fonti i vangeli che nel corso dei primi due secoli, a volte, avevano subito modifiche e distorsioni. Da Gerolamo questa particolare conoscenza si trasmise a San Benedetto (il fiume greco) che, con i suoi monasteri e i suoi monaci, salvò questa cultura e tutta la cultura occidentale dall’estinzione dovuta all’arrivo dei barbari. Si raggiunse così l’oceano in lingua latina, quello della cultura delle origini francescane, forse in un unico, conseguente percorso dedicato alle dimensioni culturali dell’Homo Frater. L’ultima gradita sorpresa è che dopo ben due ore di incontro dibattito, chiuso il locale di “ControlucePoint”, ancora le persone fermatesi per strada, incredibilmente e in modo vivo, discutevano del Vangelo della Pace, della cultura della Fratellanza Essena, e di quella mite, straordinaria figura, chiamata Gesù di Nazareth.
“Un Cristo che piacerebbe a Pasolini” ha scritto un critico, recensendo quel recital. Che sia effettivamente così?

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento