Notizie in Controluce

Lettera civica aperta

 Ultime Notizie
  • La comunità di Giulianello accoglie Don Alfonso Fieni L’attuale guida della parrocchia di Rocca Massima-Boschetto ha iniziato il suo ministero pastorale anche presso la parrocchia di San Giovanni Battista È iniziato il ministero pastorale di Don Alfonso Fieni...
  • CIAMPINO: LAVORI PER L’UFFICIO POSTALE DI VIALE KENNEDY Fino al termine degli interventi prolungamento dell’orario fino alle 19.05 per l’ufficio postale di via Bologna.  Previsti anche uno sportello dedicato e una sala consulenza Roma, 21 ottobre 2019 –...
  • E’ stata una Sala Consiliare partecipe e commossa quella che, lo scorso 19 ottobre, nel Palazzo Colonna sede del Comune di Marino, ha assistito alla presentazione del libro di Fabrizio...
  • ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA:           AL LICEO FOSCOLO CONVEGNO SUGLI ASPETTI INEDITI DELL’OPERA Appuntamento giovedì 24 ottobre riservato agli studenti. Attesa per l’intervento del fotografo...
  • XIX Settimana della Lingua italiana nel mondo Comincia oggi la XIX Settimana della Lingua italiana nel mondo dedicata all’“Italiano sul palcoscenico” (21/27 ottobre). La Dante, al fianco di Ambasciate e Istituti di Cultura, ha in calendario eventi...
  • COMPAGNIA DEI LEPINI, 4 Comuni ottengono un finanziamento del Ministero per le loro rievocazioni storiche “E’ con enorme soddisfazione che ho accolto la notizia circa l’importantissimo finanziamento che 4 Comuni del comprensorio lepino hanno ottenuto dal Ministero nell’ambito di un progetto presentato sulle rievocazioni storiche...

Lettera civica aperta

Lettera civica aperta
agosto 16
16:28 2019

Inno alla Luna. Società civile e ritorno all’esercito popolare…
Fra le proposte  non andate a buon fine nel moribondo  governo Conte risulta esserci quella di ripristinare un servizio  misto, metà civile e metà militare, “per riabituare i giovani a svolgere mansioni utili alla patria e risvegliare in loro un senso di disciplina”.  Io personalmente ho svolto servizio militare per 15 mesi e debbo dire che quel periodo fu per me molto utile per capire come funzionavano tante cose nella società. Non penso quindi -come disse Berlusconi- che “il servizio militare (o civile che fosse) rappresentasse una perdita di tempo per i giovani”….

Inoltre non sono d’accordo con il sistema corrente in cui il servizio militare -come deciso da un  precedente governo Berlusconi- sia riservato a forze prezzolate, semplici volontari, credo che l’onere della difesa (dico “difesa”…)  della nostra terra o dei legittimi interessi dei suoi abitanti non possa essere delegata a “mercenari”. Senza dimenticare le proposte  avanzate da alcuni partiti “progressisti” di concedere la cittadinanza italiana a  quegli stranieri che si impegnassero a servire nell’esercito… 

Prima di “omologare” gli  stranieri -che  hanno già raggiunto nel nostro paese  un numero critico…- e che  in realtà non risultano “omologabili”, poiché insofferenti  alle regole civili o  impossibilitati al lavoro per ragioni burocratiche  (se non quello in nero o ad attività illegali) occorre pensare alla “rieducazione” dei giovani italiani.   Considerando anche che perlopiù questi giovani non sono in grado di “resistere”, perché viziati dalla società dei consumi, dalle droghe e dalla mancanza di senso di responsabilità e di disciplina civica.  

Mi sembra ovvio che la situazione corrente rispecchi pienamente quella decadente del tardo impero romano, in cui la morale e l’incapacità di  dignità  fece dell’Italia una terra dominata dai barbari.  Le famose invasioni barbariche contavano a malapena poche migliaia di individui (comprese donne e bambini ed armenti) mentre Roma aveva oltre un milione e mezzo di abitanti ma quei pochi barbari determinati bastarono per annichilire e distruggere un sistema, forse marcio, forse indegno di essere mantenuto,  come probabilmente sta succedendo ai giorni nostri…!   E la causa anche allora fu che la difesa della società era stata delegata a mercenari di origine straniera (che alla prima occasione presero il potere) ed al “buonismo” degli alti prelati  cristiani che, nel frattempo, avevano assunto  il controllo religioso e politico della società. 

Insomma se in Italia ci fosse bisogno di difendere il territorio o la comunità un esercito di leva potrebbe aiutare mentre quello vigente dei mercenari serve solo a combattere le guerre della Nato in varie parti del mondo (sempre a spese dei cittadini) mentre il popolo può essere oppresso e vilipeso sia dai burocrati e tassatori che dai delinquenti comuni e mafiosi (aborigeni o allogeni che siano) in santa alleanza.  

Il Libro dei Mutamenti afferma: “Nel grembo della terra vi è l’acqua: l’immagine dell’Esercito. Così il nobile magnanimo verso il popolo accresce le sue masse” – L’immagine dell’esagramma L’Esercito (Shih n. 7) del Libro dei Mutamenti, è molto chiara nell’indicarne il significato. Infatti nell’antichità, in virtù della coscrizione obbligatoria, i soldati erano presenti nel popolo come l’acqua sotto la terra. Ed avendo cura della prosperità del popolo si ottiene un esercito valoroso. Ed ancora nella prima linea: “Un esercito deve servire in buon ordine ed armonia. Se ciò non avviene incombe sciagura”.

La coscrizione obbligatoria può sembrare una sopraffazione, se serve ad una causa ingiusta, ma è l’unico modo, oggi,  per riconoscersi tutti figli dello stesso paese.  Questa possibilità di servizio misto civile-militare potrebbe essere allargato anche a livello Europeo, alleggerendo così la sudditanza agli USA  e creando una valida alternativa  alla NATO.

Articoli Simili

1 Commento

  1. maria
    maria agosto 17, 08:31

    molto ragionevole

    Reply to this comment

Scrivi un commento