Notizie in Controluce

Lettera del presidente dell’Istituzione Area delle Muse

 Ultime Notizie

Lettera del presidente dell’Istituzione Area delle Muse

15 Maggio
15:56 2009

La Scuola Iseo Ilari fu fondata per volere dell’Amministrazione comunale di M.Porzio nel 1999 e venne chiusa nel 2005. Nel marzo del 2006 il Comune di M.Porzio ha creato una Istituzione, denominata “Area delle Muse”. Essa è per Statuto “un organismo strumentale del Comune per la progettazione, la promozione, lo svolgimento e la gestione delle attività” del polo museale e della scuola di musica.
Avendo come finalità la “formazione, istruzione musicale e artistica della scuola musicale comunale”, ha subito pubblicato come primo atto un bando di concorso pubblico per la figura del direttore-collaboratore esterno, avente funzione di direzione artistica della scuola stessa. Al bando ha risposto una persona soltanto: il M° Ciavarella, che ha assunto per un anno tale compito, al termine del quale è stato riconfermato con una Convenzione, da lui sottoscritta, per il periodo improrogabile di un ulteriore anno, cioè dal 1 giugno 2007 al 31 maggio 2008.

Nel maggio 2008, in prossimità della scadenza della proroga, gli venne richiesta una relazione, che il Maestro Ciavarella ha depositato il 20 maggio in Comune.
Contrariamente al documento che il Ciavarella ha inviato al suo giornale, documento che egli fa passare per una sua relazione, nella vera relazione del 20 maggio si esprimeva in termini molto ma molto diversi. Infatti egli affermava tra l’altro:

relativamente ai locali della scuola il M° Ciavarella scriveva: “La nuova aula insonorizzata è funzionale e molto attrezzata…”;
sull’attrezzatura: “L’attrezzatura presente nella scuola risulta sufficiente al regolare svolgimento delle lezioni…”;
sull’offerta culturale della scuola: “L’offerta culturale della Scuola è sicuramente molto ampia e, l’istituzione del settore moderno ha sicuramente contribuito a questo…”;
sui nuovi iscritti: “La situazione degli iscritti è sicuramente buona… La ‘fedeltà’ dei nostri iscritti, inoltre, rafforza il giudizio positivo da me espresso nei confronti dell’attuale corpo insegnante…”;
sulle collaborazioni con altre realtà culturali: “c’è stato un incontro con il Dirigente scolastico di M.Porzio. In quell’occasione ho presentato una proposta di possibili collaborazioni… Molto proficua e ricca di possibili prospettive future è stata la collaborazione con il Direttore del Polo museale…”;
sulle problematiche con il corpo docente: “Il rapporto personale con tutti gli insegnanti è ottimo…”
sull’andamento didattico della scuola: “Non ho riscontrato alcun problema di natura didattica. Il rapporto personale tra studenti ed allievi è buono e non sono sorti problemi particolari… Sono stati attivati corsi sperimentali di musica d’insieme…”

Che oggi il M° Ciavarella presenti un documento che nessuno conosce, né firmato, né datato mi risulta molto strano e, mi permetta di dire, poco serio e al limite dell’illecito.

Il fatto è che l’Istituzione che presiedo ha dovuto predisporre un nuovo bando di concorso per la figura di collaboratore esterno alla direzione della Scuola Iseo Ilari, bando che è già stato pubblicato e che vedrà ad ottobre la selezione delle domande.
Contrariamente a questa legittima e doverosa operazione, con affermazioni di millantato credito il M° Ciavarella sta cercando di farsi passare come il vero direttore della scuola, giungendo ad inviare lettere ai consiglieri comunali di M.Porzio e a testate giornalistiche contro l’operato dell’Istituzione Area delle Muse che gestisce la Scuola stessa per Statuto.

L’operato scorretto del M° Ciavarella è iniziato da qualche tempo, infatti il Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Area delle Muse con una lettera del 3 settembre ha dovuto diffidarlo:
1) in quanto si era arrogato il diritto di svolgere la mansione di direttore della scuola comunale di musica Iseo Ilari, mansione scaduta improrogabilmente fin dal 31 maggio scorso;
2) in quanto operava personalmente nei confronti di docenti e di alcune famiglie di allievi della scuola stessa, mirando a delegittimare l’operato dell’Istituzione;
3) in quanto praticava iniziative vessatorie nei confronti del corpo docente.

Premetto inoltre che l’operato del Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione ha sempre proceduto ascoltando il parere di legittimità del Segretario generale del Comune di M.Porzio, e ha tenuto conto sempre di quanto è stabilito nei regolamenti approvati dal Consiglio comunale di M.Porzio, con i quali si istituiva l’Istituzione Area delle Muse e, di conseguenza, la rinata scuola comunale di musica.

Proprio sulla base di tutto ciò credo di essere tenuto a ribadire alcune valutazioni di primaria importanza, sulla base delle quali ritengo che l’operato del M° Ciavarella risulti inqualificabile.

1) Il M° CIavarella ha svolto per due anni di seguito il ruolo di consulente esterno-direttore artistico della scuola comunale di musica, ruolo che gli è stato attribuito a seguito di regolare bando di concorso (2006) e di proroga di un anno (dal 1/6/2007 al 31/5/2008).

2) La convenzione a termine, relativa a tale collaborazione, risulta a tutti gli effetti scaduta in base all’art. 4 della Convenzione stipulata, la quale prevedeva che “alla fine di tale periodo l’incarico scadrà di pieno diritto senza bisogno di disdetta, preavviso, diffida o costituzione in mora”.

3) Il rinnovo di detta convenzione era stato deciso con delibera del Consiglio ci Amministrazione n.13/2007 e non esiste la possibilità di un ulteriore rinnovo.

4) Contrariamente a quanto scritto dal M° CIavarella, dopo il 31 maggio 2008 l’Istituzione Area delle Muse non si è mai avvalsa assolutamente dell’ex consulente-direttore artistico.
Ogni rapporto diretto tra il Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione e il M° Ciavarella è terminato in data 31/5/2008.

5) Sulle affermazioni del M°Ciavarella che il Regolamento vigente della scuola comunale di musica non permetterebbe se non a lui di avviare il nuovo anno scolastico, mi permetto di segnalare sia l’assurdità del riferimento al Regolamento stesso, sia l’inammissibilità della “Richiesta ufficiale di vigilanza al rispetto delle norme”, rivolta a tutti gli Assessori e a tutti i Consiglieri comunali in data 5 settembre scorso e successivamente riprese in una lettera a testate giornalistiche.
Non so a quali regolamenti il M° Ciavarella faccia riferimento. Sia l’Atto istitutivo dell’Istituzione, sia il Regolamento della Scuola comunale di musica Iseo Ilari gli danno torto.

A conclusione di questa lunga precisazione, Signor Direttore, vorrei citarle la lettera del Sindaco di Monteporzio (prot. 13849 dell’11 settembre 2008) inviata al M° Ciavarella, e per conoscenza a me, con cui gli si comunicava: “Ho letto con attenzione la corrispondenza intensa tra lei e il Presidente dell’Istituzione Area delle Muse. Al riguardo ritengo doveroso comunicarle che la mia posizione è di stima e fiducia piena nei confronti dell’Istituzione tutta, in quanto ritengo abbia operato e operi nel pieno rispetto della legge”.

M.Porzio C. 16/9/2008
Il presidente dell’Istituzione Area delle Muse
Antonio Pio Cupellini

Articoli Simili