Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

“L’Italia s’è desta… dell’elmo di Silvio s’è cinta la testa”

Novembre 10
23:00 2009

Chiedo venia, non sono io a dire corbellerie, riporto solo la piccola variante apportata ad una strofa del nostro Inno nazionale che fa da sfondo sonoro – in apposito sito corredato della foto del Premier accanto a Benedetto XVI – alla promozione di Silvio Berlusconi quale candidato al Premio Nobel per la Pace 2010. Motivazione: “per il suo indiscusso impegno umanitario in campo nazionale ed internazionale“. Si affretti chi vuole dare il suo appoggio a tale emerita iniziativa, la candidatura sarà inviata all’Istituto Nobel Norvegese il 16 gennaio 2010 (per maggiori informazioni: www.silvioperilnobel.it).
Cambiando musica: “Sono sorpreso, onorato e profondamente commosso, ma non sono sicuro di meritare il Premio“, così si è espresso Barack Obama nel ricevere il Nobel per la Pace 2009, assegnatogli “per i suoi sforzi straordinari volti a rafforzare la diplomazia internazionale e la cooperazione tra i popoli”. Forse allo stesso modo di Obama si sarebbe stupito e commosso Niccolò Copernico se avesse ricevuto ai suoi tempi il Nobel per la sua teoria eliocentrica, che andava a scombinare tutti gli assetti impostati sulla teoria opposta, creando un putiferio senza precedenti. E chissà se a quei tempi ci sarebbe stato qualcuno capace di dire a Copernico ciò che Napolitano ha saputo dire a Obama: Nobel meritato “per la visione innovativa”.
Il merito di Obama è di aver avuto l’agilità mentale, la fiducia e il coraggio necessari per proporre un diverso punto di vista da quello che ci vede inchiodati da sempre all’ineluttabilità della guerra e delle sue nefandezze. Un radicale stravolgimento che fa ballare come un pupazzo di gomma al forte vento di burrasca quella insana teoria – ahimè applicata con tutta la protervia possibile e immaginabile e anche inimmaginabile – detta “Guerra preventiva”, che in pratica consiste nel fare agli altri quello che non vorresti venisse fatto a te, il contrario esatto di ciò che ogni morale condanna e che ogni religione predica; o se vogliamo dirla più terra terra con un motto molto in voga in uno dei comuni più agguerriti dei Castelli Romani: “Chi mena prima mena due volte“.
Bravo Obama, che forse da uomo scrupoloso e umile e Capo di Stato responsabile si è ripassato anche la rivoluzione copernicana di Kant, mettendosi poi a ragionare con la propria testa sui problemi di ordine globale, uscendo da quegli schemi mentali sclerotizzati che null’altro riescono a ipotizzare, per portare avanti un barcone che fa acqua da tutte le parti, se non il vecchio ricorso alle armi, sempre più sofisticate e distruttive. In effetti Obama poco ancora ha fatto di concreto per arrivare alla Pace Mondiale, ma ha posto tale stato planetario come possibile alternativa alla Guerra Mondiale. La Terza. Che, se dovesse verificarsi, segnerebbe la fine dell’umanità, almeno così come oggi la s’intende. Fatti salvi, ovviamente, i più organizzati a resistere, magari in qualche bunker sulla Luna o su Marte o nel vulcano di Rocca di Papa, che poi ricomincerebbero la storia ripartendo dal punto zero, con la stessa ineffabile stoltezza.
Obama ha offerto al mondo uno spiraglio da cui guardare al futuro con altri occhi, con altre attese. Obama merita il Nobel perché ha scheggiato il piedistallo su cui poggia il monumento della stupidità che uccide vita e speranza. E tutti vogliamo sperare che il presidente Usa non si fermi qui. Se poi nel 2010 a ricevere il Nobel per la Pace fosse nientemeno che il nostro presidente Berlusconi, e lo ricevesse per meriti almeno potenziali se non effettivi, allora potremmo gridare al miracolo come tante volte è accaduto nella storia dei popoli, salvo poi finire nella polvere della propria disfatta e, quel che è peggio, senza averne tratto insegnamento.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Dicembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”