Notizie in Controluce

Lo Nero…fante. Soavi critiche impaginate

 Ultime Notizie

Lo Nero…fante. Soavi critiche impaginate

novembre 04
02:00 2006

Gli scandali, le corruzioni e tutta l’allegra brigata. Quelli più… ‘terreni’… di ‘campo’… continuano ad avvicendarsi, traaanquillamente, e puuuntualmente son perdonati e… umilmente… chiedon perdono (poverini, cosa ci potean fare i protagonisti, nel Bel Paese… così fan tutti…) ai giudici, o alle loro simulacri figure. I denari che la cattiva, pessima parte della nazione ha sottratto e sottrae traaanquillamente ancora, aspettano di essere restituiti dai paradisi fiscali, dai male-affari o dalle tranquille rendite dove magari son ben imboscati meglio di partigiani alla macchia. Questo spettro (il… ‘perdonare’), tramite magari facili, complici e gustose indulgenze, s’aggira ancora inquieto ed inquietante per la Repubblica. Razionalizzazioni del settore pubblico e della spesa pubblica italiana ancora in… stand by: purtoppo la parola Razionalizzazione, come per il concetto ‘elasticità mentale’, è peggio della kriptonite per i pubblici impiegati, dirigenza compresa. Kriptonite pura è anche il concetto ‘rendere efficiente’ la Repubblica, a partire dalla Scuola e in mooolte altre istituzioni base… e qui mi fermo. La buona nazione italiana, imprenditori, amministratori, lavoratori, studenti, ecc. soffrono (e ahinoi periscono, ora in modo disgustosamente brutale!) a causa di persistenti sacche di barbarie e di culture tribali (mafie) ancora da civilizzare nel 2006!, che spesso, quasi sempre, operano nella sempre più abbandonata e indifesa ‘periferia’. Soffrono ancora inefficienze e carenze di risorse ed energie finanziarie, in parte perse nelle inefficienze e deficienze pubbliche; in parte dirottate sugli inebrianti ‘grandi numeri’ dell’Economia, della Borsa; in parte imboscate dai ‘furbetti, corrotti & Co’; in parte drenate per contrastare quest’altra rottura di scatole che è il cosiddetto ‘nuovo terrorismo internazionale’, problema che s’aggiunge al già incasinato presente Mondo. Risorse dirottate per presidiare meglio i centri più sensibili, sguarnendo però la ‘periferia’ fin nelle più elementari cellule familiari, quella che puuuntualmente soffre di più e di più paga le tattiche e strategie mosse dai centri di potere. Risorse tolte al perseguimento della qualità della vita, alla qualità dell’economia e del lavoro che ancora in Italia stiamo aspettando, con mooolta pazienza… O voi, cari indaffarati politici ed establishment dello Stato che v’aggirate per Roma, Milano, Cernobbio, Torino, etc.: «quand’è che cominciate a lavorare bene, non pensando solo alle vostre città e relativi palazzi (templi)?». «Quand’è che cambiamo strategia di gioco puntando (magari) più sulla difesa del (pseudo) vantaggio occidentale acquisito, che continuare ad attaccare?» (rimembrare il gioco di Zeman).

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Archivio

Le Notizie per Data

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31