Notizie in Controluce

Marino:Lettera aperta al Sindaco Adriano Palozzi

 Ultime Notizie
  • PRIMO CASO COVID IN UNA SCUOLA DI CIAMPINO PRIMO CASO COVID IN UNA SCUOLA DI CIAMPINO, L’AMMINISTRAZIONE: NO ALLARMISMI, SI RISPETTO DELLE REGOLE E PRUDENZA   Ciampino 20 settembre 2020 – “Anche a Ciampino, purtroppo, registriamo il primo...
  • Cori, sistemazione idrogeologica Cori, sistemazione idrogeologica: richieste di contributi al Viminale per 2 milioni e mezzo di euro La Giunta Municipale del Comune di Cori ha approvato con separate deliberazioni un pacchetto di...
  • Giornata Internazionale della Pace Giornata Internazionale della Pace: Save the Children, 415 milioni di bambini esposti al potenziale fuoco incrociato delle armi e degli effetti Covid-19; in Yemen, in piena emergenza, i bombardamenti sono...
  • XXX edizione per IL PREMIO DI PITTURA “ LA SCALETTA” Compie trent’anni, il Premio di pittura “La Scaletta” oggi dedicato al suo fondatore Gustavo Gualtieri che lo propose per la prima volta sulla scalinata di Via Ettore Novelli da qui...
  • VELLETRI WINE FESTIVAL “NICOLA FERRI” programma Presentata Venerdì 18 Settembre presso il Polo Espositivo Juana Romani l’ VIII edizione del VELLETRI WINE FESTIVAL “NICOLA FERRI” alla presenza del Sindaco Orlando Pocci dell’Assessore alla Cultura Romina Trenta...
  • SAGRA DELL’UVA ANNULLATA SAGRA DELL’UVA ANNULLATA, DE FELICE (UNA PAGINA DA SCRIVERE): “DECISIONE GRAVE MA NECESSARIA. RESTIAMO UNITI DI FRONTE A QUESTA SCOSSA EMOTIVA. DIMOSTRIAMO DI ESSERE DAVVERO UNA COMUNITÀ” “Apprendiamo con grande...

Marino:Lettera aperta al Sindaco Adriano Palozzi

Luglio 04
14:41 2011

pc: Presidente del Consiglio comunale

e Cittadini iscritti nel ruolo TARSU

Egregio signor Sindaco,
dopo le notizie di Napoli, della Calabria ed ora della Puglia immaginiamo cosa potrebbe accadere se il proprietario delle discariche di Malagrotta e di Cecchina (Roncigliano) chiedendo l’aumento della tariffa per lo smaltimento, ricevesse un No dalla Regione.
D’altro canto, come Le potrebbe essere noto, la Regione Lazio, negli ultimi mesi del 2010, ha proposto alla discussione il nuovo Piano di Gestione dei rifiuti (2011-2017) nel quale, tra le innumerevoli notizie, prende atto che il sistema di raccolta differenziata stradale non consente il raggiungimento delle percentuali previste dalla legge italiana e cioè il 65% di Raccolta Differenziata entro il dicembre 2010. Come vede il nostro 20%, del dicembre 2010, e la percentuale raggiunta nello scorso maggio sono troppo distanti e condannano, noi cittadini marinesi, a pagare la eco tassa vedendosi incrementato il costo di smaltimento in discarica del 40/50%, salvo eventuali incrementi che nel frattempo potrebbero essere riconosciuti alla proprietà della discarica stessa.
Le è invece noto che la scelta fatta dall’ex assessore Prinzi, e condivisa dalla Giunta, ci è costata mediamente più di 1.000.000 di € nel 2010 ed altrettanti ci potrebbe costare nell’anno in corso e nei prossimi, se consultando cittadini e associazioni, oltre che valutando attentamente in Consiglio comunale, non si dovesse abbandonare l’attuale sistema di raccolta stradale per passare a quello domiciliare “porta a porta”.
Da parte nostra, accogliendo la necessità per il nuovo assessore all’ambiente di farsi una idea anche sull’argomento, abbiamo fissato per il 16 settembre la data per svolgere il IV Incontro Tecnico sui sistemi di gestione dei rifiuti urbani, anche nella speranza democratica di avere un incontro costruttivo nei confronti dell’Amministrazione e di coinvolgimento con cittadini ed associazioni.
Le promettiamo di riproporre al nuovo Presidente del Consiglio comunale la stessa bozza di regolamento per la gestione dei rifiuti urbani, nella speranza di vederla affidata alla corrispondente Commissione consiliare, magari dopo una rapido OK della giunta; cosa questa non verificatasi nella precedente consiliatura.
Non tenteremo la strada prevista dallo Statuto comunale con la sottoscrizione di un ventesimo degli elettori in quanto come è noto tutti gli Istituti di partecipazione popolare alla vita amministrativa previsti dal nostro Statuto richiedono l’approvazione di regolamenti attuativi tutt’ora inesistenti.
Se accetta un consiglio interessato sia “clemente” con i cittadini, specie con quelli che lo hanno confermato per il prossimo quinquennio, facendogli comprendere che democrazia non è solo avere la possibilità di votare ogni cinque anni, ma poter partecipare a tutte le fasi amministrative, specie in quelle riguardanti l’organizzazione e l’erogazione dei servizi ai cittadini sia perchè rivolti a loro, sia perché sono loro che li finanziano.
Confermiamo, anche per i prossimi cinque anni, la nostra disponibilità a collaborare.
il portavoce del gruppo: corrado colizza

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento