Notizie in Controluce

Nessuna responsabilità del gestore autostradale per sassi lanciati dal cavalcavia

 Ultime Notizie

Nessuna responsabilità del gestore autostradale per sassi lanciati dal cavalcavia

Nessuna responsabilità del gestore autostradale per sassi lanciati dal cavalcavia
Aprile 19
10:01 2015

Si fa riferimento al caso di un automobilista il quale ha subito lesioni, sia personali sia al veicolo, a causa del lancio di sassi dal cavalcavia da parte di ignoti. Tale automobilista chiede il risarcimento dei danni all’amministrazione, lamentando che il gestore autostradale era tenuto ad assumere il comportamento di custode, cioè di chi ha un potere giuridico e fattuale e che è chiamato a controllare la cosa, facendo in modo che non si creino situazioni di rischio per terzi.
La norma a cui ci si riferisce è quella di cui all’art. 2051 c.c. per cui: «Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito». Qualora una situazione di pericolo si verifichi, colui che invoca la responsabilità ex art. 2051 c.c., nel caso in questione l’automobilista, deve dimostrare l’esistenza della situazione di pericolo, il danno subito ed il nesso causale tra questi. Importante è considerare che l’occasione per i soggetti, ignoti, di lanciare dei sassi dal cavalcavia, si era resa ancor più facile, in considerazione della presenza di squarci nella reta posizionata sul cavalcavia stesso.
Mentre il tribunale accorda la richiesta di risarcimento del soggetto danneggiato, la Corte d’Appello ritiene che a nulla vale considerare il dato degli squarci della rete, in quanto quest’ultima era comunque facilmente scavalcabile e quindi si sarebbe comunque potuta verificare la situazione di pericolo del lancio di sassi. Considerando inoltre come caso fortuito l’azione dei soggetti ignoti, la Corte non rileva alcuna responsabilità del gestore autostradale e conseguentemente nega la possibilità, per l’automobilista, di ottenere il risarcimento.
Ciò che più colpisce è che in alcun modo è stata sanzionata l’amministrazione per il fatto, evidentemente grave, che la rete fosse inidonea a proteggere gli automobilisti dal lancio di sassi, in considerazione anche di tutta la normativa relativa alla manutenzione e alla messa in sicurezza delle autostrade.
Quello che è stato riportato è un evento risalente al 1992, il che fa sicuramente pensare che se si fossero presi in considerazione con più rigore epidosi di questo tipo, probabilmente i fatti di cronaca, purtroppo noti, di sassi lanciati da cavalcavia, forse non si sarebbero verificati.
Cassazione civile, sezione III, sent. 26.03.2015, n. 6095

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento