Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Nodi al pettine e monotoni balletti

Luglio 29
13:25 2011

C’è un’aria stanca in giro. La tv generalista, avendo quasi finito di spremere quelli in circolazione, cerca disperatamente un omicidio, ma singolo, perché le stragi non rendono, sono troppo chiare e poco appassionanti. Nel frattempo, in politica, rese dei conti e grandi manovre in retrovia, come si addice al coraggio diffuso. Il Cavaliere annerisce per la sentenza di condanna che gli mette le mani in tasca e straparla di ingiustizia di fronte al più lineare dei percorsi giudiziari. Aveva sperato, come al solito, che il passare del tempo avrebbe lavato i ponti, annacquato opinioni, prove e giudicati. Aspettava che il tempo trasformasse il Colosseo in una capanna. Non potrà mai avvenire. E infatti rocciosi permangono i Previti e i Metta condannati definitivamente in sede penale assieme ai (al?) loro manovratori. La sentenza civile segue a ruota, è elementare, inevitabile. Verrebbe da dire, se non ci fosse qualche imbarazzo nello specifico: «è il diritto, bellezza!» Proseguono intanto in ogni sede, parlamentare o esterna, una serie di balletti ormai visti e rivisti, a sostegno di un gioco delle parti così scoperto e stantio che anche i bookmakers più volenterosi hanno gettato la spugna: il risultato è sempre quello. Bossi e Berlusconi sono i campioni che vanno per la maggiore. Il condottiero padano minaccia ogni giorno terremoti, ma al massimo, come è nella natura elegante, produce ruttini. Il furbo brianzolo, che lo ha capito, era convinto che il lupo non sarebbe mai arrivato. E il lupo s’è mangiato il Papa. Il brianzolo l’ha presa male, ma liscia pelosamente il pelo perché c’è da salvare ancora qualche pecorella smarrita e poi il pastore, il pastore che per fuggire vuole la strada breve, poi la strada lunga, e alla fine, perso l’orientamento, si ritroverà ristretto nel recinto. Ma quando uno è furbo è furbo, e così il nuovo ‘angelino’ custode si chiamerà Francesco e conosce bene le pecorelle (anche quelle smarrite da tanto) e il loro pastore. E così sia. Poi ci sono i balletti rossi, e anche quelli non scherzano. I riformisti cercano ardentemente riforme, e quando ne trovano una, che fanno? La votano, tutti direbbero. No, si astengono. Non scherziamo troppo, poi fatta la riforma che si fa, abbiamo famiglia. Ma anche gli altri hanno famiglia e la difendono a spada tratta (soprattutto quella degli altri); allora quando passa di là una legge contro l’omofobia (soprattutto contro le bastonate e le coltellate dell’omofobia), che fanno? Dicono che è incostituzionale, ma guarda un po’. Però anche i relatori sbagliano; forse avrebbero dovuto farla in favore dell’omo Tizio o Caio, e l’incostituzionalità sarebbe andata a farsi benedire e la legge felicemente varata, come le altre ‘dedicate’. Pure i comprimari si danno da fare, firmano e rumoreggiano, ma il Palazzo chiude le finestre. Qualche volta, per fortuna, la serenata la fa il popolo, d’improvviso svegliato dal bacio del disgusto. Ma rimane sempre un Paese miracoloso. Scilipoti scrive un libro (sì, è vero), il Ministro delle Finanze sembra che paghi l’affitto in nero (auguriamoci che sia così, se no sarebbe peggio), Calderoli, il Ministro giocoliere (dal pantalone si vede l’uomo), inaugura ministeri che spariscono, ma si sa, a Monza vanno tutti di corsa; infine il Trota sta imparando a nuotare senz’acqua perché pare che la vaschetta gliela abbiano regalata non proprio limpidamente. Poi gli scudetti si comprano, i calciatori scommettono, i portieri bucano, i ciclisti si bombano, e i notisti affliggono. Valli a capire.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”