Notizie in Controluce

Ora posso affermare che E’ PIOVUTO SUL BAGNATO!

 Ultime Notizie

Ora posso affermare che E’ PIOVUTO SUL BAGNATO!

Gennaio 27
15:27 2010

0_9303_2009_3_apr_003_1Ora posso affermare che E’ PIOVUTO SUL BAGNATO!
Sono un lavoratore diversabile in servizio presso l’Ospedale “P. Colombo” di Velletri.
Dal dic 2006 sto attraversando un periodo di umiliazione nel mio ambiente di lavoro… sarà “mobbing” ?
Precedentemente, dal 10/01/2008 ho lavorato negli ambienti dell’ex C.U.P., in una stanza con porta blindata e vetro antisfondamento, fino alla data del 2/04/2009 dove, per la presenza di una grata, vedevo il cielo a quadretti (praticamente 15 mesi in “gabbia”).
Il bagno con gradino, quindi “barriere architettoniche” in loco…

Dopo numerose note scritte per ottenere (come da normativa), una sistemazione più consona alle mie condizioni fisiche, anche per una tranquillità lavorativa, senza rischi per la mia incolumità e sicurezza, dal 3/04/2009 sono stato “traslocato” nella zona del Poliambulatorio ospedaliero (piano terra) in una stanza con pochissimo spazio che dal 25/05/2009 condivido con il Medico Competente del Lavoro.

Dalla stessa data ho “a disposizione” un bagno strettissimo…

Proprio all’interno di questo bagno, il 19 gennaio ho inciampato a dei cartoni presenti con il “bastone canadese” destro e, cadendo ho sbattuto violentemente il gomito sinistro… non posso dire, se al termosifone o in terra…

Chiesi aiuto con il telefonino ed un infermiere si è adoperato (insieme ad altri suoi colleghi presenti in servizio) a farmi uscire da quell’angusto ambiente, utilizzando una sedia girevole da scrivania, in quanto una carrozzina non poteva essere introdotta.

Fuori dal bagno, questa volta con carrozzina sono stato accompagnato in Pronto Soccorso per gli accertamenti del caso.

Ho riportato un INFRAZIONE DEL PROCESSO CORONOIDEO ULNARE DI SINISTRA (prognosi 15 gg.)

Tutto ciò significa che per lungo tempo non potrò muovermi con i miei ausili e cioè, non potrò camminare come facevo, già con fatica, in precedenza.

Dovrò utilizzare una carrozzina ed essere aiutato, perdendo così, per un bel po’, la mia minima autonomia.

Per concludere, mi chiedo: chissà se questi accadimenti favoriranno la risoluzione del mio problema, assegnandomi ambienti più idonei e non troppo lontani dalle uscite di emergenza?1?

Cordialmente, Elio Delle Chiaie

Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento