Notizie in Controluce

Parco Valle del Treja – Prosegue la collaborazione con gli agricoltori per prevenire i danni da fauna selvatica nel Parco

 Ultime Notizie
  • La comunità di Giulianello accoglie Don Alfonso Fieni L’attuale guida della parrocchia di Rocca Massima-Boschetto ha iniziato il suo ministero pastorale anche presso la parrocchia di San Giovanni Battista È iniziato il ministero pastorale di Don Alfonso Fieni...
  • CIAMPINO: LAVORI PER L’UFFICIO POSTALE DI VIALE KENNEDY Fino al termine degli interventi prolungamento dell’orario fino alle 19.05 per l’ufficio postale di via Bologna.  Previsti anche uno sportello dedicato e una sala consulenza Roma, 21 ottobre 2019 –...
  • E’ stata una Sala Consiliare partecipe e commossa quella che, lo scorso 19 ottobre, nel Palazzo Colonna sede del Comune di Marino, ha assistito alla presentazione del libro di Fabrizio...
  • ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA:           AL LICEO FOSCOLO CONVEGNO SUGLI ASPETTI INEDITI DELL’OPERA Appuntamento giovedì 24 ottobre riservato agli studenti. Attesa per l’intervento del fotografo...
  • XIX Settimana della Lingua italiana nel mondo Comincia oggi la XIX Settimana della Lingua italiana nel mondo dedicata all’“Italiano sul palcoscenico” (21/27 ottobre). La Dante, al fianco di Ambasciate e Istituti di Cultura, ha in calendario eventi...
  • COMPAGNIA DEI LEPINI, 4 Comuni ottengono un finanziamento del Ministero per le loro rievocazioni storiche “E’ con enorme soddisfazione che ho accolto la notizia circa l’importantissimo finanziamento che 4 Comuni del comprensorio lepino hanno ottenuto dal Ministero nell’ambito di un progetto presentato sulle rievocazioni storiche...

Parco Valle del Treja – Prosegue la collaborazione con gli agricoltori per prevenire i danni da fauna selvatica nel Parco

Parco Valle del Treja – Prosegue la collaborazione con gli agricoltori per prevenire i danni da fauna selvatica nel Parco
luglio 30
13:04 2019

Il territorio del Parco, per la sua particolare morfologia caratterizzata dalla forra del fiume Treja e dei suoi affluenti, ha, nelle aree più impervie e più lontane dalle zone abitate, una natura quasi selvaggia. Le forre prevalentemente boscate vengono utilizzate dal cinghiale (Sus scrofa) come siti di ricovero e fungono da corridoi ecologici per gli spostamenti. Essendo interdigitate e compenetrate con le aree agricole e/o abitate sui pianori, le forre favoriscono l’accesso dei cinghiali alle aree coltivate utilizzate per l’alimentazione.

 

Per prevenire i danni alle colture causati dalla fauna selvatica all’interno dell’area protetta e in una fascia esterna di 100 metri, dal 2006 il Parco consegna in comodato d’uso gratuito ai cittadini che ne fanno richiesta l’attrezzatura completa per realizzare recinzioni elettrificate a protezione dei terreni coltivati. Fino ad oggi sono state assegnate, in comodato d’uso gratuito pluriennale a oltre 60 utenti diversi, recinzioni elettrificate per un totale di quasi 25 chilometri. Sono stati così contenuti i danni su una superficie complessiva di oltre 45 ettari di coltivi, prevalentemente orti e noccioleti. Le richieste e le assegnazioni delle recinzioni sono state significative e la loro effettiva e corretta utilizzazione, curata direttamente dagli utenti, ha portato a risultati positivi. I danni ai coltivi si sono infatti ridotti sensibilmente passando dai 5.900 euro spesi in media annualmente per gli indennizzi dei danni tra gli anni 2004 e 2008 ai 182 euro medi del periodo tra il 2014 e il 2018.

Chiunque con un terreno coltivato all’interno del Parco o in una fascia di 100 metri al di fuori di esso, volesse fare richiesta per ottenere questo valido strumento di prevenzione, può contattare gli uffici del Parco direttamente in piazza Vittorio Emanuele II, 4 nel borgo di Calcata, telefonicamente al numero 0761 587617 o via mail all’indirizzo info@parcotreja.it

Per approfondire l’argomento, sul sito del Parco trovate una guida del 2011 al montaggio delle recinzioni per il contenimento dei danni da cinghiale alle coltivazioni agricole.

 

 

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento