Notizie in Controluce

Partita Virtus Valmontone – Aprilia

 Ultime Notizie

Partita Virtus Valmontone – Aprilia

novembre 23
13:42 2010

Virtus Valmontone – Virtus Aprilia 65-76 (31-35) Virtus Valmontone: Braghese 2, Perna 2, Di Viesto 2, Donadio 17, Garofolo 27, Maiolo, Sabattini 2, Del Moro, Rischia M. 4, Cara 9. All. Rischia E.

Virtus Aprilia: Giuliano 2, Chiminello 10, Micheletto 4, Fanti 9, Iacobone 8, Coppa 11, Di Fabio 19, Gabanella Ne, Meleo 7 Catasta 6. All. Sardo

 

Parziali: 19-17, 12-18, 17-21, 17-20

Arbitri: Zepponi Di Quartu E Scannella Di Arbus

Una Virtus Aprilia motivata e desiderosa di riscattare il passo falso casalingo della domenica precedente, espugna il parquet di Valmontone e rilancia le proprie ambizioni di alta classifica. Per quanto riguarda la Virtus, troppi giocatori sotto gli standard abituali, contro una squadra di categoria che unisce il giusto mix di esperienza e gioventù e sfrutta ogni errore degli avversari.

Coach Rischia schiera: il figlio Matteo in regia, Garofolo, Di Viesto, Cara e Donadio, gli ospiti rispondono con Coppa, Fanti, Meleo, Michieletto e Giuliano.

Primo quarto in equilibrio con Donadio a fare la voce grossa nel pitturato ed i giovani Coppa e Michieletto a tenere ad un possesso di distanza la compagine pontina. La nota negativa è rappresentata dai due falli sanzionati a Cara, richiamato in panca. Alla prima sirena è 19-17.

Il secondo parziale si gioca sulla stessa falsariga del primo, anche se gli ospiti acquisiscono più solidità. Chiminello, entrato per l’evanescente Giuliano, fa sentire il peso dei sui centimetri e della sua esperienza nel pitturato mentre Di Fabio, uscito dalla panchina, piazza una bomba che porta i suoi in vantaggio. Del Moro appena entrato in campo, scivola malamente e si accascia al suolo dolorante al ginocchio. Per un attimo si teme il peggio, ma poi, tra gli applausi del pubblico, l’ala si rialza ma segue il resto della gara dalla panchina.

Nel terzo quarto un black out, causato dalle pessime condizioni atmosferiche, ferma la gara per una decina di minuti. Finalmente si riaccendono le luci, Di Fabio realizza da ogni posizione e con una tripla di Catasta, i pontini di portano sul +9 (37-46). La Virtus non riesce ad alzare il ritmo, il gioco è compassato e si attacca sempre la difesa schierata, con tutte le difficoltà del caso. Nuovo black-out ed altri 10 minuti di stop. Quando si riprende a giocare la Virtus ha un sussulto grazie alle iniziative di Garofolo e si porta sul 48-53. In questo frangente gli ospiti faticano a superare la difesa a zona chiamata da coach Rischia ma proprio sul più bello, viene annullato una canestro in transizione a Donadio per un’infrazione di 3 secondi.

Coach Sardo chiama time out ed al rientro in campo delle squadre, l’arbitro sanziona la panchina della Virtus con un fallo tecnico inspiegabile. Meleo non capitalizza dalla lunetta (1/2) ma nel possesso successivo segna Coppa così gli ospiti tornano a +8 (46-58).

In avvio di ultimo quarto, la Virtus torna sotto, aggrappandosi alle iniziative di uno scatenato Garofolo, ma gli ospiti hanno preso le misure della nostra difesa e rintuzzano i tentativi di recupero. Una tripla di Fanti chiude di fatto i giochi con il punteggio fissato a 65-76.

Articoli Simili