Notizie in Controluce

Pesticidi nel piatto: nel Lazio raddoppiano i campioni irregolari

 Ultime Notizie

Pesticidi nel piatto: nel Lazio raddoppiano i campioni irregolari

giugno 28
23:00 2009

Nel dettaglio, la percentuale di campioni in cui la quantità di pesticidi rilevata ha superato il limite fissato dalla legge, passa dallo 0,6% del 2008 all’1,3% di quest’anno, ossia da 7 a 12 campioni (5 esemplari di verdura più 7 di frutta). Aumenta la percentuale di campioni senza alcun residuo (dall’80,3% all’87,6%), diminuisce quella dei campioni considerati regolari con un residuo (dal 14,5% al 9,4%) e di quelli considerati regolari pur con più residui (dal 4,6% all’1,8%). I campioni fuorilegge tornano dunque a superare la soglia dell’1%, dopo esserne rimasti ben al di sotto, seppur con un lieve incremento, sia nel 2007 che nel 2008. Da annotare, inoltre, che essi provengono tutti dalla Provincia di Roma.

La frutta si riconferma quale categoria “più inquinata”, pur con una diminuzione delle irregolarità rispetto all’anno scorso. Infatti, su 593 campioni di frutta, 228 sono senza residui (76%), mentre 65 sono regolari pur con uno o più di un residui chimici (21,7%) e 7 sono irregolari con residui al di sopra dei limiti di legge (il 2,3%). Un frutto su tre (il 24% per la precisione) che arriva sulle nostre tavole presenta residui chimici.

“Diminuiscono vertiginosamente i controlli ma aumentano i campioni di ortofrutta con residui chimici, il segnale è chiaro, serio e preoccupante –ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. C’è un rischio di peggioramento nell’inquinamento da pesticidi per agricoltura laziale, un rischio che i cittadini non possono permettersi visto che è sempre più crescente l’attenzione al buon cibo e alla buona tavola, ma allo stesso tempo una minaccia anche per le tante aziende che lavorano bene puntando su qualità e agricoltura biologica. Va nuovamente incrementato il numero dei controlli, e vanno subito colte su scala regionale le opportunità introdotte nella legislazione europea rispetto ai criteri di autorizzazione e vendita dei pesticidi, ma anche in merito al loro uso sostenibile e alla promozione della difesa integrata. I pesticidi fanno male, lo confermano anche studi recenti sui bambini, che hanno dimostrato rischi di disfunzioni dell’apparato riproduttore e sulla maturazione del sistema nervoso. Migliorare si può e si deve, chiederemo subito all’Assessorato all’agricoltura della Regione Lazio, che è molto impegnato in questa direzione, di cogliere questo campanello d’allarme e di mettere in atto nuove strategie per vincere la lotta contro i pesticidi.”

Nel Lazio, tra le verdure, le irregolarità sono date da Clorpirifos per la cicoria e i broccoletti e dal Malathion per l’avena. Tra la frutta le irregolarità sono date dal superamento dei limiti di: Dimetoato e Fenitrotion per le pesche, Clorpirifos per le fragole, Dimetoato e Carbamyl per gli agrumi, Procimidone e Dimetoato per le ciliegie.

In allegato: le tabelle

Articoli Simili

Archivio

Le Notizie per Data

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31