Notizie in Controluce

Pirandello e la violenza sulle donne

 Ultime Notizie

Pirandello e la violenza sulle donne

Aprile 10
16:14 2014

 

Pirandello ci mostra come l’essere umano, quando non è in grado di capire e sopportare il fallimento del rapporto, può arrivare ad atti efferati giustificandosi con l’Amore che prova o che ha provato. E’ proprio all’amore, per i colpevoli, che va attribuita la colpa dell’azione brutale contro la donna. L’autore siciliano ci svela, come solo Lui sa fare, le dinamiche assurde e spaventose di un rapporto distruttivo. I due atti unici si intersecano così tra disfacimento dei rapporti e dramma.

In Il sogno(ma forse no) la protagonista (Priscilla Micol Marino), è in balia dei sentimenti alterni dell’amante (Fabrizio Bordignon) di cui ormai si sta stancando. Per l’uomo gentilezza e violenza sono espressioni dello stesso sentimento: l’amore. Ma può l’amare qualcuno dare il diritto di disporne? Tra incubo e sogno il dramma ruota intorno ad una collana che rischia di diventare un inesorabile cappio al collo.

Nel secondo atto unico Lillina Fabbris (Sarah Nicolucci) e Antonio Serra (Andrea Natalini), vivono il loro rapporto illegittimo con una straordinaria passione. Il loro però è un sentimento sconvolto dalLa paura di essere scoperti. Ma questa condizione rafforzerà o scioglierà il loro sentimento?

Sogno (ma forse no) – La Paura di Luigi Pirandello Regia di Marco Grossi
Con Priscilla Micol Marino, Fabrizio Bordignon, Sarah Nicolucci, Andrea Natalini e Stefania D’Orazio
Costumi di Veronica Bultrini, luci di Alberto Biondi, Scene di Irene Fiore, tecnico luci Cristiano Paliotto,
Aiuto regia Valerie Bonaccorsi, organizzazione di Stefania D’Orazio

Costi 13 intero, 10 ridotto, 8 gruppi

Condividi

Articoli Simili