Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Più vivo che mai – 9

Maggio 01
02:00 2007

Excusatio non petita accusatio manifesta (scusa non richiesta, accusa manifesta): non è necessario commentare questa frase, ma ricordare che il concetto in essa contenuto è antichissimo ed è stato ripreso, nel tempo, da molti poeti, scrittori, santi e comuni mortali…
Specimen (esempio, modello): altro vocabolo latino di cui si è impossessato il linguaggio commerciale moderno internazionale per indicare campioni o modelli, e che, come tanti altri, si tenta di inglesizzare… De visu (da, con la vista): questa locuzione viene usata anche nel linguaggio giuridico per precisare che, del fatto o avvenimento in questione, si è stati testimoni oculari e quindi credibili !?!?
In dubio pro reo (nel dubbio a favore dell’accusato): questa frase, tipica del linguaggio giuridico, che i latini hanno fatto propria, viene, concettualmente, da più antiche civiltà e ribadisce che, laddove non ci siano prove certe o che queste diano adito a dubbi, il giudizio deve essere a favore dell’imputato.
A priori(bus), a posteriori(bus) (da ciò che è prima, da ciò che è dopo): queste due locuzioni sono antitetiche poiché la prima è usata quando si esprime un parere o una sentenza senza tener conto di ciò che è avvenuto e quindi con un giudizio preconcetto; l’altra, invece, si usa quando si vuol far comprendere che la decisione è stata presa dopo aver analizzato tutti i fatti.
Estrema/ultima ratio (estremo/ultimo argomento): locuzione usata, purtroppo spesso, quando si vuole giustificare un intervento duro, violento o, peggio, armato nei confronti di chi non accetta gli argomenti e ragioni addotte dal rivale.
De facto (da ciò che è fatto): locuzione cui si fa ricorso quando si vuole dimostrare che qualcosa è avvenuta realmente come risulta dagli avvenimenti che sono sotto gli occhi di tutti.
Alias, alibi (in altro tempo, in altro luogo): incontriamo spesso questi due termini, propri del linguaggio giuridico, nei libri gialli e nei film polizieschi. Vengono usati, il primo per indicare persona che in momenti e posti diversi ha assunto differenti generalità, il secondo vuole scagionare colui che, al momento dell’avvenimento, è in grado di dimostrare di essersi trovato in altro luogo.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”