Notizie in Controluce

Politica in pillole – aprile 2013

 Ultime Notizie

Politica in pillole – aprile 2013

Marzo 27
11:44 2013

Sorprese. A proposito delle dimissioni di Papa Benedetto avevamo titolato “Il Papa che non ti aspetti”. Ora le sorprese continuano con Papa Francesco. Sta diventando una costante il fatto di non azzeccare previsioni da parte di esperti o addetti ai lavori. Toppata clamorosa, in negativo, per le elezioni politiche. Idem, ma in positivo, per il conclave.

Infatti la nuova Guida della Chiesa sembra incarnare la svolta che si attendeva. Cura pastorale, modestia di costumi, spontaneità, attenzione per i poveri e gli umili. Sembrano lontani banche, intrallazzi e costumi illeciti del clero. Confidiamo che la manifestata semplicità sia unita a polso fermo e vista lunga, come accadde con Papa Giovanni. Anche perché questo Francesco non è attorniato da uccellini e agnellini, e certi lupi non sono facili da ammansire.
Conti. Anche la grande Unione Europea naviga a vista, o, se volete, vola basso. L’operazione di salvataggio di uno Stato in crisi (ora Cipro) attraverso prelievi forzosi sui conti correnti non sembra opera di alta ingegneria economica. Il fatto poi che il prelievo non sia progressivo, oltre ad essere illegittimo, sconfina nella dabbenaggine. Eppure pare proprio che siamo in queste mani, ovvero che dalla padella Italia siamo finiti nella braciona europea.
Diretta. Bei tempi quando si aspettava la diretta dal campo di calcio con annesso liquorino, consolatorio o brindante, in finale. Oggi diretta significa “diretta streaming”, tutta la politica minuto per minuto. Siamo sicuri che sia il bene supremo? Può accadere che la trasparenza all’eccesso uccida i risultati? Qualche riservatezza, diplomazia o sottile equilibrio guasterebbe così tanto, visto che nella vita di tutti i giorni (rapporti familiari, di lavoro …) alle volte è utile? Ma tant’è, la politica pare che viva solo di streaming, blog, e talk show. Oscilla tra soliloquio e vaniloquio. L’agorà all’epoca era proporzionata e seria. Ora sembra si viva di troppa piazza (soprattutto mediatica) e di piazzate avvilenti. Qualche clausura o conclave, che ne pensiamo?
Omissis. Per carità di patria glissiamo su: strafiguraccia dell’affare marò, web, clic e democrazia diretta, legittimi impedimenti a giorni alterni e mirati …
Saluto. Un saluto deferente e sentito ad Antonio Manganelli e Pietruzzo Mennea, due belle e brave persone che hanno onorato l’Italia e ci hanno dato tanto a livello umano. Con tanto lavoro ed onestà, anche intellettuale, rari navigatori nel presente vasto gorgo di cattiveria e inciviltà. Di cuore, da tutti, non si fa fatica ad azzardarlo.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento