Notizie in Controluce

PRC. IERI FIAT OGGI FCA: PRENDI I SOLDI E SCAPPA

 Ultime Notizie
  • Pomezia – Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Muro di recinzione alla scuola di via Cincinnato, partiti i lavori Sono partiti questa mattina i lavori di ristrutturazione del muro di recinzione che circonda il perimetro della scuola primaria...
  • PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra FONDAZIONE PISTOIA MUSEI annuncia PISTOIA NOVECENTO Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra a cura di Alessandra Acocella, Annamaria Iacuzzi, Caterina Toschi 19 settembre 2020 – 22 agosto 2021 ingresso su prenotazione:...
  • LA FISICA DEI RAGAZZI Per una fortunata coincidenza, giovedì 3 settembre, nel Blog del “Fatto Quotidiano” è apparso un appello di Jacopo Fo titolato “Allo studente non far sapere che la fisica è stupefacente...
  • 8 SETTEMBRE, GROTTAFERRATA RICORDA I SUOI CITTADINI VITTIME DEI BOMBARDAMENTI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE Appuntamento alle ore 17 in piazzetta Eugenio Conti ___________________________________________________________________________________________________________________________   Domani, martedì 8 settembre 2020, alle ore 17 in piazzetta Eugenio Conti, all’esterno...
  • POSTE ITALIANE IN ONDA CON TG POSTE POSTE ITALIANE IN ONDA CON TG POSTE, UNA VOCE NUOVA RACCONTA IL PAESE E L’AZIENDA   Prima edizione da lunedì 7 settembre alle 12 tutti i giorni in diretta dai...
  • VELLETRI WINE FESTIVAL “NICOLA FERRI” Venerdì 18 Settembre alle ore 17.30 la presentazione ufficiale alla stampa, pronta l’VIII° edizione del VELLETRI WINE FESTIVAL “NICOLA FERRI” PROTEZIONE CIVILE – CROCE ROSSA E PRONTO SOCCORSO premiati con...

PRC. IERI FIAT OGGI FCA: PRENDI I SOLDI E SCAPPA

Agosto 05
14:06 2020

Come in molti avevamo temuto, sperando di sbagliarci, parte molto male per il sistema auto del nostro paese il matrimonio Fca-Psa.
E’ di oggi la notizia che Fca ha interrotto bruscamente i rapporti con molti fornitori di elementi per le citycar in Italia, chiedendo di interrompere immediatamente tutte le attività di ricerca, sviluppo e produzione per le auto più piccole del brand, che d’ora in poi verranno costruite con il “modello francese” , senza peraltro dare indicazioni sulla possibilità di riconvertire l’indotto per la costruzione dei nuovi elementi necessari.
La scelta , se confermata, rischia di produrre conseguenze gravissime sull’indotto italiano costituito da mille aziende in cui lavorano 58 mila operai.
Dopo le minacce di ridimensionamento e chiusura degli stabilimenti di Brescia e Lecce da parte di CNH, anch’essa controllata dalla famiglia Agnelli, l’annuncio odierno rischia di suonare come una conferma del disimpegno dall’Italia della società di diritto olandese, ieri Fiat, tra i principali responsabili della crisi terminale della produzione automobilistica Italiana.
L’altro grande responsabile il governo attuale che, come quelli precedenti non ha uno straccio di politica industriale limitandosi a erogare incentivi; che mentre la Francia poneva precise condizioni alla fusione Fca- Psa stava a guardare e in più garantiva 6 miliardi di prestiti a Fca.
Il PRC è impegnato a sostenere un rilancio delle lotte che coinvolga tutte le lavoratici e i lavoratori del settore perché solo così sarà possibile salvare contemporaneamente l’occupazione e il futuro dell’automotive in Italia.

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale PRC-S.E.
Antonello Patta, Responsabile lavoro PRC-S.E.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento