Notizie in Controluce

Premio a Sara Voci Coinvolgimento degli studenti nelle manifestazioni contro le mafie

 Ultime Notizie

Premio a Sara Voci Coinvolgimento degli studenti nelle manifestazioni contro le mafie

Maggio 10
06:22 2014

delle mafie organizzata da “Libera”. Nel capoluogo pontino sono arrivate anche le biciclette della “Transumanza per la legalità”, e poi tanti cittadini che hanno preso parte alla grande manifestazione per solidarizzare con i parenti delle vittime innocenti della criminalità organizzata, uniti dal sentimento di giustizia e di legalità.
Nel pomeriggio nella sede vescovile di Latina diversi sono stati gli interventi ascoltati da un numeroso pubblico: giovani imprenditori, rappresentanti di enti statali, di altre associazioni che collaborano con “Libera” ecc. Interessantissimi e di grande utilità, tra gli altri, l’intervento di del dottor Paolo Ghezzi di InfoCamere, Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane e l’intervento del Segretario Filca Cisl Salvatore Scelfo sulle problematiche sindacali e utilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia.
Vista la premiazione di una nostra alunna di Frattocchie – Marino al Progetto legato a “Libera”, abbiamo chiesto all’insegnante di religione cattolica dei plessi “Anna Frank” e “Silvestri” come è riuscita a coinvolgere gli alunni della scuola primaria in un argomento così impegnativo. L’insegnante Antonietta Iavazzo ci ha risposto generosamente : « Le ragazze dell’associazione “Noi Polis” legate a “Libera” di don Ciotti mi hanno chiesto se aderivo alla loro iniziativa, il Progetto antimafia, coinvolgendo, da insegnante, gli alunni delle classi. Con una collega ci siamo documentati sul problema mafia e abbiamo spiegato ai ragazzi perché dire “no” a questi delinquenti. Nei disegni e testi scritti gli alunni hanno dimostrato grande sensibilità per la legalità e la giustizia: hanno dato il meglio! Una commissione ha esaminato i lavori nella giornata “Noi Polis” in una palestra dei Castelli Romani dove è stata allestita una singolare mostra con i lavori svolti. Le ragazze dell’associazione hanno appassionato in tanti giochi gli alunni presenti che si sono divertiti e hanno socializzato in poco tempo pur provenendo da scuole diverse. Dopo i giochi le testimonianze di Vittime di mafia ascoltate con silenzioso interesse. In serata la premiazione, con prodotti simbolici; il premio consisteva infatti in alcuni prodotti ricavati dai terreni confiscati alla mafia. Un premio è stato vinto da Sara Voci un’alunna della VA del plesso “Anna. Frank”, e un altro premio l’ha vinto un ragazzo di una scuola media che ha fatto un elaborato scritto di un’esperienza di “pizzo”. Il tutto si è concluso con una grande emozione e un grande applauso».

Condividi

Articoli Simili