Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Presentato dall’Ass.ne ‘La Nostra Buona Stella’ il volume “Comunità in movimento azioni collettive a contrasto della Povertà Educativa …”

Presentato dall’Ass.ne ‘La Nostra Buona Stella’ il volume “Comunità in movimento azioni collettive a contrasto della Povertà Educativa …”
Ottobre 12
14:55 2022

La Nostra Buona Stella ha presentato nella sede del Consiglio della Regione Lazio il volume: “Comunità in movimento: azioni collettive a contrasto della Povertà Educativa – Il caso de La Nostra Buona Stella”.

Lunedì 10 ottobre Nella Sala Mechelli, nella sede del Consiglio Regionale, in un convegno-azione “La Nostra Buona Stella. Diritto alla crescita: Costruiamo il nostro futuro” ha presentato il terzo libro che parla della sua avventura tra studenti, genitori, Pubbliche Amministrazioni ed Enti del Terzo Settore che, uniti, hanno creato un’incredibile comunità educante.
Tre diverse pubblicazioni, oltre ad un numero monografico nella collana Welfare e Ergonomia della Franco Angeli Editore, curate da Antonella Ciocia ricercatrice dell’IRPPS-CNR hanno segnato, e raccontato, lo sviluppo di questo progetto.

Il convegno odierno è stato un momento per ripercorrere gli oltre quattro anni di vita del Progetto, per sentire gli studenti che sono cresciuti collaborando con esso e i docenti che, in qualche caso, hanno iniziato a seguirlo alle medie inferiori ed hanno continuato, con altri studenti, al liceo. Un convegno che è stato anche l’ultimo momento di incontro collettivo per una comunità umana che si è creata attorno ai bisogni – ed ai sogni – dei giovani dei Castelli Romani.
«Questi quattro anni di azioni sono servite a ripensarci e riattivarci per diventare una comunità educante più consapevole e impegnata a contrastare la povertà educativa, il disagio e la dispersione scolastica sul territorio dei Castelli» ha detto Angela Casaregola, la coordinatrice del progetto, che, dopo i saluti di rito ai professori, ai dirigenti scolastici, agli assessori e/o ai rappresentanti dei Comuni, ai ragazzi e a tutte le associazioni partner del progetto, ha continuato il suo intervento evidenziando la disponibilità e la voglia di fare di tutti che hanno tenuto l’azione in vita per oltre un anno oltre la sua scadenza per sopperire ai problemi creati dalla pandemia. «Quello che maggiormente ci ha colpito – ha proseguito la dottoressa Casaregola – è come i giovani coinvolti ci abbiano chiaramente indicato la strada e come le scuole, di concerto, siano state pronte a recepire, adattare e utilizzare queste suggestioni». Indicazioni che hanno permesso anche alle associazioni coinvolte, agli enti istituzionali del territorio ed alle famiglie di adattare la propria idea e sviluppare una vera, inclusiva Comunità.

Antonella Ciocia, la ricercatrice del CNR, nostro partner scientifico in questa incredibile avventura, ha voluto, da parte sua, rimarcare come, complice il Covid, per la prima volta la Scuola sia entrata nelle case degli alunni e non viceversa. Questa trasposizione di ruoli ha contribuito a creare un nuovo paradigma che ha facilitato il rapporto tra pubblico e privato, tra famiglia ed educatori contribuendo a creare questo processo virtuoso della comunità integrata.

Pier Francesco Milana, responsabile della Rete, ha fatto un rapidissimo excursus sulle azioni svolte da ogni componente il progetto che era risultato vincitore del Bando di “Con i Bambini”, per cedere poi il microfono ai ragazzi protagonisti del progetto e ai rappresentanti della PA, delle scuole e del Terzo Settore.

Il primo a parlare è stato il prof Di Cambio dell’IC Primo Levi di Marino che ha presentato alcune delle azioni realizzate ponendo particolare enfasi sui podcast che gli studenti stanno realizzando e mettendo on line sui più svariati argomenti. E tre rappresentanti dei ragazzi hanno spigato la logica e come realizzano questi podcast facendone sentire uno.
Per l’Istituto di Santa Maria delle Mole di Marino sono intervenuti 5 studenti che, coordinati dalla professoressa Ruffini, hanno raccontato del loro progetto di service learning che li ha visti prima fruitori e poi protagonisti nel raccontare la storia della via Appia Antica ai turisti interessati. Ed il preside Paolino Gianturco, esaltando la modalità del service learning, ha evidenziato come i suoi ragazzi abbiano affrontato, e sconfitto, paure e difficoltà come il parlare in pubblico o tenere una “conferenza” ed ha concluso il suo intervento rimarcando come funzione della scuola sia anche quella di ente che aggrega e come dalle sinergie sul territorio nasca una reale comunità coesa.

Anche il Liceo Marco Tullio Cicerone di Frascati, attraverso le professoresse Valentina Violo e Elena de Santis, ha voluto portare la propria testimonianza parlando sul palco assieme al Consigliere comunale di Frascati con delega alle Politiche giovanili ed educative Paola Gizzi. La professoressa Violo ha raccontato come, cambiando scuola e città, abbia voluto coinvolgere il nuovo istituto nel progetto de La Nostra Buona Stella arrivando infine a coinvolgere anche il Comune, partner da un anno. E il consigliere Gizzi ha voluto rimarcare come il Comune di Frascati, ancorché in dissesto finanziario, sia sempre assolutamente interessato a cooperare con le realtà del territorio.

Semplici, sentiti ringraziamenti sono arrivati dalla professoressa Potale, responsabile della biblioteca dell’IC Gramsci di Albano, che ha voluto rimarcare come il contributo previsto all’interno del Progetto abbia permesso un grande incremento dei volumi a disposizione e la creazione di una nuova, ed in costante incremento, biblioteca digitale a disposizione di tutti.
E altri ringraziamenti sono arrivati da Silvia Ruggeri, consigliere a Castel Gandolfo con delega alla scuola, perché con il supporto de la Nostra Buona Stella luoghi istituzionali come l’aula consiliare sono stati aperti all’utilizzo della cittadinanza per eventi, convegni e dibattiti contribuendo a diminuire la distanza tra cittadini ed Istituzione.

Anche il Comune di Albano ha contribuito alla riuscita del convegno mandando come rappresentante la dottoressa Latella del Servizio Scolastico che si è detta certa che questa di oggi non sia la chiusura di un percorso quanto la nascita di una nuova Comunità dei Castelli Romani e sempre per Albano è intervenuta la professoressa Valentina Moreno che ha posto al centro del suo intervento la scuola come sistema di relazioni. «La scuola – ha detto – è e deve essere un laboratorio dove si confrontano idee e conoscenze e deve essere aperta al territorio che contribuisce allo sviluppo portando conoscenze e pragmatismo».

La giornata si è conclusa con Simona Bisceglie e Fabiana Berti de “Genitori in ruolo” che hanno voluto ribadire come siano sempre la famiglia, i genitori il primo gradino di creazione di una comunità educante e che l’essere parte di una comunità permette ai ragazzi di trasformare in realtà quello che pensano e su questo approccio è intervenuto l’avvocato Innocenti sottolineando come il reskilling e l’adattamento ad una società in continuo divenire parta proprio dai rapporti familiari e dalla comunità educante.

“Vogliamo passare dalla povertà educativa alla ricchezza educativa” con queste parole Antonella Ciocia ha chiuso la giornata dando lo slogan che tutti, PA, scuole, docenti, ragazzi e famiglie, Enti di volontariato e circoli culturali hanno fatto immediatamente loro.

Il progetto “LA NOSTRA BUONA STELLA. Diritto alla crescita: costruiamo il nostro futuro” si propone di realizzare un insieme di azioni coordinate tra istituzioni locali, scuole, terzo settore e associazionismo per costruire un modello integrato di welfare community sul territorio dei Castelli romani per costruire una proposta educativa integrata, con al centro l’istituzione scolastica, che, assistita ed integrata dalle energie e dalle professionalità dei soggetti coinvolti, possa arginare i fenomeni di dispersione legati alla condizione personale e/o famigliare degli studenti e offrire una reale opportunità di crescita a tutto il sistema educativo territoriale e ai suoi destinatari.

Partner del progetto sono:
l’Associazione Arianna Onlus capo progetto
Regione Lazio;
Comune di Albano Laziale;
Comune di Castel Gandolfo;
Comune di Marino;
CNR – Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali;
Scuola Media Statale Umberto Nobile;
Istituto Comprensivo Antonio Gramsci;
Istituto Comprensivo Primo Levi;
Istituto Comprensivo Santa Maria delle Mole;
Istituto d’Istruzione Superiore “Via Romana 11/13”;
Impresa Sociale Borghi Artistici;
Centro di ricerche e studi sui problemi del lavoro dell’economia e dello sviluppo – CLES srl;
CRIF Centro di Ricerca sull’Indagine Filosofica;
Gnosis Cooperativa Sociale Onlus;
Fondazione Il Campo dell’Arte;
Associazione di Promozione Sociale Il Colle Incantato;
Marino Aperta Onlus;
Cooperativa Sociale Prassi e Ricerca Onlus;
Punto a capo Onlus.
SOS Teniamo Famiglia Onlus

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

MONOLITE e “Frammenti di visioni”

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

I libri delle “Edizioni Controluce”