Notizie in Controluce

Presentato ieri in Campidoglio, “L’Oriente nel collezionismo”

 Ultime Notizie

Presentato ieri in Campidoglio, “L’Oriente nel collezionismo”

Giugno 28
06:04 2012

Mercoledì 27 giugno 2012 alle ore 16.45 presso la Sala del Carroccio di Palazzo Senatorio, in Piazza del Campidoglio a Roma, alcuni insigni studiosi tra cui Paolo Liverani (Università degli Studi diFirenze), Marina Martelli (Università degli Studi della Tuscia), Giovanna Stasolla, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Carmelo Occhipinti (Università degli Studi di Roma “TorVergata”), Beatrice Palma Venetucci, curatrice del volume, hanno presentato il libro “L’Oriente nel collezionismo” accolto nella rivista semestrale “Horti Hesperidum. Studi di storia del collezionismo e della storiografia artistica”, patrocinata dal Dipartimento di Beni culturali, musica e spettacolo dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e diretta da Carmelo Occhipinti.
Il volume raccoglie gli atti del workshop internazionale che ebbe luogo a Frascati presso le Scuderie Aldobrandini, il 13-14 dicembre 2010. Le novità più significative discusse nei saggi del volume riguardano: la scoperta, avvenuta di recente, della testa di Artemide di Efeso alla Marmorata (presentata per la prima volta da A. Capodiferro); l’analisi di una statua di Bes proveniente dalla collezione Verospi (rintracciata da M. G. Picozzi presso il Fitzwilliam Museum di Cambridge); gli esiti delle indagini sulle tematiche orientali svolte a villa Adriana da B. Cacciotti, che suggeriscono nuovi interessanti aspetti della politica religiosa di Adriano; le indagini topografiche condotte da M.P. Muzzioli e I. Della Giovampaola sulla base della documentazione archivistica e cartografica, che rivelano importanti novità sul luogo di rinvenimento nell’agro lanuvino della stele dell’Arcigallo, oggi conservata ai Musei Capitolini; la nuova lettura del rilievo conservato a Palazzo Altemps proposta da Maria Cristina Vincenti sul quale è raffigurata una scena di danza rituale legata al culto isiaco. Forse il santuario raffigurato sul rilievo, che campeggia nella retrocopertina del volume, non è il Campo Marzio, come già era stato ipotizzato, ma un santuario di Iside ubicato nel territorio aricino. Il reperto fu rinvenuto nel 1919 lungo la via Appia Antica, nei pressi della chiesa di S. Maria della Stella e ci rivela ancora una volta l’importanza del territorio dei Colli Albani in età antica.

Condividi

Articoli Simili