Notizie in Controluce

Progetto Giovani Sicuri

 Ultime Notizie

Progetto Giovani Sicuri

Luglio 12
09:28 2010

Azioni integrate per la promozione del benessere e della legalità delle comunità locali». L’obiettivo dell’iniziativa è quello di informare i giovani sulle norme poste a tutela della sicurezza e delle conseguenze derivanti dalla loro violazione con particolare attenzione a quelle connesse ai divieti di assunzione di alcol o di uso di sostanze stupefacenti. Il 27 Maggio alle h 12.00 presso l’istituto E. Fermi, si è tenuta la conferenza stampa che ha presentato il progetto a cui hanno partecipato gli studenti, alcuni genitori, il sindaco di Frascati, il consigliere delegato alle Politiche della Sicurezza e i professori delle scuole Maffeo Pantaleoni, Enrico Fermi, M. T. Cicerone e Buonarroti. La professoressa Minardi (insegnante di Lettere all’Enrico Fermi) che si è occupata della coordinazione dell’evento ha parlato dell’importanza e dell’efficacia di un lavoro interistituzionale che vede per la prima volta coinvolte la scuola il comune e la polizia per entrare concretamente in contatto con i giovani, sensibilizzarli e metterli a conoscenza dei rischi quotidiani che si incontrano in strada. Il feedback degli studenti è stato positivo: dopo un primo ciclo di tre incontri (a carattere informativo e con filmati sulla sicurezza stradale, il rischio derivante dalla guida in stato di ebbrezza e sotto l’assunzione di sostanze stupefacenti) i ragazzi hanno elaborato degli slogan e delle riflessioni personali, dimostrandosi molto coinvolti emotivamente rispetto al rischio di perdere la vita. Durante la conferenza sono stati consegnati degli opuscoli esplicativi con il titolo: «Alla guida non giocare… se perdi non puoi ricominciare!!!» che contengono informazioni sul codice della strada, sulle sanzioni previste in caso di violazione, sull’importanza di indossare le cinture di sicurezza e il casco sul ciclomotore. A conclusione, il sindaco Stefano di Tommaso ha invitato i ragazzi a diffondere l’iniziativa in rete creando un gruppo apposito su Facebook.

Condividi

Articoli Simili