Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Ricchi diritti

Dicembre 11
12:08 2008

Se guardiamo le borse che crollano e si rialzano tutti i giorni, con gli imbroglioni che stanno giocando al rubacchio, si grida alla crisi economica tremenda, ma non mettono in campo le regole del gioco per una trasparenza chiara, aiutano le banche le prime che non mettendo liquidità in gioco creano la crisi.

Ci terrorizzano, così come facevano in campagna elettorale con gli zingari, e noi per l’orrore di tornare alla fame accettiamo la carta da 40 euro e nuovamente l’eliminazione dello STATO DI DIRITTO.

Colpire il pubblico impiego che paga regolarmente le tasse sottratte dalla busta paga direttamente dal governo è una grande pubblicità che somiglia ad una follia …e comunque, se proprio vogliamo riordinare i conti economici, sono questi i ricchi da colpire? Come mai LO STATO prende a calci nelle chiappe lo statale dal quale non può prelevare altro se non privatizzarlo?

E sapete quanto costa uno statale privato svenduto alle ditte appaltatrici? Il doppio di uno regolare con busta paga… ma la ditta appaltatrice farà tornare euro ai vari partiti che consentono questo sporco giochetto.

I RICCHI DA COLPIRE SAREBBERO IN REALTÀ QUESTI :

Primi su tutti sono diventati ricchi:

liberi imprenditori …quindi la mafia non del sud ma del nord

seguono legati a quanto sopra i liberi costruttori edili.

poi si sono fatti ricchi con l’arrivo dell’euro raddoppiando i prezzi i commercianti.

e prima dei dirigenti, sempre secondo le statistiche ci sono gli artigiani e alla fine i funzionari.

Tutti coloro cioè che nei tg1 tg2 tg3 si lamentano e piangono la crisi.

Tutta questa gente non è la maggioranza dell’Italia che invece fa la fame reale, tutta questa gente non è poca ma non è la maggioranza…allora si pensa che bisognerebbe, per risolvere la crisi, ridistribuire il reddito che invece si concentra sempre più in poche persone … ma questo anche TREMONTI che quando era all’opposizione scriveva libri sulla ridistribuzione … ora che è al potere non lo fa.

La maggioranza dei ricchi vive al nord e sono il 70 per cento contro il 66 per cento del 1999.

Il 20 per cento vive al centro dell’Italia.

E il 13 per cento vive al sud.

Tutta questa gente sempre secondo le statistiche è il 15 per cento del nostro paese. Sarebbe facile quindi individuarli, fargli pagare regolari tasse e invece al contrario colpiscono i poveri, terrorizzando per far accettare le merdacce economiche e assurde che propongono e verranno proposte.

Ma per farlo bisogna eliminare LO STATO DI DIRITTO.

Ci accontenteremo di 600 euro al mese, producendo schiavi per queste categorie padronali e senza cultura.

Dall’anno 2000 i dipendenti statali hanno visto i propri stipendi bloccarsi allo stesso salario, mentre gli autonomi hanno aumentato la loro capacità di spesa del 18 per cento, e si parla di sottostima perché questa percentuale non include l’evasione fiscale.

In poche parole i soldi veri li hanno fatti coloro che operano in mercati protetti e meno esposti alla concorrenza vigilata, quelli cioè che si sono potuti aumentare il salario alzando le tariffe di ciò che vendono.

Per concludere, vogliamo cercare di capire come mai ci tolgono LO STATO DI DIRITTO, la sanità, lo sciopero, la malattia, tutte azioni che oggi dobbiamo pagare per attuarle od averle, ci tolgono tasse, posti di lavoro, case e noi continuiamo ad avere paura?

Avete presente CISL e UIL con ANGELETTI e BONANNI ? Avevano detto di non aver avuto nessun incontro con Silvio Berlusconi e quindi di non aver svenduto coloro che gli pagano la tessera del proprio sindacato.

ANGELETTI addirittura in tv ha negato di aver incontrato Silvio Berlusconi… dopo è arrivata la telefonata del presidente in diretta tv nella trasmissione Ballarò… il quale ha detto il contrario e in modo ridicolo… ci siamo incontrati nella mia casa e a mia insaputa…sarà stato un festino a sorpresa? Con i segretari dei relativi sindacati vestiti da buffoni di corte?

Si sono incontrati nella casa di Silvio a cena e hanno deciso tutto a suon di cosa ? di soldoni ? insomma vi hanno svenduto e voi continuate ad avere paura di cosa?

Almeno cambiate sindacato.

Oppure vogliamo reagire? Capire se si tratta di una crisi economica o un di un progetto scientificamente politico che viene a tagliare le nostre teste e quelle dei diritti conquistati.

L’altra scelta è morire…e morire così nelle macerie vivendo che senso ha?

Luana De Rossi

Tags
Condividi

Articoli Simili

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Luglio 2022
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”