Notizie in Controluce

Rocca Priora – “La scuola non può essere un terreno di scontro e di falsi allarmismi”

 Ultime Notizie

Rocca Priora – “La scuola non può essere un terreno di scontro e di falsi allarmismi”

Rocca Priora – “La scuola non può essere un terreno di scontro e di falsi allarmismi”
Luglio 17
18:25 2020

Grazie all’apertura di un tavolo tecnico dedicato proprio a questo delicato tema che riguarda il futuro delle nostre bambine e dei nostri bambini, a Rocca Priora continuano gli incontri dedicati alla riapertura delle scuole prevista per il 14 settembre prossimo e per la prossima settimana è in calendario già un incontro con i rappresentanti dei genitori.

 

Dopo un attento studio delle linee guida del Ministero dell’Istruzione, si è tenuto un incontro a cui hanno preso parte il Sindaco Anna Gentili, gli Assessori Sara Ponzo e Claudio Fatelli, la dirigente Laura Micocci e alla vice preside Rossella Ferracci dell’Istituto Cambellotti, il consigliere Flavio Pucci con delega alle manutenzioni e l’ufficio tecnico comunale. Primo punto all’ordine del giorno è stato capire la capienza effettiva di ogni aula, al fine di applicare le misure sul distanziamento interpersonale e il divieto di assembramento previsti dalle misure anticovid.

 

“Il nostro obiettivo primario – commenta l’Assessore Sara Ponzo – è permettere a tutte le bambine e a tutti i bambini di rientrare a scuola, senza scongiurare la ripresa della scuola con ulteriori attività a distanza e senza il timore di lasciare qualcuno a casa in base ad una logica di doppi turni. Per questo è stato fatto un sopralluogo nei locali scolastici, capendo quali modifiche potevano essere fatte nei plessi già esistenti”.

 

Dopo il sopralluogo, al tavolo tecnico è stata portata la proposta di trovare locali pubblici nel territorio di Rocca Priora da destinare esclusivamente alla scuola.

 

“Siamo riusciti – spiega l’Assessore Claudio Fatelli – con una serie di interventi, a sistemare quasi tutti i ragazzi nei plessi scolastici, ma abbiamo bisogno di ulteriori 4 aule di 50 mq da trovare al di fuori delle nostre strutture. Abbiamo fatto una ricerca e siamo giunti alla conclusione che l’unico stabile che è a norma, è la Casa della Salute, una struttura inutilizzata per il 90%. È una struttura pubblica molto ben fatta, costruita per ospitare attività Pubbliche, ma anche perché ci consente di avere un risparmio evitandoci il pagamento di affitti per locali non a norma quindi poco sicuri. Va tenuto conto anche la vicinanza alla sede centrale scuola e della dotazione di quel posto di parcheggi. Una soluzione studiata insieme alla scuola e alla nostra dirigente scolastica, persona seria e molto preparata, che ha accolto favorevolmente questa soluzione con cui si potrà riservare un intero piano, in totale sicurezza e in maniera separata dai reparti medici, all’attività didattica in presenza”.

 

“La scuola – conclude il Sindaco – è un terreno molto delicato e per questo credo che ogni speculazione e tentativo di creare infondati allarmismi sia di cattivo gusto. All’ospedale Cartoni non vi è attualmente nessuna degenza che possa entrare in conflitto con una destinazione temporanea, di una parte dell’edificio ben lontana da quella destinata ai servizi sanitari della Casa della Salute, ad un uso scolastico messo in atto per rispondere ad un’immediata esigenza di tipo emergenziale. Questo è il primo tentativo di un futuro rilancio del Cartoni che vorremmo destinare a diversi servizi pubblici, come da tempo fortemente voluto e auspicato da tutta la comunità e da tutti i programmi elettorali delle forze politiche”.

Tags
Condividi

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento