Notizie in Controluce

Roma, abbattimento della Tangenziale Est alla Stazione Tiburtina

 Ultime Notizie
  • Antartide: al via la 35a spedizione italiana con 250 partecipanti e 45 progetti di ricerca Roma, 23 ottobre 2019 – Ha preso il via la 35a spedizione scientifica italiana in Antartide con l’apertura della stazione italiana “Mario Zucchelli” (MZS) sul promontorio di Baia Terra Nova....
  • OPEN DAY CASTELLI ROMANI E MONTI PRENESTINI 2019 Entusiasmo, partecipazione, condivisione. Queste le parole chiave dell’Open Day Castelli Romani e Prenestini 2019. Un evento – frutto della collaborazione dei principali enti di promozione territoriale – nato per promuovere...
  • La comunità di Giulianello accoglie Don Alfonso Fieni L’attuale guida della parrocchia di Rocca Massima-Boschetto ha iniziato il suo ministero pastorale anche presso la parrocchia di San Giovanni Battista È iniziato il ministero pastorale di Don Alfonso Fieni...
  • CIAMPINO: LAVORI PER L’UFFICIO POSTALE DI VIALE KENNEDY Fino al termine degli interventi prolungamento dell’orario fino alle 19.05 per l’ufficio postale di via Bologna.  Previsti anche uno sportello dedicato e una sala consulenza Roma, 21 ottobre 2019 –...
  • E’ stata una Sala Consiliare partecipe e commossa quella che, lo scorso 19 ottobre, nel Palazzo Colonna sede del Comune di Marino, ha assistito alla presentazione del libro di Fabrizio...
  • ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI ALBANO RICORDA LA POETESSA ALDA MERINI NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA:           AL LICEO FOSCOLO CONVEGNO SUGLI ASPETTI INEDITI DELL’OPERA Appuntamento giovedì 24 ottobre riservato agli studenti. Attesa per l’intervento del fotografo...

Roma, abbattimento della Tangenziale Est alla Stazione Tiburtina

Roma, abbattimento della Tangenziale Est alla Stazione Tiburtina
agosto 06
06:59 2019

Roma, abbattimento della Tangenziale Est alla Stazione Tiburtina, Legambiente “Il sacrosanto abbattimento della Tangenziale Est sia occasione per una rigenerazione green della zona. Sarebbe illogico e antiambientale se alla fine dei lavori ci ritrovassimo una strada per le automobili semplicemente ribassata”

Negli ultimi anni la zona intorno alla Stazione Tiburtina e un tratto della Tangenziale Est di Roma è stata oggetto di una profonda evoluzione con la realizzazione della nuova Stazione. Oggi inizia l’abbattimento della Tangenziale nel tratto Stazione Tiburtina-Batteria Nomentana che andrà avanti per 450 giorni.
“Il sacrosanto abbattimento della Tangenziale Est sia occasione per una rigenerazione green della zona – commentano Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio e Amedeo Trolese della segreteria regionale di Legambiente – alla fine di questa opera di smontaggio della Tangenziale si dovrà dare spazio ad un progetto di riqualificazione urbana in chiave sostenibile, per ripagare gli abitanti dei quartieri per i troppi anni in cui hanno vissuto tra smog, caos, traffico, rumore e degrado, subendo anche l’effetto “Isola di calore” con un aumento della temperatura fino a sei gradi in estate. Nel progetto devono trovare spazio opere rivoluzionare per Roma: barriere ecologiche contro la CO2 che separino il tratto della ferrovia dagli edifici; pista ciclabile e percorsi pedonali; aree sportive di gioco per i bambini; punti di aggregazione sociale e culturale, giardini e orti, filari di alberi all’insegna della partecipazione attiva delle persone nella gestione. Dovrebbe essere un’occasione dove mettere in atto tecniche di risparmio e riciclo dell’acqua, alimentazione da fonti alternative di energia, insomma “una grande opera” verde che diventi esempio vivente di riqualificazione urbana. Sarebbe invece illogico se alla fine dei lavori ci ritrovassimo con una strada per le automobili semplicemente ribassata rispetto a ora, corsie per macchine e niente di quello che serve e che chiedono i cittadini, e Roma avrebbe perso l’ennesima occasione di miglioramento. Il recupero green dello spazio deve diventare parte di una trasformazione culturale anche per i cittadini che non ne sono convinti, perché aumenti la consapevolezza che anche il paesaggio mutato possa essere elemento di benessere individuale e collettivo in una Capitale dove non c’è più bisogno di asfalto e auto ma di respirare”.

Articoli Simili

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento