Notizie in Controluce

“Roncigliano”, ultimo atto.

 Ultime Notizie

“Roncigliano”, ultimo atto.

01 Gennaio
15:30 2008

La sola Gaia poteva e doveva curare questo processo, ma…. (-VELO PIETOSO-). Riciclaggio e simili che qui nel Lazio… non sembrano proprio fruttare un “buon” ritorno monetario, di interessi in generale, e a chi li finanzia fisicamente, a chi li supporta politicamente. Non è certo un buon agire politico mostrarsi di fronte alla speculazione sui rifiuti e il loro trattamento indifferenziato, deboli, pavidi e lenti nella riposta politica e decisionale a Roma, qui la Pisana; dilatare, “sofisticare” la sola dialettica allo sfinimento morale; non è bello manifestare un che di “spalleggiamento” agli speculatori, forzando la citata dialettica, i suoi tempi e quelli di decisione. Non è certo un buon agire politico e di governo non “chiamare (…trascinare?) alla predella” definitivamente i proprietari dei terreni atti a discarica, dunque “sollecitarli” sempre e comunque alle loro fondamentali responsabilità politiche e civiche (…etiche e morali?) verso i governi e la cittadinanza governata sul problema rifiuti. È troppo imbarazzante vedere o leggere scontri di campanili-pance (reciproci dispetti?) sul problema dei rifiuti, percepire l’impotenza a una collegialità politica e amministrativa piena, concreta e totale sul problema, a rispondere collegiali in generale agli squilibri politici e amministrativi delle dinamiche tra Roma e i restanti comuni laziali. Dà fastidio sentire la “sordità” di Roma_Campidoglio, vedere una sua “prepotenza”/prevaricazione sul piano strettamente fisico verso i comuni della sua Provincia, quelli a Roma direttamente confinanti, e verso il Lazio.
Nel realizzare questo ennesimo (ultimo?) articolo-analisi sul problema della discarica di Roncigliano, da anni affrontato qui da Controluce, ho voluto stendere il maggior numero di “capisaldi trigonometrici”. Ho marcato stretto ora il sindaco di Albano Mattei per districare direttamente con lui e di sua bocca i nodi politici (non sono riuscito a fermarlo), oppure il presidente di Confindustria Lazio, Stirpe (non ha voluto dedicarmi tempo per un’analisi sullo stato dell’industria laziale, qui sul trattamento rifiuti), ma dietro il problema della produzione industriale dei rifiuti urbani, della ‘qualità’ in sé per sé del prodotto, e dunque poi il loro trattamento, c’è sempre e comunque la responsabilità e coscienza di ognuno di noi indistintamente a consumare-semplicemente-di-meno e meglio, con saggezza. A “mettersi a dieta”. Bonificare radicalmente la “bulimia/obesità mentale” prima ancora che quella propriamente fisica, sua conseguenza. A vivere con moderazione senza comportamenti da snob, eccentrici, eccessivi o proprio da aristocratici, insopportabili socialmente prima ancora che insostenibili fisicamente. Roncigliano è “solo” una tessera di un problema che coinvolge tutto il Pianeta.

Articoli Simili