Notizie in Controluce

 Ultime Notizie

Sanità in ginocchio

Marzo 05
21:09 2009

L’Asl Roma H e Latina sono fuori legge per gli esami diagnostici, ad esempio tre mesi fa bisognava aspettare 133 giorni per una risonanza magnetica nucleare presso l’Ospedale di Albano Laziale, adesso le Asl Roma h e Latina non danno appuntamenti, bisogna aspettare 31 giorni al Sant’Andrea di Roma, il dramma l’offerta regionale di questa prestazione solo a Roma e Rieti. Per la TAC si è passati dai 132 giorni, agli attuali 118 presso l’Ospedale d’Albano, nella norma i 20 giorni che bisogna aspettare ad Anzio, come i 19 al presidio di Formia. Per un eco doppler bisogna aspettare 217 giorni al Santa Maria Goretti di Latina,
l’ASL RM H non da appuntamenti, bene invece il Policlinico Umberto I di Roma 20 giorni ed isola felice Leonessa (Rieti) dove si devono aspettare 10 giorni. La legge stabilisce un massimo di 60 giorni per le prestazioni diagnostiche per immagine. Si parla molto di prevenzione, specialmente per quanto riguarda i tumori femminili, tre mesi fa bisognava aspettare 90 giorni per un’Ecografia ostetrica presso l’Ospedale di Velletri, diventati 95 attualmente, a Latina bisogna aspettare 72 giorni, bene Colleferro con 15 giorni. Invece per una
Mammografia bilaterale bisognava aspettare 70 giorni e recarsi ad Albano al Regina Apostolorum, scesi attualmente a 42, a Latina bisogna aspettare 63 giorni al S.M.Goretti, bene invece 22 giorni a Magliano Sabina (Rieti) e 10 Giorni all’Ospedale di Zagarolo. Migliora la situazione dell’esame audiometrico passati dai 106 giorni dell’Ospedale di Genzano agli attuali 85, 6 giorni all’Ospedale di Marino, un giorno a Minturno e 13 giorni ad Amatrice (Rieti). Buone notizie invece per le visite ambulatoriali, che per legge, devono essere erogate entro
trenta giorni. Per una visita Otorinolaringoiatra si dovevano aspettare tre giorni all’Ospedale di Velletri, passati a 4, 23 giorni al Santa Maria Goretti Buone notizie anche per la visita Dermatologica, bisognava aspettare sei giorni sia che ci si rechi al Poliambulatorio d’Albano ex Saub in Via Galleria di Sotto o al Poliambulatorio di Velletri in via San Biagio, passati rispettivamente ad 8 e 12 giorni. Non capisco perché le attrezzature di diagnostica non sono utilizzate almeno su due turni, cosi da ridurre i tempi d’attesa, come accade
nelle aziende quando hanno un picco di lavoro, le attrezzature più si utilizzano più si ammortizza meglio i costi dei macchinari. Cosi come non capisco il comportamento di alcuni cittadini, che l’Asl finalmente punisce, infatti, nei vari ambulatori si legge: ” Asl ricorda ai cittadini anche se esenti, che non abbiano ritirato i risultati di visite ed esami diagnostiche o di laboratorio, che è tenuto al pagamento per intero della prestazione usufruita, accade che persone si fanno delle analisi e poi non le ritirano, sicuramente è uno spreco di risorse per chi sta veramente male. Inoltre si ricorda che esiste il
Recup tel 803333, che da il primo appuntamento possibile ma nell’ambito
regionale, di fatto, si abbassano notevolmente le liste d’attesa”.

Nazareno Ferrazza Via Luigi Einaudi, 10 Lanuvio tel 069303432
3474846547

Condividi

Articoli Simili

Categorie

Calendario – Articoli pubblicati nel giorno…

Luglio 2022
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Presentazione del libro “Noi nel tempo”

Gocce di emozioni. Parole, musica e immagini

Edizioni Controluce

Alcuni libri delle “Edizioni Controluce”