Notizie in Controluce

Selargius 2 Citta' Di Marino 1

 Ultime Notizie

Selargius 2 Citta' Di Marino 1

Febbraio 12
18:16 2012

Selargius (4-4-2): Mainas, Boi, Garau, Farci, Porcu, Piras, Mancosu (45′ st Corongiu), Rais, Caboni (46′ st Surano), Porru (30’st Callai), D’Agostino. A dip.: Malloru, Piselli, Lai, Nurchi. All.: Fadda.

Città di Marino (4-3-3): Manfredonia, Russo, Belfiore (1′ st Amendola), Sireno (40′ st Kalambay),

Troise, Paolacci, Congiu, Quadrini, Miani (12′ st Pippi), Fanasca, Angelilli. A disp.: Ippolito, Capolei, Ciaramelletti, Simeoli. All.: De Angelis-Rinaldi.

Arbitro: Ceccato di Bassano del Grappa.

Marcatori: 35′ pt Garau (S), 5′ st Fanasca (M), 35′ st Farci (rig.) (S).

Note: espulso al 34′ st Russo (M) per fallo da chiara occasione da rete. Ammoniti: Sireno (M), Belfiore (M), Quadrini (M). Recupero: pt 1′; st 4′.

SELARGIUS (CA) – Pesante sconfitta per il Città di Marino che viene superato in Sardegna da un coriaceo Selargius. La squadra di De Angelis e Rinaldi vede allontanarsi la capolista Salerno che ha avuto la meglio, seppur faticando non poco, dell’Arzachena. Ora i punti di vantaggio della squadra di Perrone sui castellani sono saliti a 3, in attesa che il giudice si pronunci sul reclamo presentato dal Sora, che potrebbe annullare la vittoria ottenuta sul campo contro i ciociari dai blu-granata lo scorso 29 gennaio. Al “Porcu” la partita ha inizio alle 15,00 anziché alle 14,30 per il ritardo del volo aereo che trasportava il Città di Marino. Nell’undici di partenza De Angelis e Rinaldi si affidano al consueto 4-3-3 con Manfredonia tra i pali, linea difensiva composta da Russo e Belfiore esterni, Troise e Paolacci centrali, a centrocampo terzetto con il giovane Congiu, Sireno e Quadrini, in avanti tridente con Angelilli, Miani e Fanasca. I sardi di Fadda fanno ricorso a un più classico 4-4-2 dove in attacco agiscono il capocannoniere Caboni, che inciderà poco, e D’Agostino. Inizio equilibrato: le due squadre si affrontano molto a centrocampo, i ritmi di gara non sono elevati, ne consegue l’inoperosità da parte dei due portieri, Manfredonia e Mainas. Il Città di Marino prova a pungere sfruttando la rapidità di Angelilli lungo la sinistra, dal canto loro i cagliaritani provano ad agire di rimessa, senza comunque mai rendersi particolarmente pericolosi. Il più attivo tra i padroni di casa è Garau: suo il calcio di punizione al 35′ che lascia di stucco Manfredonia e porta in vantaggio i sardi di Fadda. Timida reazione degli ospiti, che pungono poco, soprattutto con Simone Miani. Nel secondo tempo Amendola prende il posto di Belfiore. Il Marino trova subito il pareggio: Fanasca pennella una traiettoria su calcio di punizione che lascia di stucco Mainas. Il Selargius non si abbatte e propone diversi pericoli dalle parti di Manfredonia che è bravo a salvarsi in due occasioni, la seconda con un intervento decisivo su Mancosu. Entra anche Pippi al posto di uno spento Miani. Il vantaggio del Salerno ad Arzachena obbliga i biancazzurri a cercare la vittoria. Al 28′ ci si mette anche la sfortuna: Angelilli in area lavora un buon pallone, si accende una mischia con Congiu che colpisce una traversa clamorosa. Nel momento migliore della partita il Marino crolla: Russo atterra in area Garau. Rigore ed espulsione del difensore siciliano. Dal dischetto Farci non perdona portando di nuovo avanti il Selargius. Minuti finali dove non succede praticamente più nulla. Il Marino deve piegarsi al Selargius che, senza strafare, conquista tre punti d’oro in chiave spareggi. Per i castellani un brusco stop che rallenta la rincorsa al Salerno. Ritorno in campo domenica prossima al “Fiore” contro il Sora.

Condividi

Articoli Simili